Abbonamento Musei: a Natale regala l’arte ma… non metterla da parte!

Un dono che vale un patrimonio (culturale) da oltre 400 musei compresi tra Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta: a Natale l’idea-regalo definitiva è la tessera Abbonamento Musei.

Oggetto ormai di culto per coloro – studenti, famiglie, appassionati, – che non perdono occasione per un momento di svago all’insegna di bellezza, storia e cultura, la carta Abbonamento Musei permette l’accesso gratuito, e ogni volta che se ne ha voglia, a musei, mostre, residenze reali e ville aderenti al circuito.

La tessera ha validità di 365 giorni dalla data di acquisto e, attualmente, è possibile scegliere tra formule differenti a seconda delle zone: la carta blu, che offre la possibilità di visitare oltre 250 musei e luoghi d’arte di Piemonte e Valle d’Aosta (new entry con 16 beni inclusi nell’abbonamento), a 52 euro; e quella verde che, a 45 euro, consente di ammirare oltre 150 location comprese nel patrimonio culturale di Lombardia e Valle d’Aosta.

La tessera, acquistabile on line su www.abbonamentomusei.it oppure in uno dei punti vendita piemontesi o lombardi, permette inoltre di usufruire di tariffe ridotte a festival, stagioni musicali e teatrali.

Infine, per chi fosse interessato a un rinnovo della propria tessera, è importante sapere che l’Abbonamento Musei accresce l’offerta con l’arrivo del nuovo anno, divenendo sempre più inclusivo e smart: basta quindi portare l’Abbonamento in scadenza (entro il 31 dicembre) in uno dei punti vendita, per ricevere gratuitamente la nuova carta in sostituzione.

 

Highlights d’arte: Piemonte

Tra le innumerevoli opzioni di visita fruibili a ingresso libero grazie all’Abbonamento Musei, ecco alcuni imperdibili tips.

Inaugurata lo scorso 16 novembre, la grande mostra dedicata all’iconico fotografo Oliviero Toscani è ospitata dalla Fondazione Cosso negli spazi del Castello di Miradolo, nella serra e nel parco. Visitabile fino a maggio 2020, si tratta di un’esposizione inedita che va dagli esordi alle campagne più celebri che hanno caratterizzato lo stile e la carriera del creativo milanese.

Alla GAM di Torino c’è ancora un po’ di tempo per far visita alla selezione dei lavori in filo metallico creati da Primo Levi, esposti nella Wunderkammer. L’evento, realizzato in occasione delle celebrazioni per il centenario della nascita del grande scrittore, porta alla luce oggetti con un forte carattere intimo e domestico, destinati agli scaffali dello studio dell’intellettuale torinese oppure a essere regalati agli amici più cari.

Da non perdere poi un “pezzo da 90” a Palazzo Madama: dal 12 dicembre al 4 maggio 2020 si tiene la mostra “Andrea Mantegna. Rivivere l’antico, costruire il moderno”, rassegna dedicata a uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano, preceduta e integrata da uno spettacolare apparato di proiezioni multimediali nella Corte Medievale del palazzo.

GG Abbonamento Musei Piemonte Lombardia 3

Highlights d’arte: Lombardia

In “terra lombarda”, Monza ospita presso il piano del Belvedere della sua Villa Reale, Royal Dalì: una suggestiva introspettiva sull’artista spagnolo, composta da oltre 270 opere, dove il surrealismo può prendere vita. Al via il 7 dicembre, per due anni.

Muovendosi poi verso Milano sono molte le belle opzioni di visita. Il Museo del Novecento, fino al 1° marzo 2020, dedica un’ampia retrospettiva al pittore ferrarese Filippo de Pisis, figura di grande rilievo del Novecento italiano.

In piazza della Scala, le Gallerie d’Italia accolgono l’affascinante mostra “Canova – Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna”, che vede esposta una selezione di straordinarie sculture d’arte classica realizzate tra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo. Fino a metà marzo 2020.

Al bellissimo Museo Poldi Pezzoli è in programma, fino al 10 febbraio 2020, l’esposizione dedicata a Leonardo e la Madonna Litta, presentata con un nucleo selezionatissimo di altre opere (una ventina tra dipinti e disegni di raffinata qualità, eseguiti dal Maestro vinciano e da alcuni suoi allievi).

Infine, nel maestoso Palazzo Ducale, reggia dei Gonzaga, si tiene fino alla Befana, la mostra “Con nuova e stravagante maniera. Giulio Romano a Mantova”.

GG Abbonamento Musei Piemonte Lombardia 2

Articolo in collaborazione con Abbonamento Musei

[codepeople-post-map id="95740"]

Iscriviti alla newsletter

X