Il primo uomo sulla Luna: tutti gli eventi dedicati, a Torino e dintorni

Eventi per grandi e piccini a 50 anni dal primo uomo sulla Luna.

Il 2019 è un anno ricco di anniversari importanti.

Oltre al 500° di Leonardo, il 50° dello sbarco del primo uomo sulla Luna avvenuto nel 1969.

Sembra passato un secolo… talmente tante cose sono cambiate da allora!

Oggi l’umanità punta dritto verso Marte, c’è persino chi vive nello spazio nella stazione orbitante, ma la Luna mantiene intatto tutto il suo fascino.

Quel “piccolo passo per l’uomo, grande passo per l’umanità” del primo astronauta sulla Luna viene celebrato a Torino con un ricco programma di eventi.

Il tutto è coordinato, naturalmente, dal Planetario Infini.to di Pino Torinese insieme a numerosi partner.

Da Infini.to

Sempre attivo nella divulgazione scientifica aperta a tutti, Infini.to ha previsto molte iniziative a tema per le famiglie. Il primo weekend di ogni mese, La Luna per i più piccoli è l’attività dedicata all’esplorazione spaziale per bimbi e ragazzi dai 5 agli 11 anni.

Sono invitati a trasformarsi per un’ora in un esploratore dello Spazio costruendo navicelle per immaginari viaggi nell’Universo.

E poi modellando oggetti celesti, lasciandosi ispirare dalla magia del Cosmo con fantasia e curiosità.

Inoltre è in calendario un evento speciale il 7 giugno, Notte al Planetario.

E’ una lunga nottata in cui piccoli (dai 6 anni) e grandi curiosi del cielo insieme allo staff possono ripercorrere le tappe fondamentali delle missioni Apollo. Che 50 anni fa portarono per la prima volta l’uomo sulla Luna.

A luglio le attività si intensificano, fino ad arrivare alla Moon week in concomitanza con l’anniversario dell’allunaggio il 20 luglio.

GG il primo uomo sulla luna1

Nel primo fine settimana del mese, il 7 luglio, all’interno dell’iniziativa Lo Spazio ai bambini, c’è un’attività di lettura animata, musica, teatro e giochi d’altri tempi.

E’ dedicata alla Luna, a cura di “Bombetta” e adatta anche ai più piccoli (dai 4 anni).

Moon Week and more…

Durante la Moon Week al Planetario, dal 16 al 21 luglio, full immersion di eventi a tema, alcuni più interessanti per gli adulti, altri per tutti.

Osservazioni al telescopio, simulatori, approfondimenti scientifici, musica e letture per celebrare il nostro satellite e le straordinarie imprese di 50 anni fa.

Il 16 luglio la Luna è protagonista di uno dei fenomeni astronomici più attesi dell’anno, l’eclissi parziale che sarà visibile in alcune parti del mondo, tra cui l’Italia.

Chi lo desidera potrà lasciarsi incantare dall’osservazione lunare al telescopio dalla terrazza del museo.

La sera successiva, il 17 luglio, è dedicata ai più romantici con Parole e note alla Luna.

Si prende spunto dalla potenza ispiratrice che la Luna ha avuto nel mondo della musica e della letteratura, a cura di Daniela Fargione.

Il 19 luglio serata musicale con le sonorità dei Pink Floyd insieme ai Time Machine, Song for Stars – Lo spettacolo del cielo in musica.

Si arriva poi all’importante data del 20 luglio in cui verrà inaugurata Moon Explorer.

E’ una postazione museale dotata di un simulatore con cui esplorare la superficie lunare.

E immaginare di prendere parte alle missioni future, proiettandosi intorno a una stazione circumlunare.

La “Maratona lunare” continua alla sera per i più nostalgici per rivivere la cronaca dei tratti salienti della missione Apollo 11.

Il 21 luglio con il nuovo spettacolo del Planetario Quel piccolo grande passo dedicato all’esplorazione lunare.

GG il primo uomo sulla luna2

GG il primo uomo sulla luna3

Al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Cambiando location, luglio è anche il mese in cui inizia la Summer school al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

Il Dipartimento Educazione che ha avviato una nuova collaborazione con il Planetario.

La Summer school, infatti, ogni anno è dedicata a un tema diverso e nell’edizione 2019 si chiamerà Artenauti & Astronauti nello spazio siderale in omaggio allo sbarco del primo uomo sulla Luna.

E alle tante opere di artisti contemporanei, alcune presenti nella collezione permanente del museo.

Sono ispirate al fascino dei corpi celesti, al grande mistero dell’Universo e al desiderio dell’uomo di scoprirlo e conquistarlo.

Le Artenaute del Dipartimento Educazione accompagneranno i ragazzi in un meraviglioso viaggio tra arte & scienza, arricchito dai Racconti di Luna a cura di Infini.to.

I campus settimanali al Castello di Rivoli (dal 1° luglio al 2 agosto e dal 2 al 6 settembre) sono aperti a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.

È possibile iscriversi anche alle singole giornate, indispensabile la prenotazione scrivendo a educa@castellodirivoli.org.

GG il primo uomo sulla luna4

Il primo uomo sulla Luna, a Torino e dintorni

Innumerevoli le iniziative nel territorio.

I più pigri potrebbero imbattersi nei telescopi portatili del progetto Segui la Luna, incursioni degli astronomi di Infini.to in giro per Torino.

Si permette ai passanti curiosi di osservare la Luna al telescopio dalle più belle piazze, dalle strade, dai parchi della città e in collegamento con il progetto del Comune Bibliobus.

Il calendario aggiornato si trova sul sito del Planetario e sono previste alcune tappe anche nei comuni della prima cintura.

In occasione delle Settimane della Scienza, il 9 giugno presso il Mausoleo della Bela Rosin, in Strada Castello di Mirafiori si terrà La Luna al Mausoleo.

E’ un’intera giornata di laboratori, osservazioni con i telescopi, conferenze e letture organizzate dall’Associazione CentroScienza Onlus.

Occasione per unire passato e presente nell’antico edificio, ispirato al Pantheon di Roma, e nel suo parco.

A Palazzo Madama e alla Promotrice delle Belle Arti

In città ci saranno anche vere e proprie mostre sul tema, in particolare Palazzo Madama dal 19 luglio presenta Dalla Terra alla Luna, in collaborazione con la GAM di Torino.

E’ un percorso storico-artistico che evidenzia come “l’astro d’argento” abbia affascinato da sempre poeti, letterati, artisti, oltre che scienziati e semplici curiosi. Tra cui un collezionista torinese che ha raccolto decine di cimeli dedicati all’avventura lunare per lungo tempo sognata e immaginata dall’uomo.

Promette di essere simpatica e curiosa, quindi, la visita alla “stanza delle meraviglie lunari” provenienti da questa collezione privata, che sarà allestita in mostra insieme a opere d’arte antica, moderna e contemporanea.

Infine, bisognerà aspettare il 22 novembre per visitare Space Adventure alla Promotrice delle Belle Arti, mostra interattiva che racconta lo spazio e le sue meraviglie con gli occhi (e gli oggetti) della NASA e della Città delle Stelle in Russia.

Oltre a proporre l’esperienza dello Space Camp, per sperimentare su di sé le sensazioni che provano gli astronauti in addestramento.

Buona passeggiata spaziale a tutti!
Guarda che Luna!

[photo by Infini.to, Dipartimento Educazione Castello di Rivoli]

GG il primo uomo sulla luna5

Indirizzo

Piemonte

Iscriviti alla newsletter

X