Il mio piccolo erbario

In prossimità del solstizio d’estate, una deliziosa attività creativa, il piccolo erbario, da fare all’aperto nelle belle giornate estive

Quando le giornate si allungano e il sole splende, è bello fare passeggiate nella natura con i bambini, osservare piante e animali e fare piccole scoperte nel verde, utili per creare un piccolo erbario. Nello zaino di un piccolo esploratore non dovrebbero mai mancare un taccuino, una matita e un libro per raccogliere, osservare e infine pressare, tra le pagine, le foglie che si possono trovare a terra, collezionandole assieme ai piccoli fiori di campo. Questa ricerca per i bambini può trasformarsi in una vera e propria caccia al tesoro, un viaggio alla scoperta delle infinite varietà botaniche che popolano i parchi cittadini e le nostre alte montagne. Per guidarli nella nomenclatura e nel riconoscimento delle piante possiamo affidarci a un manuale tascabile adatto alla loro età, la “Piccola guida alle foglie” pubblicato da Nomos Edizioni, con i disegni realizzati dall’abilissimo illustratore Tom Frost. L’album comprende 40 meravigliosi esemplari di piante, quelle che più comunemente troviamo facendo una passeggiata o una escursione e che si possono riconoscere partendo dall’osservazione della morfologia fogliare.

Per creare un erbario servono:

– una matita HB
– fogli di carta A5 80 gr (ricavabili dividendo a metà un foglio A4)
– un foglio di acetato trasparente formato A5
– una spugna morbida (quella che si usa per lavare i piatti)
– inchiostro nero calcografico ad olio (reperibile nei negozi di belle arti)
– un guanto in lattice

Realizzazione:

1. Utilizziamo un guanto per non sporcarci e prendiamo una piccola noce di inchiostro calcografico: con l’aiuto della spugna riempiamo il foglio di acetato trasparente, in uno strato molto leggero. Questo passaggio è detto “preparazione della matrice”.

2. Ora che la nostra matrice è pronta, inizia il divertimento! Quante foglie e fiori abbiamo raccolto durante il cammino? Disponiamole vicine, una a fianco all’altra, in un tavolo oppure sull’erba.

3. Sulla matrice appena inchiostrata, poggiamo delicatamente un foglio di carta. Con la matita HB ben appuntita, disegniamo sul foglio modulando la pressione del segno per ottenere effetti diversi. Quando il disegno è terminato, solleviamo il foglio da un angolo e ammiriamo il risultato!

4. Possiamo ripetere il procedimento quante lo desideriamo e infine creiamo il vostro erbario inserendo le stampe in un quaderno. La stampa più bella meriterà poi di essere incorniciata e appesa!

www.art4life.it

Iscriviti alla newsletter

X