Orto in Condotta Fossano, l’esperienza

Fare educazione alimentare e ambientale mettendo direttamente le mani nella terra, come l’Orto in Condotta Fossano: l’Orto in Condotta, avviato nel 2004, è un bellissimo progetto che Slow Food ha dedicato alle scuole italiane, per riflettere sull’alimentazione buona e stagionale, sul rispetto della terra, sul cibo buono pulito e giusto, avvicinando in modo molto concreto i bambini alla natura. Le scuole che partecipano al progetto Orto in Condotta sono parte di una grande rete: oltre al lavoro della terra e alla coltivazione di verdura e frutta, l’iniziativa è accompagnata da una serie di lezioni e approfondimenti, per capire l’importanza di un’alimentazione sana, conoscere la provenienza dei cibi, avvicinarsi al mondo dell’agricoltura.

A Fossano, in provincia di Cuneo, è stato di recente siglato un nuovo protocollo per sfruttare al meglio le sinergie tra l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, il Comune e le scuole. “Nel territorio sono 24 gli orti già avviati e nuovi partiranno con l’autunno – racconta Beppe Calvo della Condotta di Fossano -. Oltre al lavoro a scuola, portiamo i bambini in visita al Parco fluviale Gesso e Stura di Cuneo, alle Terre dei Savoia, per approfondire tematiche già introdotte a scuola, ma dal vivo. Nel territorio di Fossano cerchiamo di coltivare il prodotto più significativo localmente negli orti delle scuole. Ad esempio, a Cervere abbiamo coltivato i porri e i bambini sono andati a vendere il risultato della loro raccolta alla Fiera del Porro. Anche a Centallo, il cui prodotto simbolo è il fagiolo rosso, i bambini stanno avviando la coltivazione di questo legume, per poi portare il loro raccolto alla Sagra del Fagiolo. è un modo per coinvolgere ancora di più i bambini nelle attività dell’orto”.

Iscriviti alla newsletter

X