Le lanterne di San Martino: la festa dell’11 novembre

L’11 novembre si celebra San Martino, una festa particolarmente sentita nel Nord Europa, ed è tradizione costruire delle lanterne da accendere durante la tradizionale marcia nel bosco.

Qualche giorno fa in una delle tante chat di genitori mi hanno invitato ad un corteo di lanterne nel bosco per la festa di San Martino. Non ne sapervo nulla e così mi sono documentata, prima di prendere carta e fil di ferro.

Le lanterne di San Martino

L’11 novembre si celebra San Martino, una festa particolarmente sentita nel Nord Europa, ed è tradizione accendere le cosiddette lanterne di San Martino. In Germania ogni anno si organizza la Laternenumzug, una processione al buio durante la quale i bambini sfilano con le lanterne accese, le appendono ai rami degli alberi e recitano alcune filastrocche. Così anche in Belgio, Olanda, Francia. Con la festa di San Martino si da inizio al periodo natalizio e le lanterne tradizionalmente vengono accese ogni giorno fino alla notte di Natale.

Accendere le lanterne porta bene

Si dice che tenere accese le lanterne di San Martino porti bene. La candela rappresenta il calore estivo, il calore umano ed è simbolo di buona fortuna. Le lanterne poi servono anche a illuminare i boschi per aiutare gli animali a trovare la tana per ripararsi dal freddo. Per questo vengono appese agli alberi. Il corteo è molto suggestivo per grandi e piccini.

Costruire la lanterna di San Martino

Nei Paesi dove nasce questa tradizione ogni bambino si costruisce la lanterna per la marcia. Coinvolgere i bambini nella costruzione della lanterna in vista della fiaccolata di San Martino può essere una bellissima idea per passare il tempo in casa e prepararsi alla festa.

Ecco cosa serve, secondo le istruzioni del blog De mi casa al mundo (al link le istruzioni passo passo).

  • Forbici

  • Colla

  • Un po’ di filo

  • Un portacandele

  • Un contenitore di formaggi rotondo

  • Carta trasparente

La scatola dei formaggini serve da base su cui pinzare la carta trasparente già abbellita con fogli colorati, foglie o altro. Una volta creato il cilindro, la parte superiore -che rimane aperta- va rafforzata con un anello di cartoncino. Sul cartoncino saremo due buchini per inserire il fil di ferro che fa da manico. Nel centro della scatolina di formaggio metteremo il lumino, magari fissato con un po’ di colla. La lanterna è pronta per essere portata!

Filastrocche sulle lanterne

Sono diverse le filastrocche o le canzoncine per bambini legate alle lanterne novembrine. Le originali sono in lingue tedesca, ma eccone qualcuna in italiano.

Io porto la mia lanterna

Io porto la mia lanterna, la porto sempre con me
In cielo brillano le stelle e qui Lei arde per me
Col lumicin io vo’ in cammin, rabimmel rabammel rabum
Ad uno ad uno ce ne andiamo piano piano
Su bimbi a casa torniam, su bimbi a casa torniam.

Lanterna

Lanterna che brilli nella notte scura
Dimmi dove andare, dimmi dove andar
Senza luce nel buio, non posso restar
Lanterna, lanterna.

San Martino cavaliere

San Martino, cavaliere,
ti ringrazio per la luce,
che per strada mi conduce,
e mi illumina il cammin.

La lanterna

La lanterna che ci illumina il cammin
nelle notti senza luna
che ci guida verso la felicità sempre uniti ci terrà.
Se per caso abbiamo litigato un po’
qui ci vuole la lanterna
con la fiamma sempre lei ci aiuterà e la pace si farà.
Alla Grande Quercia tutte accorse siam
e comincia qui il Consiglio
con la fiamma sempre lei ci aiuterà e la gioia ci sarà.

Leggi anche

Osterbrunnen, la tradizionale “fontana delle uova” della Pasqua tedesca

Iscriviti alla newsletter

X