Leonardo superstar, le mostre da non perdere

Tutte le mostre e gli eventi su Leonardo a misura di bambino: dalla Vigna a Leonardo 3D, dal codice di Volo al Ritratto di vecchio 

Leonardo da Vinci, si sa, è un personaggio senza tempo. Sono passati 500 anni dalla morte, eppure non è mai stato così vivo. Quest’anno, in occasione dell’anniversario della sua morte, viene trattato come una star, a cui l’Italia intera dedica innumerevoli iniziative culturali. Naturalmente c’è la Toscana, terra natia, ma anche Torino e Milano si stanno dando da fare.

Il “ritratto di vecchio” in mostra

A Torino è custodita una delle opere più iconiche, il Ritratto di vecchio, ritenuto l’autoritratto ed eseguito a matita sanguigna. Vederlo dal vivo è un’esperienza: in mezzo a quei tratti rapidi, essenziali e già così moderni, si viene catturati dallo sguardo profondo del soggetto. In occasione delle celebrazioni si può vedere l’autoritratto insieme al prezioso nucleo di disegni autografi di Leonardo conservati alla Biblioteca Reale di Torino, che comprende tredici disegni acquistati dal re Carlo Alberto nel 1840 e il celebre Codice sul volo degli uccelli, donato nel 1893 al re Umberto I. 

Disegni e macchinari

Ai Musei Reali – Galleria Sabauda – fino al 14 luglio la mostra “Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro” racconta le ricerche tra scienza e arte attraverso lo strumento del disegno, dalla giovinezza alla piena maturità. 

Il Codice sul volo sarà esposto insieme a un apparato multimediale che darà spazio ai tanti interessi del nostro genio. Non mancano alcuni macchinari leonardeschi prestati del Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Il calendario delle attività si trova sul sito www.leonardoatorino.it, con molti eventi specifici per famiglie. Segnaliamo per esempio le proposte del sempre attivissimo Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli: l’appuntamento a giugno, con i Weekend’Arte è intitolato “Volare… nel blu dipinto di blu”, un workshop per grandi e piccini ispirato al sogno del volo e al desiderio di infinito: www.castellodirivoli.org.

Doppio al Museo della Scienza

Se Torino custodisce il prezioso autoritratto di Leonardo, Milano vanta un legame durato vent’anni, in età matura, mentre esplorava i campi del sapere ed offriva al duca Ludovico il Moro il meglio della sua creatività. Tra le eredità lasciate ci sono molti interventi sul territorio, dal sistema di navigazione dei Navigli al famosissimo Cenacolo dipinto nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie. 

Il Museo della Scienza e della Tecnologia, che porta il suo nome, organizza una doppia esposizione: Leonardo Parade (fino al 13 ottobre) espone in modo evocativo le due collezioni con cui il Museo ha aperto al pubblico nel 1953.

Ci sono bei modelli realizzati negli anni ’50 e gli affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, all’epoca concessi in deposito dalla Pinacoteca di Brera. Accanto alle macchine sono esposti altri modelli di architetture militari e civili, in gesso e terracotta, restaurati e nuovamente visibili. In questo particolare accostamento tra arte e scienza, i progetti di Leonardo si svelano in tutta la loro genialità e modernità. 

Il Museo come sempre offre a bambini, ragazzi e famiglie molte opportunità di approfondire i contenuti.

Esperienze immersive

Sempre più le mostre si avvalgono della tecnologia per conquistare i visitatori, grandi e piccini. Leonardo3 – Il Mondo di Leonardo si trova in piazza della Scala e mette in mostra macchine e dipinti, codici digitali, disegni e stazioni interattive multimediali, fino a dicembre, con anche laboratori per bambini. 

Fino al 30 giugno la Cripta di San Sepolcro, la chiesa sotterranea più antica della città, ospita Leonardo & Warhol, the genius experience, un evento incentrato su ambienti immersivi. Nell’accostamento insolito c’è la Milano vissuta, disegnata e immaginata da Leonardo da Vinci e l’opera di un genio dei giorni nostri, Andy Warhol, che ha realizzato la propria reinterpretazione dell’Ultima cena. Anche in questo caso sono proposti laboratori dedicati ai bambini: www.thegeniusexperience.it.

Impossibile non essere curiosi di provare l’esperienza totalmente immersiva di Leonardo alla Fabbrica del Vapore. In una perfetta sinfonia di musica, colore e immagini, Leonardo Da Vinci 3D è una mostra rivoluzionaria e futuristica che racconta il genio attraverso una ricercata combinazione di realtà aumentata, ologrammi e percorsi immersivi. 

Leonardo originale

Non dimentichiamo, certamente, il fascino unico e irripetibile delle opere d’arte originali. Il Castello Sforzesco è il fulcro delle celebrazioni, con la riapertura eccezionale della Sala delle Asse, dal 2013 interessata dai restauri. Occasione preziosa per ammirare uno dei capolavori di Leonardo che rivela tutta la sua sapienza di pittore scientifico e grande botanico (fino al 18 agosto). 

Preso d’assalto, il Cenacolo a Santa Maria delle Grazie si può visitare solo su prenotazione. Nella stessa zona, una meta alternativa è la Vigna di Leonardo.  Mentre il maestro si trovava a Milano alla corte di Ludovico il Moro e lavorava al suo grande capolavoro, il duca donò all’artista una vigna in centro città in segno di riconoscimento. Riaperta al pubblico da poco, questa raffinata oasi verde nel cortile della Casa degli Atellani è il giusto mix tra cultura e relax, rigorosamente a tema!

 

 

Iscriviti alla newsletter

X