Dove trovare il mare in città a Milano

Nella calda, caldissima Milano è possibile trovare un po’ di sano refrigerio in piacevoli angolini inaspettati: ecco dove passare qualche ora al fresco d’estate in città e nei dintorni

Restare in città durante l’estate e starci bene: a Milano si può. Sì, perché a dispetto del clima non esattamente mediterraneo, non appena si affaccia la bella stagione fioriscono piscine, centri balneari, e addirittura vere e proprie spiaggette. E non soltanto nei vicini laghi, Como, Maggiore e – un po’ più in là – Garda: proprio in città. 

L’Idroscalo

Prima tappa obbligatoria per chi cerca la spiaggia in città è l’Idroscalo: il parco acquatico vicino all’aeroporto di Linate consente di ritrovarsi un po’ più al fresco, bagnarsi e pure mettere i piedi sulla sabbia! Anche nell’estate 2019 l’Idroscalo è balneabile nel tratto di bacino in Riviera Est, per ristorarsi dalla calura estiva. Dallo scorso anno troviamo anche l’Acqua Play Kids Park, un percorso gioco che si estende per circa 35 metri di larghezza per il divertimento di grandi e piccini, con piscine, scivoli, tunnel, tappeti elastici e rampe inclinate. Lo specchio d’acqua balneabile è delimitato da boe gialle e rosse e controllato dai bagnini della Federazione Italiana Nuoto per un bagno in relax e in piena sicurezza.

La balneazione è gratuita ed è aperta fino al 30 agosto, da lunedì a venerdì (dalle 10.30 alle 19.00), sabato e domenica (dalle 10 alle 19). Sempre all’interno dell’Idroscalo, c’è la spiaggia privata Beach Milano Serenella, che si affianca al lido Ultima Spiaggia. Immersa nel verde del bosco, è dotata di un angolo solarium, di un percorso fitness, di un’area giochi per bimbi e del Kiosko che offre, fra l’altro, centrifughe e frullati sani e rinfrescanti. Una vera e propria oasi di pace all’interno del Parco. Due le piscine: Punta dell’Est e Villetta. Punta dell’Est è caratterizzata da una doppia vasca più una per i bambini, con solarium, chiosco bar, terrazza lunch e privé relax. La piscina Villetta, con le sue due vasche, di cui una per i più piccoli, si trova in una zona più riparata ed è ideale per chi cerca uno spazio dove nuotare immersi nel verde.

Fresche fontane 

Un po’ di refrigerio a Milano, in tutta semplicità e stile nordico, lo si trova anche in spazi urbani dotati di zampillanti fontane che fanno la gioia dei bambini.

Basti pensare alla super moderna piazza Gae Aulenti, con le sue fontane dove dal 2017 è caduto il divieto di balneazione. O al Parco Sempione, col suo laghetto centrale pieno di tartarughe, pesci e papere.

La fontana di Villa Scheibler in zona Quarto Oggiaro ha quattro vasche quadrangolari, disposte secondo una struttura ispirata ai giardini italiani neoclassici. Ogni vasca è dotata di un gioco aria-acqua grazie a quattro spruzzatori coreografici in grado di sviluppare getti fino a 5 metri di altezza.

E infine merita una visita la nuova area inaugurata a febbraio in via Ceresio, di fronte al Cimitero monumentale: pensata come “pausa urbana”, tra erogatori di aromi, arpa pubblica, una collina di ciliegi e le spettacolari fontane che creano incredibili giochi di acqua e luce.

I Bagni Misteriosi

Tra le piscine milanesi spicca senz’altro la vecchia piscina Caimi, che oggi si chiama Bagni Misteriosi, ed è diventata un punto di riferimento non solo per la balneazione in città ma anche per la movida. L’ex centro balneare, chiuso nel 2007, è rinato grazie a un progetto della Fondazione Pier Lombardo che si occupa già da anni del prestigioso Teatro Franco Parenti. Il nome Bagni Misteriosi proviene da un’opera di Giorgio de Chirico, rielaborata dagli allievi dell’Accademia di Brera sulle pareti del Teatro, che oggi ospita gli spogliatoi della piscina. Milano aveva bisogno di un posto così: i materiali e le linee architettoniche regalano ai Bagni un’atmosfera un po’ mistica, perfetta per una fresca pausa estiva.

La politica di differenziazione dei biglietti d’ingresso a seconda dei giorni e dell’orario funziona: è possibile frequentare il centro tutto il giorno, solo la mattina, in pausa pranzo, solo il pomeriggio, estendere l’orario pomeridiano fino alle 22. Si può anche prendere l’aperitivo a bordo piscina, oppure ancora godersi uno spettacolo guardando l’azzurro dell’acqua. Un luogo adatto sia al divertimento sia al riposo di tutta la famiglia, compresi i bimbi, che fino ai tre anni entrano gratis. Sono disponibili tariffe family per due adulti con uno o più bambini. 

Piscine Milano

Un tuffo in piscina 

La stagione delle piscine all’aperto è partita a giugno, con il via alle attività dei centri balneari Argelati, Lido, Cardellino e la Sant’Abbondio del Saini. Ha riaperto anche il centro balneare Romano, completamente rinnovato dopo i lavori di riqualificazione, mentre quest’anno per lo stesso motivo resta chiuso il centro balneare Scarioni.

Le piscine all’aperto milanesi, vere oasi di verde e frescura cittadini, restano aperte fino ai primi di settembre tutti i giorni (con l’eccezione della chiusura settimanale che varia da struttura a struttura. Alla Lido e alla Argelati è disponibile un’area esclusiva nella quale trovare lettini e ombrelloni. I più sportivi possono anche sfidarsi sui campi da beach volley del Saini e del Lido. E, come tutti gli altri impianti di Milanosport, anche le piscine scoperte e i quattro centri balneari sono dotati del braccio meccanico per assistere i disabili nella discesa in acqua. 

I parchi acquatici

A poco più di un’ora da Milano si trovano alcuni parchi acquatici molto organizzati, ma volendo restare in città non mancano alcuni piccoli paradisi di giochi per i bambini e anche per chi vuole divertirsi un po’ tra scivoli e cascate artificiali.

L’Acquatica Park in zona Quinto Romano è aperto da giugno a settembre, dalle 10 alle 19. Il Beach Forum di Assago è aperto per tutta l’estate dalle 10 alle 20 con la sua piscina olimpionica.

Appena fuori città, a Inzago, c’è Acquaneva, un parco acquatico dotato di una vasca tradizionale, tre scivoli e vasca baby. Presenti anche un Parco Avventura con diverse attrazioni, un’area verde e una laguna. All’interno della struttura c’è un ristorante pizzeria che organizza spettacoli per famiglie. 

Piscine Milano

Un tuffo tra gli animali

Bisogna spingersi fino in Piemonte ma sarà una nuotata indimenticabile per i bambini che adorano gli animali. Al Bioparco Zoom di Cumiana, vicino a Pinerolo, si vive un’esperienza di nuoto davvero diversa, dopo aver ammirato gli animali dei nove habitat terrestri del parco. Due le spiagge di ispirazione africana per un tuffo vicini vicini ai pinguini e agli ippopotami! Nella suggestiva Bolder Beach – ispirata all’omonima baia sudafricana – con la sua sabbia bianca e le sue rocce tondeggianti, si può fare il bagno accanto alla vasca dei pinguini lasciandosi incantare dalla loro agilità subacquea.

Nella tranquilla Malawi Beach, invece, ci si lascia trasportare dalle dolci correnti dell’Hippo Rapid fino alla grotta dei due ippopotami, Lisa e Ze Maria, e alla vasca delle razze, dei pesci tropicali e dei piranha (vegetariani!). C’è anche un solarium e la possibilità di affittare lettini e ombrelloni.

Articolo di Elisabetta Russo

Bioparco

Iscriviti alla newsletter

X