Mini-me o Maxi-you: i bimbi si vestono come mamma e papà

È stata lanciata dalle star del cinema statunitense, ma è arrivata anche nelle collezioni low cost. La moda Mini me vuole vestire le bambine uguali alla mamma e i maschietti come papà. Attenzione però a non ridicolizzare grandi e piccini.

Mini-me: i marchi

Lo hanno fatto per prime le grandi firme come Gucci e Dolce &Gabbana, con proposte di fiori e fantasie uguali per mamme e figlie. Eppure da qualche tempo la moda Mini me è accessibile a tutte grazie alle collezioni lanciate da catene di abbigliamento low cost come OVS, H&M e Kiabi. Si tratta di modelli e abbinamenti per le mamme attente alle nuove tendenze e per le figlie che non vogliono rinunciare a vestire come loro. Su Amazon anche si trova di tuttoa prezzi interessanti, con taglie per grandi, piccoli e piccolissimi, per lui e per lei.

Maxi-you

Maxi you è la moda contraria al Mini me, e sono mamma e papà a copiare le fantasie dei più piccoli. I motivi sono più giocosi, con riferimenti a supereroi e letteratura d’infanzia. Le proposte nascono dalla moda Bambina e gli stessi abiti vengono proposti in versione maxi. Monnalisa, per esempio, marchio specializzato nella moda bambini, ha creato la linea Maxi You con una collezione di 12 outfit adatti a mamma e figlia in ecopelle e tulle, fantasia gipsy o tinta unita.

 

Family look

Il passo verso il Family outfit è brevissimo. Il marchio Patpat ha un enorme catalogo di proposte per Daddy and me, Mommy and me ma anche di Family look, con costumi, pigiami e magliette per tutta la famiglia! Anche Little miss and mommy ha una categoria di family outfit con magliette, pantaloni e felpe. Sul sito di Dress like mommy si può scegliere tra tanti coloratissimi articoli di abbigliamento, per il giorno, per il mare, per la casa e per la notte.

Attenti al ridicolo

I capi di abbigliamento che vengono proposti per adulti e piccini sono modelli molto semplici, lineari, che si sbizzarriscono nelle fantasie più che nel taglio. Non sono provocatori, ma piuttosto ironici e divertenti. Vestirsi uguali deve essere un bellissimo gioco e un momento di condivisione, ma attenzione a non ridicolizzare nessuno o a non fare scelte “scomode”, nel vero senso della parola. Il rischio è che le mise sia inopportuna per gli adulti e che invecchi o imbruttisca le bambine e i bambini. Quindi è sempre bene che ci siano dei dettagli giusti per l’età, che le scarpe siano comode per i piccoli e tutto pratico per il movimento e per il cambio.

 

Leggi anche Agender. La moda per bambini non ha genere

Iscriviti alla newsletter

X