SOU, la prima scuola di architettura per bambini

da | 9 Set, 2022 | Corsi e Lab, Eventi, Lifestyle

Arriva a Torino SOU, la scuola che avvicinerà i bambini dai 7 ai 12 anni all’architettura, all’urbanistica e all’ambiente

SOU – School of Architecture for Children è un progetto senza scopo di lucro sviluppatosi all’interno del Farm Cultural Park, uno dei centri culturali indipendenti più influenti del mondo culturale contemporaneo in ambito di ripensamento e rinascita di città in fase di spopolamento. 

Si tratta di un vero e proprio Parco culturale, nato nel 2010 da una coppia di professionisti siciliani, Florinda Saieva e Andrea Bartoli, che hanno trasformato il centro storico della loro città d’origine, Favara, in provincia di Agrigento, in un luogo di innovazione per promuovere una nuova identità per la città e tracciare una strada per il futuro.

Il progetto, grazie alle iniziative e agli eventi correlati, ha trasformato il paese nella seconda attrazione turistica della provincia di Agrigento dopo la Valle dei Templi.

Educare alla libertà di pensiero

La Scuola di Architettura per Bambini, il cui nome rende omaggio da uno dei più importanti architetti contemporanei al mondo, il giapponese Sou Fujimoto, è ospitata proprio all’interno di Farm Cultural Park.

Missione della scuola è stimolare la riflessione, la progettazione e l’azione per un miglioramento della società, educando ai valori di accoglienza, partecipazione, solidarietà, generosità e impegno sociale. Ma anche abituare i bambini alla libertà del pensiero, alla magia della creatività, al desiderio di rendere possibile l’impossibile e alla realizzazione dei propri sogni.

SOU a Torino

La Fondazione per l’Architettura di Torino ospiterà una delle nuove sedi di SOU per il prossimo biennio; a partire da quest’autunno quindi, anche Torino avrà la sua sede della scuola. 

Verranno organizzati laboratori, gite e incontri nel pomeriggio, dopo l’orario scolastico e nel corso di tutto l’anno, circa una volta alla settimana.

Il tema del primo anno sarà “RadicalShe, per promuovere azioni di rigenerazione culturale dei luoghi per una emancipazione spaziale e sociale delle donne. 

RadicalShe è anche un hub culturale e creativo ad alto impatto sociale che si rivolge a tutte le ragazze e le donne nell’ambito della Quadriennale d’Arte di Farm Cultural Park a Favara.

Un cambiamento che parte dai bambini

“Siamo spesso abituati ad ammirare trasformazioni virtuose messe in atto all’estero, ma sono convinta che si possano attivare e sviluppare anche da noi in Italia, e che i bambini debbano farne parte”, sostiene Alice Furioso, direttrice della nuova sede torinese di SOU, architetto ed esperta in didattica e progettazione culturale per l’infanzia.

“Il mio compito per i prossimi due anni sarà quello di coordinare l’attività della scuola e di individuare insieme alla Fondazione per l’Architettura gli architetti, i designer e i collaboratori che da questo autunno avvicineranno le bambine e i bambini all’urbanistica, all’architettura, all’ambiente, alla costruzione di comunità, ma anche all’arte, al design, all’agricoltura urbana e all’educazione alimentare”.

Le iscrizioni sono aperte per tutti coloro che vogliono immaginare, insieme, le città del futuro. 

Per informazioni: 

sou@fondazioneperlarchitettura.it

architettura per bambini

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista