Keith Haring, il più amato dai bambini

Un muro è fatto per essere disegnato, diceva Keith Haring mentre con il suo gessetto bianco raccontava il mondo. Con poche linee le sue sagome prendevano vita nelle stazioni della metropolitana di New York, prima, e sulle tele, poi. Omini colorati e stilizzati, cuori, lampadine, dischi volanti, cani che abbaiano: con un tratto semplice e un segno riconoscibile ha rappresentato il suo universo d’artista in modo ludico, colorato e infantile. Figlio della cultura dei fumetti, Keith Haring si è ispirato ai cartoon, ma anche alle arti precolombiane, all’archeologia classica, alle maschere del Pacifico fino ad arrivare a Jackson Pollock, Jean Dubuffet e Paul Klee. Il suo rapporto con la storia delle arti, reinterpretate con uno stile unico e inconfondibile, viene per la prima volta esplorato nella mostra “Keith Haring. About Art” a Palazzo Reale, a Milano, fino al 18 giugno. L’esposizione, curata da Gianni Mercurio, presenta 110 opere dell’artista precursore della street art, molte di dimensioni monumentali, alcune delle quali inedite o mai esposte in Italia.

Fino al 18 giugno
KEITH HARING. ABOUT ART

Palazzo Reale
Piazza del Duomo, 12 – Milano
www.palazzorealemilano.it

Indirizzo

Milano (Milano)

Fascia d'età

Gravidanza - Adulti

Iscriviti alla newsletter

X