Gli amici a quattro zampe tra le corsie di pediatria

da | 7 Nov, 2022 | Lifestyle, News

Dopo due lunghi anni di pausa, riprende il progetto di Dog Therapy di For a Smile Onlus con i bambini ospedalizzati. Si parte da Milano, ma è tutto pronto per Torino e Roma

Ospedali sempre più umani ed empatici, che facilitano il contatto con la natura e tra esseri umani. Umani e non solo. È questo il tentativo a livello internazionale, perché – ormai lo sappiamo – vivere emozioni piacevoli aumenta il benessere, abbassa lo stress e facilita la guarigione. Lo sa bene For a Smile Onlus che da anni porta la Dog Therapy nelle corsie degli ospedali pediatrici e tra i banchi di scuola.

La Dog Therapy  torna in corsia

Un emozionante ritorno quello che vede i cagnolini di For a Smile Onlus nelle corsie degli ospedali pediatrici italiani, per il progetto nazionale di Dog Therapy Basta una zampa. Dopo due lunghi anni di stop delle attività negli ospedali, causa Covid, ripartono da Milano le sessioni che vedono i cagnolini insieme ai bambini ospedalizzati. “Accade sempre qualcosa di straordinario, quando un bambino vede un amico a quattro zampe che gli corre incontro. Ed è accaduto anche qui al San Paolo” – ha commentato Ludovica Vanni, Presidente e Socio Fondatore di For A Smile Onlus. “Accade che la routine della vita ospedaliera all’improvviso cambi. Si accende la curiosità e la voglia di scendere dal letto e giocare. La Dog Therapy aiuta i piccoli pazienti ad aumentare la fiducia in se stessi, riducendo la tensione e migliorando il loro benessere psico-fisico, donando così gioia anche alle loro famiglie”.

Si parte dal San Paolo di Milano

Le sedute di I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali – Dog Therapy) sono partite a Milano al reparto di Pediatria del San Paolo ma è tutto pronto per entrare anche tra le corsie  di Milano, Roma e Torino. “Abbiamo accolto con piacere il dono offertoci da For A Smile Onlus ed Elanco” ha dichiarato il dott. Giuseppe Banderali, Direttore della struttura di Pediatria e Neonatologia, dell’Ospedale San Paolo di Milano. “Abbiamo aperto le porte della nostra struttura a questi speciali cagnolini. Come pediatra credo molto nella possibilità che hanno i cani, e altri animali domestici, di mettersi in relazione con i pazienti più fragili. In questo momento storico di post covid, di fragilità umana, soprattutto per bambini e anziani, l’intervento con i cani ha proprio la capacità di ridurre situazioni di stress e di ansia emozionale. Iniziative come queste sono di aiuto per i pazienti, per i loro familiari ma anche per gli operatori sanitari che svolgono un lavoro estremamente importante e carico di responsabilità. I cani riescono ad entrare in relazione con i pazienti, anche i più complessi, e dare loro stimoli positivi. Un’esperienza molto emozionante. Siamo convinti che la Dog Therapy sia un aiuto in ospedale per rendere gli spazi sempre più accoglienti e familiari.”

Il progetto Basta una zampa: in ospedale e a scuola

Il progetto di Dog Therapy è partito negli ospedali nel 2017 ed è stato poi sospeso a causa della diffusione del Covid. In concomitanza con la riapertura della scuola, dopo i lunghi periodi di lockdown e isolamento, For a Smile ha deciso di far entrare i cagnolini nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, per facilitare l’integrazione e una nuova socialità. Le attività sono state realizzate negli anni 2021 e 2022 nelle scuole in Piemonte, Lombardia e Sardegna, cercando di rendere la scuola più accogliente e accessibile. Oggi si torna in ospedale, e a beneficiarne sono i bambini e le loro famiglie, insieme a tutto lo Staff medico-clinico che può operare in situazioni di minor stress per i piccoli pazienti. Un sostegno prezioso quello della Dog Therapy, in un momento delicato, durante il quale si genera spesso uno stato di forte insicurezza e ansia, sia per il bambino che per la famiglia.

I benefici della Dog Therapy

Non servono troppe parole se si ha la fortuna di assistere ad un intervento di Dog Therapy, specialmente nelle situazioni di difficoltà e stress. “L’obiettivo del progetto – spiegano da For a Smile Onlus – punta al miglioramento della qualità della vita e all’incremento del benessere dei bambini, attivando e sostenendo le loro risorse di crescita e progettualità individuale. Attraverso l’interazione sociale con un animale formato appositamente, i percorsi di Dog Therapy lavorano sull’aumento della fiducia in se stessi; sull’elaborazione del linguaggio verbale e non-verbale; sul senso di protezione in una fase dominata dall’incertezza; per il miglioramento di alcuni aspetti motori e dello spirito di gruppo e come valvola di sfogo emotivo. Queste iniziative sono particolarmente indicate per bambini che vivono in contesti fragili, per i bambini con disabilità, affetti da autismo o altri disturbi del neurosviluppo.

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista