Grattino in gola

Gentile dottoressa, 

mia figlia di 9 anni lamenta da diversi mesi di avere un “grattino in gola”. Non presenta sintomi di raffreddore e l’unica cosa da segnalare è che ogni tanto ha un po’ di tosse secca, legata appunto a questa percezione di “grattino”. Cosa si può fare? C’è da preoccuparsi? Grazie e cordiali saluti. Cristina

Il sintomo non è preoccupante, ma bisognerebbe saperne di più. Sostanze inquinanti e allergizzanti, presenti nell’aria che respiriamo, possono infiammare le prime vie aeree e causare tosse. Se presenta ipertrofia adenotonsillare respirerà prevalentemente con la bocca aperta e meno con il naso, per cui l’aria inspirata è meno filtrata e più fredda e irrita le vie aeree con conseguente fastidio in gola. Se in passato ha sofferto di sinusite ricorrente, può persistere il male in forma lieve, con una produzione di catarro che può scendere in gola scatenando la  tosse. Potrebbe anche essere un tic o un’espressione di disagio psicofisico, quindi è necessario valutare il momento della comparsa, la frequenza e la situazione emotiva che eventualmente si abbina al sintomo. In ultimo, anche un reflusso gastroesofageo può scatenare questo sintomo, ma sicuramente i disturbi sarebbero comparsi già in più tenera età. Il consiglio è di monitorare il sintomo, ma non far percepire alla bimba che si è preoccupati. Qualunque sia la causa di tale disturbo, un soggiorno in montagna o al mare sicuramente darà i suoi benefici.

FOLLOW US ON
Giovani Genitori

è la rivista dedicata alle famiglie eco e slow. Informazione fresca e il giusto sorriso per riportare notizie ed eventi utili, dedicati a entrambi i genitori e ai bambini dai primi anni di vita fino all'adolescenza.

Espressione Srl - P.iva 09319220019

Iscriviti alla newsletter

X