Odio il sapone!

Cara educatrice,
abbiamo un figlio di sette anni e… un problema! Non gli piace lavarsi, e sì che d’estate va pazzo per mare e piscina, quindi l’acqua non lo spaventa. Quel che gli fa paura, evidentemente, è il sapone: fare la doccia è un tormento, lavarsi i capelli è un optional e quando può evita anche l’igiene minima, come lavarsi i denti prima di dormire. Quel che ci stupisce è che in famiglia solo lui si comporta così: il fratello più piccolo si intrattiene volentieri a giocare sotto la doccia e noi genitori curiamo l’igiene con naturalezza e semplicità. Dove e come possiamo intervenire?
Grazie e cordiali saluti, Tommaso e Lara

Cari Tommaso e Lara,
vi assicuro che il vostro problema è diffuso fra molti genitori. L’igiene e la cura della propria persona in modo spontaneo, autonomo e responsabile, da parte dei bambini, è una sfida complessa. I piccoli sono spesso spaventati dall’acqua, dai prodotti da bagno utilizzati o dalle pratiche messe in atto dai genitori, tanto da trasformare le cure igieniche in veri e propri momenti di crisi e pianto difficile da placare. Dalla vostra lettera evinco che vostro figlio non ha paura dell’acqua e credo neanche del sapone, altrimenti la cosidetta igiene di base, come il lavaggio dei denti, non rappresenterebbe un problema. Probabilmente il piccolo vive l’igiene personale come una pratica noiosa e superflua, non trovandone una motivazione o un piacere immediato. Sarebbe perciò utile iniziare con lui un percorso di informazione sull’importanza della cura della propria persona: esistono in tal senso libri illustrati che potete trovare nella vostra libreria o biblioteca di fiducia. Una cosa carina da fare è preparare insieme una striscia settimanale con disegni che rappresentino le pratiche igieniche da compiere (bagno, lavaggio dei capelli, pulizia, denti) da appendere nella sua cameretta o in bagno. La striscia settimanale consente al bambino di visualizzare le pratiche igieniche da mettere in atto. Inoltre, a pulizia effettuata, potete apporre una stellina o uno smile che lo gratifichi. Al fine di rendere piacevole e soddisfacente la cura della propria persona per il piccolo, vi consiglio inoltre di condividere con lui i momenti dedicati all’igiene, trasformandoli in momenti di gioco e serenità. Se possibile, prediligete l’utilizzo della vasca a quello della doccia, fate scegliere a lui l’essenza del bagnoschiuma e dello shampoo da utilizzare. Acquistate qualche gadget da bagno, come giochi galleggianti o palline che messe nell’acqua la colorano o si sciolgono, che possano rendere il momento speciale e divertente. Coinvolgetelo nella preparazione della stanza da bagno, nel riempimento della vasca, nella scelta di asciugamani e accappatoi. In questo modo non solo acquisirà autonomie nuove, ma imparerà a dare maggior valore alla cura di se stesso. Infine, cercate di ritagliare il giusto tempo per queste attività, per fare tutto con estrema tranquillità e senza fretta.

FOLLOW US ON
Giovani Genitori

è la rivista dedicata alle famiglie eco e slow. Informazione fresca e il giusto sorriso per riportare notizie ed eventi utili, dedicati a entrambi i genitori e ai bambini dai primi anni di vita fino all'adolescenza.

Espressione Srl - P.iva 09319220019

Iscriviti alla newsletter

X