I libri da mettere in valigia per la vacanza con i bambini

Non è assolutamente pensabile partire per le vacanze senza libri per i bambini. Servono in casa nelle ore più calde, in treno, la sera, in attesa dei pasti o se piove. Ma quali sono i libri ideali per il viaggio? Leggeri, compatti e magari anche interattivi.

Piccoli libri da leggere

Non si smette mai di leggere. Neanche e tanto meno in vacanza. Che siano da farsi leggere dai più grandi o le prime letture in autonomia, la parola d’ordine è: tascabile. Babalibri ha appena lanciato la collana Superbaba, testi per le prime letture, in dimensioni e peso da viaggio. I testi sono in stampatello minuscolo o maiuscolo a seconda dell’età del lettore e accompagnati da splendide illustrazioni.

Bababum invece è la collana da viaggio che ripropone i titoli più amati del catalogo in formato 15×19 cm. Leggerissimi, sono meravigliosi e non perdono nulla del fascino degli originali big size.

5, 10 o 15 minuti

La collana Tre passi di Emme Edizioni propone testi compatti e leggeri (14×18 cm) di storie da leggere in 5, 10 o 15 minuti. Le prime, più brevi, sono scritte in stampatello per i primissimi lettori. Tutte riportano in fondo esercizi e giochi sul racconto appena letto.

Gli Albumini, della stessa casa editrice, sono libri di una trentina di pagine, meravigliosamente illustrati, in un formato di 15×20,5 cm. Tra i titoli: Il gruffalò, Zog, ma anche Alice cascherina e I viaggi di Giovannino perdigiorno di Rodari.

 

 

Giochi scaccia-noia in viaggio

Le schede Usborne sono sempre meravigliose. Ce ne sono di diverso tipo, plastificate, in blocco, per imparare la matematica, a disegnare o a leggere l’orologio. Per il viaggio? Il Blocco scaccia-noia o il Blocco di giochi da viaggio sono schede di giochi, indovinelli, grattacapi e cruciverba di diversi gradi di difficoltà, ottimi per passare il tempo durante i lunghi viaggi.

Il diario di viaggio

“Appunti di viaggio. L’arte di fermare i ricordi”, a cura di Pino Pace (Lapis Edizioni) è uno strumento per imparare a strutturare un proprio diario di viaggio. Agile, colorato, brillante, è pensato per i ragazzi oltre i 10 anni. Come provare a fermare i ricordi di un viaggio? Cosa raccogliere, come scegliere e come conservarlo? Passo passo, il testo interamente illustrato da Allegra Agliardi spiega come fare il proprio carnet de voyage, così come facevano gli esploratori, i curiosi, gli scienziati che andavano in giro per il mondo e poi lo raccontavano a chi era rimasto a casa.

Guardare le stelle

In vacanza finalmente si ha un po’ di tempo per restare svegli a…guardare le stelle! “Il mio taccuino delle stelle” è la proposta di Usborne perfetta per i piccoli appassionati di stelle e pianeti. Il taccuino riporta illustrazioni, tante informazioni affascinanti, spazi per prendere appunti sulle stelle avvistate e tanto altro. Le tabelle aiuteranno gli astronomi in erba e gli amanti dell’Universo ad individuare le proprie costellazioni preferite, ovunque, e in qualsiasi periodo dell’anno.

Iscriviti alla newsletter

X