21 aprile: la marcia per la terra parte dal Piemonte

Forum dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio – questo è il nome completo di un grande movimento nazionale che ha preso avvio grazie all’incontro di due realtà piemontesi: Stop al Consumo di Territorio e Slow Food.
Al momento sono quasi mille le associazioni che hanno aderito al Forum con l’obiettivo di promuovere una prima campagna dal nome molto eloquente: “Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori”.
Perché si è sentita la necessità di difendere beni insostituibili come la terra e il paesaggio? È presto detto, i numeri sono impressionanti: negli ultimi 30 anni abbiamo cementificato un quinto dell’Italia, circa 6 milioni di ettari. In Italia ci sono 10 milioni di case vuote, eppure si continua a costruire.
I suoli fertili sono una risorsa preziosissima e non rinnovabile, che deve assolutamente essere difesa.
Un esempio concreto? Bene. Anzi male. In una zona compresa tra i comuni di San Francesco al Campo, San Carlo Canavese e Lombardore si sta valutando un progetto per la creazione di una centrale costituita da pannelli fotovoltaici che dovrebbe coprire una superficie di 72 ettari, oltre alla costruzione di una linea che porti l’energia fino alla centrale di Leinì.
La zona interessata è in parte nella riserva naturale della Vauda, splendida area selvaggia del Canavese, e in parte su terreni del demanio militare, da anni dati agli agricoltori della zona, che fino a ora li hanno curati e resi produttivi.
Vincitrice della gara d’appalto un’azienda tedesca, appoggiata dal Ministero della Difesa. È bene far notare che i comuni interessati hanno una forte vocazione agricola, con numerose aziende presenti, di cui alcune con terreni solo nella zona oggetto del futuro impianto, quindi tale opera avrebbe non solo risvolti negativi per l’ambiente, ma anche per l’economia agricola della zona.
Per queste ragioni il Forum dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio aderirà il 21 aprile all’Earth Day mondiale con una Marcia della Terra che partirà dal Piemonte. Nel pomeriggio del 21 convergeranno a Cuneo tutti i partecipanti alle iniziative mattutine dei vari Comuni che hanno già aderito alla manifestazione: Alba, Bra, Cavallermaggiore, Savigliano, Piasco, Asti, Passerano Marmorito (e altri che si stanno aggiungendo col passare dei giorni).
Con la Marcia della Terra il Forum vuole promuovere un’altra idea di sviluppo. Vuole promuovere le produzioni agricole di prossimità e la realizzazione di nuovi mercati dei contadini – perché ama il cibo buono e salutare.
Vuole stimolare sempre di più il recupero del patrimonio rurale, dei borghi e delle cascine abbandonate.
Vuole promuovere l’idea di turismo slow e la valorizzazione dei territori di campagna attraverso percorsi (ciclabili, green way, pedonali) che sappiano coniugare bellezze naturali (parchi, riserve, boschi) e opere della cultura materiale (molini, cascine, pievi), spacci di prodotti locali e agriturismi, ristoranti e musei etnografici.
Vuole importare anche nella nostra regione l’idea della green belt: una “cintura verde” da far nascere intorno alle città e ai paesi in modo da creare ampi spazi verdi a disposizione dei cittadini, con piste ciclabili e spazi per l’attività sportiva non agonistica.
Questo è vero sviluppo, e per questo il Forum vi invita ad aderire alla campagna “Salviamo il paesaggio” (su www.salviamoilpaesaggio.it) e a partecipare alla Marcia della Terra del 21 aprile.
Siete tutte e tutti benvenuti!

[Francesco Mele]

Iscriviti alla newsletter

X