RI-CREAZIONE: a Cagliari una mostra sulle storie dentro e dietro i giochi

C’è tempo ancora fino al 15 dicembre per andare a visitare “RI-CREAZIONE”, una mostra sulle storie dentro e dietro i giochi allestita presso le storiche Officine Sa Manifattura, in Viale Regina Margherita 33 a Cagliari.

Ideata dallo Sportello Proprietà Intellettuale di Sardegna Ricerche, la mostra racconta l’universo dei giochi da un punto di vista speciale: quello della loro creazione, del loro pensiero inventivo.

La mostra

Un viaggio delle meraviglie diviso in due sezioni: una parte antologica che racconta le storie sorprendenti di alcuni giochi iconici, i misteri del mondo virtuale, le contaminazioni tra analogico e digitale. La seconda parte, invece, è una sorta di spazio immersivo in cui i visitatori sono invitati ad entrare fisicamente in scena.

L’itinerario è articolato in:

  • Giochi senza tempo: le storie poco note di alcuni dei più famosi giochi iconici tra cui Barbie, Cubo di Rubik, LEGO, Frisbee, Monopoly e tanti altri;

  • Videogiochi ai raggi X: il mondo dei videogiochi smontato nei suoi componenti hardware/software, dove il videogioco in sé è presentato come un’opera complessa;

  • Contaminazioni: uno stimolo alla riflessione sulla contaminazione tra analogico e digitale, tra scienza, tecnologia e arte;

  • Giochi da leggere: una selezione di libri, autori e realizzazioni cartotecniche particolarmente rilevanti sul piano dell’innovazione.  

Il gioco come creazione

I giochi sono un incredibile ponte che unisce le generazioni e proietta in una benefica ed appagante dimensione fantastico-creativa. L’itinerario è pensato affinché i bambini e i ragazzi non si sentano semplici proprietari o utilizzatori di giocattoli, ma creatori di mondi pronti a liberare nuovi flussi di creatività. Per enfatizzare questo aspetto, lo Sportello Proprietà Intellettuale di Sardegna Ricerche è andato alla ricerca dei tanti inventori in giro per il mondo. I brevetti sono fonte conoscitiva imprescindibile per comprendere “come nascono le cose che divertono”. Durante le settimane di mostra, alcuni degli inventori e ludomastri più famosi propongono laboratori, permettendo a tutti di conoscere il sapere che i giochi incorporano e la logica progettuale che li sostanzia.

Percorsi didattici

Per le scuole, la visita di Ri-Creazione è arricchita da percorsi didattici ideati dallo scrittore e ludomastro Carlo Carzan. I giochi e i giocattoli sono infatti un mezzo efficace e senza eguali per poter parlare di concetti molto astratti e raffinati. La mostra offre ai bambini delle ultime due classi della scuola primaria e ai ragazzi della scuola secondaria (medie e superiori) un’esperienza insolita in cui:

–  capire cos’è la proprietà intellettuale,

–  nutrire la propria creatività e liberare il pensiero laterale,

–  sperimentare operativamente il metodo progettuale,

–  percepire il valore dell’innovazione nello sviluppo della società,

–  familiarizzare con l’approccio inventivo basato sulla metodologia del problem solving.

[codepeople-post-map id="94950"]

Iscriviti alla newsletter

X