Cena a domicilio, che comodità!

Frigo vuoto? Cena con bebè al seguito? Voglia di sperimentazioni culinarie senza spostarsi da casa? Fa molto americano ordinare il cibo a domicilio, ma complice la semplicità delle nuove piattaforme, le opportunità si stanno moltiplicando anche in Italia. Ecco alcuni tra i migliori servizi di “food delivery”.

Just eat, il colosso danese

È stato il primo a sbarcare in Italia ed è il più grande del food delivery. Ha assorbito alcuni servizi nostrani (Clickeat, HelloFood Italia, Cliccaemangia, Deliverex e Pizza Bo). È facile da usare perché mostra le immagini dei piatti e dei ristoranti che si possono scegliere per una consegna a domicilio. Accetta il pre-ordine anche se il ristorante è chiuso: scegliamo la mattina cosa mangiare a cena. E non ci pensiamo più.

Fanceat, alta cucina in casa

Una date-at-home con cena sopraffina cucinata in modo semplice e veloce? È possibile grazie a Fanceat, che consegna a domicilio il kit con tutti gli ingredienti per preparare un menu gourmet, con una bottiglia di vino in abbinamento. I menu sono di chef famosi, gli ingredienti di qualità, dosati e confezionati, le ricette corredate da una foto e un video. Le preparazioni che richiedono tecniche particolari sono eseguite direttamente dal ristorante, così anche i meno abili fanno un figurone! Sul sito si trovano i menu tra cui scegliere, tutti di cucina creativa di alto livello, anche in versione veg. Bimbi a letto presto, genitori tra i fornelli e, voilà, una super serata è servita.

Foodora, delivery di lusso in bici

Lievita a Milano e Torino, arriva a Firenze e Roma e promette l’espansione in altre città. Foodora è una vetrina virtuale dei migliori ristoranti cittadini. Si sceglie il pasto e lo si riceve a domicilio con la consegna “eco friendly” in bicicletta.

Foodracers, anche veg

Nel Nord Est e in Emilia, sono i Racers a consegnarvi il cibo a domicilio: voi non dovete far altro che inserire l’indirizzo, scegliere il menu (compreso vegano e vegetariano) e aspettare. Le città in cui è attivo? Bologna, Parma, Reggio Emilia, Trieste, Ferrara, Pavia, Rovigo, Udine, Mestre, Piacenza, Trento, Vicenza, Padova, Pordenone, Treviso.

Mangiamo insieme, con Gnammo

Il più famoso sito di social eating ha un nome onomatopeico: Gnammo. La piattaforma gestisce i contatti tra cuochi e “gnammers”. Il cuoco invita, lo gnammer mangia e paga attraverso la piattaforma, garantendo il rimborso delle spese e una percentuale di guadagno. Può essere un’esperienza divertente per grandi e piccini.

Deliveroo arriva sempre puntuale

Qual è il problema principale della consegna a domicilio? I tempi di attesa. Punta tutto su ridurli al minimo, 32 minuti al massimo, Deliveroo, nata a Londra, diffusa in 12 paesi e 50 città. Tramite l’app si può tracciare il percorso del driver e si viene avvisati in caso di ritardo.

[Luisa Tatoni]

Iscriviti alla newsletter

X