La piccola invasione, torna a Ivrea anche il festival dedicato ai più piccoli

da | 27 Mag, 2022 | Arte e Cultura, Dove Andare

Da giovedì 2 giugno a domenica 5 giugno torna a Ivrea La grande invasione, il festival dedicato alla lettura e alla scoperta del libro. Al suo interno si inserisce, come ogni anno, La piccola invasione, il festival in miniatura pensato e programmato per i bambini e gli adolescenti. Quattro giorni di incontri, presentazioni, laboratori e spettacoli con un ricco programma

Al maestro Mario Lodi

La piccola invasione festeggia un anniversario di rilievo: i 100 anni dalla nascita del maestro Mario Lodi. In programma incontri, appuntamenti e momenti gioiosi, tra cui Cipì a puntate, uno spettacolo teatrale. Sarà poi Franco Lorenzoni, venerdì 3 giugno, ad approfondire la figura di Lodi, il cui centro ruota attorno ai concetti di dialogo e democrazia. La storia di Cipì verrà raccontata con diversi linguaggi: il teatro e il dialogo, ma anche con gli origami, sabato 4 giugno in un laboratorio per bambini. Domenica 5 giugno, invece, sarà Vanessa Roghi insieme a Fabio Geda a riprendere le fila dell’opera lodiana, in una conversazione dedicata a Cipì, a Lodi e al pensiero democratico. 

Teatro, poesia e disegno

Anche per questa edizione saranno moltissimi gli ospiti che approderanno a Ivrea per intrattenere e confrontarsi con il pubblico dei più piccoli. Tra i molti invitati, Gek Tessaro, autore e illustratore per bambini, che terrà domenica 5 giugno uno spettacolo teatrale disegnato. Sarà presente anche Bruno Tognolini, celebre poeta e scrittore per l’infanzia, con tre incontri dedicati alla filastrocca, al teatro e alla poesia. Ad animare La piccola invasione sarà anche Noemi Vola, illustratrice e autrice del fortunato Sulla vita sfortunata dei vermi (Corraini, 2021), che leggerà venerdì 3 giugno insieme ai bambini eporediesi. 

Per gli adolescenti

La piccola invasione non dimentica l’adolescenza. Quest’anno, infatti, sono molti gli incontri pensati per gli adolescenti, tra cui un dialogo con Brian Freschi e gli studenti delle Scuole primarie di primo grado, e un altro tra Matteo Saudino alias Barbasophia e gli allievi del Liceo scientifico Gramsci e del Liceo Classico Botta. Al Teatro dell’Orsa, poi, si svolgerà giovedì 2 giugno uno spettacolo teatrale intitolato La lettura è un atto ribelle che può causare dipendenza. Un viaggio tra albi e romanzi per lettori appassionati e non lettori curiosi, pensato anche per i più grandi, con Monica Morini e Annamaria Gozzi.

I libri di Terre di Mezzo

L’editore ospite dell’edizione 2022 della Piccola invasione èTerre di Mezzo. La Casa editrice, da sempre attenta al futuro e all’analisi del tempo presente, sarà presente al festival con incontri e laboratori. Inoltre porterà a Ivrea molti dei suoi autori e autrici, quali Letizia Iannaccone, Emma Lidia Squillari, Maja Celija, Luca Tortolini e Danieli Carucci. L’associazione Alce Rosso curerà una serie di letture e laboratori tematici sui libri Terre di Mezzo. 

Costruire la scuola

Grande spazio verrà dedicato alla riflessione sulla didattica e sulla pedagogia, tema cruciale degli ultimi anni, affrontato in diversi momenti di condivisione e confronto. Si inizia giovedì 2 giugno alle ore 11 con un incontro per insegnanti, educatori e genitori dal titolo Le pratiche Freinet per la scuola di oggi. Un sistema alternativo alla pedagogia tradizionale, con Enrico Bottero e a cura di Gessetti Colorati. Tra i molti appuntamenti, venerdì 3 giugno sono in programma una serie di incontri tra le scuole del luogo e autori di letteratura per ragazzi, scrittori e professionisti. La discussione attorno alla scuola e a modi alternativi di viverla e costruirla continua con una da venerdì a domenica con esperti e professionisti.

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista