Metti una merenda a Milano: dove andare secondo GG

La merenda è uno dei momenti mitici dell’infanzia, appuntamento immancabile nel pomeriggio di ogni bambino, luogo simbolico di conforto che chiude la giornata scolastica oppure, nel fine settimana, segna uno spazio di rilassamento e condivisione sociale.

Non a caso la parola viene dal latino “merere” che significa “meritare”. Si fa merenda con i compagni o con gli amici, con il dolce o con il salato, in diversi modi e luoghi, dentro e fuori casa.

Qui vi suggeriamo alcuni posti della città dove fare merende speciali coi vostri bambini.

La merenda come a casa

Ci sono luoghi così accoglienti che sembra di essere a casa propria: lo Spazio Culturale Myg, in zona Niguarda (via Vincenzo da Filicaia 4) è uno di questi.

Caffetteria e bistrot, sede di corsi per grandi e piccini, fornito di un prezioso corner di libri per bambini e arredato con gusto shabby chic, lo Spazio Myg offre la possibilità di fare una merenda davvero gustosa, e soprattutto sana.

Torte e biscotti sono cucinati dalla proprietaria Yael Reuveni, attenta alle materie prime e alle esigenze di tutti: così può capitare, mentre dall’altra parte della sala si svolge un corso di “acquerelli con le verdure”, di dover scegliere tra una torta vegan alle arance e fiocchi d’avena o una classica e confortante torta di mele.

Circondati da teiere che farebbero invidia al Cappellaio Matto e dai coloratissimi bicchieri in melamina dell’azienda danese Rice.

GG merenda a milano1

In tutt’altro quartiere (siamo a Dergano, poco lontano dal Politecnico) c’è invece Mamusca (via Davanzati 2): molto più che un semplice bar, il locale è molto apprezzato e frequentatissimo da grandi e piccini di zona e non solo.

Giochi e libri accuratamente selezionati, sede di laboratori creativi, letture e incontri, al Mamusca la merenda è come a casa. Torte e crostate artigianali, focaccine farcite, morbidi muffin… non c’è che da scegliere, secondo i propri gusti.

E tra un caffè e l’altro, si può curiosare nello spazio dedicato al bookcrossing sia per bambini che per adulti, o scegliere uno degli splendidi albi illustrati da acquistare. Un posto perfetto, come dicono loro, per “perdere un po’ di tempo”!

GG merenda a milano2

La merenda “gourmet”

I palati (piccoli e grandi) più esigenti non hanno che da accomodarsi: da Pavè, ad esempio, che offre varie declinazioni di dolcezza. Biscotti di vario tipo, compresi quelli vegani o senza farina di frumento, brioche farcite con creme e confetture da leccarsi i baffi.

E ancora torte in monoporzione, e l’imperdibile pane (a lievito madre), burro e marmellata. Non solo, a Pavé l’ora della merenda coincide con il momento di sfornatura della focaccia.

In via Felice Casati, zona Porta Venezia, o nella strategica sede di fronte al Policlinico (via della Commenda 25), in caso di merenda-conforto dopo visite mediche o esami.

E per gli appassionati del gelato, in zona Tribunale c’è anche Pavè gelati e granite (via Cesare Battisti 21): gusti secondo stagione e tra quelli da citare a proposito di merende, ci sono “tè e biscotti”, “pane burro e marmellata”, “tarte tatin”.

GG merenda a milano3

Ma in città le mete gourmet non sono rare: colori pastello, un locale piccolo e prezioso, vero e proprio rifugio dalla frenesia del quotidiano, a due passi da piazza Tricolore c’è Marotin.

E’ una pasticceria dall’anima un po’ francese, quasi una boutique del dolce, dove coccolare se stessi e i bambini con pasticceria di grande qualità.

Cioccolata calda anche aromatizzata, biscotti e confetti colorati che occhieggiano dalle boule di vetro e gratificano la vista ancora prima del palato, piccoli panini farciti, torte golose con creme e frutti che ammiccano al di là del bancone.

Un posto perfetto per insegnare ai piccoli che a volte il tempo di una buona merenda è il giusto tempo da dare alle proprie fantasie.

GG merenda a milano4

Non si può poi non citare Quattro Quarti Torte, un piccolo paradiso in via Melzo dove trovare torte da favola, create dalla fantasia e dalla passione della proprietaria. Che tiene a sottolineare un approccio di grande cura per la materia prima, “possibilmente biologica e proveniente da piccoli produttori a Km 0”.

Una merenda lenta e dolce, con una varietà di gusti di cui è impossibile rendere conto: cioccolati, frutta, glasse, caramello, meringa, e da questo autunno – per i “grandi” – c’è anche il caffè biscotto. E’ un espresso con un cucchiaio di crema al cioccolato e un croccante di crumble sulla schiuma.

Per veri buongustai, naturalmente le torte sono anche da asporto, nella misura preferita. Una fetta o due, o quattro quarti.

GG merenda a milano5

La merenda a teatro

A proposito di merende speciali, quelle organizzate due domeniche al mese da TeatRing (via Portoferraio 4) sono davvero un unicum: “Merende Mitiche” è il titolo di un palinsesto dedicato ai bambini dai 5 agli 11 anni.

Ha lo scopo e l’ambizione di costituire un vero e proprio percorso di educazione all’ascolto. Nello spazio della compagnia teatrale, poco distante dalla Biblioteca Tibaldi, alle 16.15 si fa merenda, dolce o salata secondo i gusti, e poi tutti in silenzio davanti alla magia della narrazione animata.

I bambini avranno l’occasione di conoscere fantastiche storie di eroi, dèi, ninfe, titani e altri personaggi che fanno parte della nostra fantasia collettiva. Ogni merenda ha un tema, vanno in scena i miti greci, ma non solo: il 27 gennaio, ad esempio, si tiene una merenda speciale in occasione della Giornata della Memoria.

La prenotazione è fortemente consigliata in quanto la capienza è limitata ([email protected]).

GG merenda a milano6

La merenda al museo

Se il tempo è un po’ di più, la merenda può essere accompagnata da un’incursione nel mondo dell’arte. È il caso dello Iuta Bistrot, lo spazio food dentro l’Hangar Bicocca.

Lo spazio è ampio e luminoso, il menu essenziale offre centrifugati e spremute, dolci al cucchiaio e buoni maxi toast per i più affamati. Una sosta piacevole anche grazie ai gentili ragazzi che stanno dietro il bancone.

E poi via, a rivedere ancora una volta i sette palazzi celesti di Anselm Kiefer, l’installazione permanente dell’Hangar, o le esposizioni temporanee.

Durante il weekend è possibile anche partecipare agli incontri del programma Kids, un progetto pensato per avvicinare le famiglie e i ragazzi all’arte contemporanea.

GG merenda a milano7

Pensando al connubio merenda e bambini non si può non pensare al MUBA, il Museo dei Bambini di Milano, un progetto pensato totalmente per l’infanzia. Come molti sanno, il museo non ha una collezione permanente da visitare e le attività sono solo su prenotazione.

Mostre e laboratori vanno a rotazione, basta controllare il sito www.muba.it e prenotare comodamente online.

E spostarsi, prima o dopo, al Rotonda Bistrò per la merenda circondati dal verde del parco (il giardino della Rotonda della Besana).

Si può gustare un cappuccino e brioche e poi sfogliare gli splendidi libri all’adiacente Rotonda Corraini che gestisce il merchandaising del museo.

La formula “merenda” è proposta dal MUBA anche per i compleanni. In tre versioni (small, medium e large) prevede l’esclusività dello spazio, attività creative guidate da un educatore e un menu con pizzette, focaccine, mini muffin, succhi. E dulcis in fundo, la torta.

GG merenda a milano8

La merenda fra i libri

Per i (piccoli e grandi) lettori incalliti, in città ci sono diversi luoghi che uniscono assai bene la passione dei libri con quella del cibo. Gogol&Company, alla periferia del distretto Tortona (via Savona 101), ne è un esempio perfetto.

Bar, libreria, coworking, è un luogo di molti talenti. Propone un ghiotto palinsesto di incontri letterari e culturali e soprattutto è un rifugio vivace ma confortevole che offre il conforto di un buon caffè, di un dolcetto o di una “schiumetta di latte” come piace ai più piccoli.

Che qui trovano anche una selezione di libri dedicata a loro, per scoprire nuove immagini e parole tra un morso di brioche e l’altro.

GG merenda a milano9

A due passi dalla Madonnina c’è invece il Colibrì (via Laghetto 9/11), piccola caffetteria con annessa libreria, ambienti separati ma comunicanti, a due passi dall’Università degli Studi di Milano.

Luogo informale e colorato, perfetto per una merenda in relax. Caffè o cioccolata, succhi o spremute, muffin, torte o brioches: durante la bella stagione si può approfittare del delizioso cortile interno dove sembra magicamente di non essere più in città.

Qui la merenda si può trasformare in una pausa di lettura con uno dei titoli selezionati dalla libraia Arianna o preso dallo spazio dedicato al bookcrossing.

GG merenda a milano10

Nella zona sud della città, parlando di “caffè librerie”, non si può non citare Lapsus (via Meda 38). Punto di riferimento per il quartiere e libreria indipendente con un’attenzione speciale all’editoria per l’infanzia.

Da Lapsus, oltre a una merenda di qualità e alla proposta di prodotti bio e a filiera corta da produttori del territorio, c’è una “scatola magica”, una stanza dedicata solo ad albi illustrati, narrativa e giochi educativi per i più piccini.

Per loro vengono via via pensate anche attività creative e manuali, letture animate e laboratori.

GG merenda a milano11

Iscriviti alla newsletter

X