The Florence Experiment: l’installazione dei grandi scivoli scientifici

I due scivoli a Palazzo Strozzi – The Florence Experiment – sono un’opera d’arte e un laboratorio scientifico nel cuore pulsante di Firenze. Ma soprattutto sono un modo originale per far toccare con mano ai bambini il filo rosso che unisce arte, natura e scienza.

Alzi la mano il bambino a cui non piace lo scivolo: scendere giù a tutta velocità, con il cuore in gola, l’adrenalina a mille. E tutto questo non nell’anonimo parco sotto casa, ma al centro di uno dei cortili storici più celebri di Firenze. Il doppio scivolo, ospitato dentro l’antico Palazzo Strozzi, è un mix di arte e scienza dove i visitatori diventano cavie di un esperimento a cavallo fra arte, scienza e biologia che mette al centro i visitatori e le loro emozioni, ma soprattutto l’influenza delle emozioni umane sulla natura.

I bambini che partecipano all’esperimento dell’artista tedesco Carsten Höller e del neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, che studia l’intelligenza delle piante, possono cogliere l’opportunità in prima persona di capire come l’arte metta a soqquadro le nostre convinzioni, ribalti le prospettive e ci proietti in un caleidoscopio di emozioni – passioni – interrogativi.

The Florence Experiment si compone di due parti. Il doppio scivolo è formato da due strutture di acciaio e policarbonato che, dalla balconata del secondo piano, arrivano nella corte della Strozzina, lungo una discesa di 20 metri. Entrando nello scivolo, i visitatori devono portare con sé una pianta di fagiolo, da riconsegnare agli scienziati. Gli studiosi prendono in consegna la piantina, per analizzarne i parametri della fotosintesi e studiare l’emissione di messaggi liberati sotto forma di molecole volatili e generati dalle emozioni vissute dai partecipanti nella discesa dallo scivolo.

La seconda parte dell’esperimento si svolge nel “Laboratorio Strozzina”, dove sono state allestite due speciali sale cinematografiche: in una sono proiettati scene tratte da film comici, nell’altra spezzoni horror. Le emozioni dei visitatori-cavie producono altri composti chimici volatili che, trasportati sulla facciata di Palazzo Strozzi, influenzano la crescita di piante di gelsomino che, ospitate in grandi strutture tubolari, compongono un murales vegetale.

Insomma, i due scivoli di Palazzo Strozzi ci aprono la mente e ci suggeriscono come scienza, natura ed arte siano più vicini di quanto pensiamo e s’influenzino a vicenda più di quanto si pensi. Un’esperienza unica…con il cuore in gola e l’arte negli occhi.  

L’installazione d The Florence Experiment dura fino al 29 agosto 2018.

12

Iscriviti alla newsletter

X