Il mago di Oz al Teatro Carignano di Torino

da | 15 Feb, 2022 | Arte e Cultura, Dove Andare

Torna il teatro per famiglie al Carignano con il bellissimo spettacolo de Il mago di Oz

Torna l’appuntamento per le famiglie e i più piccoli del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale. Nella suggestiva cornice del Teatro Carignano va in scena “Il mago di Oz”, nato dalla penna di Lyman Frank Baum, per la regia di Silvio Peroni e l’adattamento di Emanuele Aldrovandi.

Lo spettacolo, coloratissimo, coinvolgente, pensato proprio per i più piccoli, sarà in scena al Carignano fino a domenica 15 maggio 2022, con tantissime date, anche per la scuola.

La celebre storia del Mago di Oz contiene tutti gli elementi per affascinare il pubblico di ogni età. È coinvolgente per lo spirito di avventura e il sentimento di amicizia che lega i protagonisti. Ma anche divertente per le vicissitudini che devono affrontare. Il viaggio verso la Città di Smeraldo alla ricerca del grande mago è il comune denominatore che unisce Dorothy e il suo desiderio di tornare a casa; l’uomo di latta impaziente di ricevere un cuore; il leone alla ricerca del coraggio che gli spetta e lo spaventapasseri che, oltre alla paglia, vorrebbe un cervello.

“Quello che abbiamo provato a fare  – dicono Emanuele Aldrovandi e Silvio Peroni- sia per quanto riguarda l’adattamento che l’allestimento, è stato cercare di slegarci dall’immaginario del film. Abbiamo voluto concentrarci sui personaggi del romanzo, senza considerarli dei semplici cliché stravaganti, ma provando a indagare la loro personalità. Il Taglialegna, lo Spaventapasseri e il Leone vanno dal Mago di Oz per chiedere cuore, cervello e coraggio: tre tratti distintivi di un’interiorità umana, tre capacità (amare, ragionare e agire) che tutti abbiamo, ma che a volte dimentichiamo di avere. Abbiamo bisogno che qualcuno ce le ricordi o dobbiamo impegnarci in un viaggio che ci faccia riscoprire quello che pensavamo di non avere o di avere perso”.

Orari: sabato alle ore 15.30 e domenica ore 10.30

Prezzo: 5 euro (fuori abbonamento)

Età consigliata: dai 5 anni

Per info e prevendita: www.teatrostabiletorino.it

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista