Emilia Romagna: da sempre un turismo formato famiglia

da | 22 Giu, 2022 | Attrazioni, Dove Andare, In Viaggio, Lifestyle, Outdoor, Sport e Piscine, Viaggi

Ospitalità e accoglienza, cultura e natura, mare e parchi divertimento: l’Emilia Romagna è la meta ideale per eccellenza per chi viaggia con i bambini

L’Emilia Romagna è sempre stata avanti, con una marcia in più e una grande vocazione turistica: ha saputo anticipare, prevedere e costruire tendenze e proposte. Meta ideale per un turismo a misura di famiglia, nella regione si viene in estate per il mare, ma non solo. Sono tantissime le offerte family friendly, sia per quanto riguarda l’ospitalità e l’accoglienza, sia per le proposte culturali, di divertimento e natura.

La sistemazione impeccabile

Sono nati qui, prima che altrove, gli hotel per famiglie e si sono dotati di tutte le attrezzature per la prima infanzia, di camere tematizzate, di baby e mini club, menù a misura di bambini.

Per le famiglie più avventurose, i campeggi del Consorzio Camping e Natura offrono servizi pensati ad hoc e spazi dove i bambini possono giocare in totale sicurezza con aree giochi, animazione e servizi di babysitting.

La vacanza allora è selvaggia ma comunque comoda e confortevole per tutta la famiglia! Le spiagge della costa, poi, hanno sempre vantato una grande lungimiranza: ci sono quelle specializzate con servizi per famiglie, quelle per accogliere gli amici a quattro zampe, quelle accessibili in carrozzina e passeggino.

La natura incontaminata

Una regione tutta da scoprire anche oltre la spiaggia, ideale per chi ama la natura. Il Delta del Po è un luogo magico sospeso tra terra e acqua, dove praticare birdwatching, canoa, e partecipare a escursioni in barca tra oasi saline e pinete.

Si può anche percorrere in bicicletta la ciclovia più lunga d’Italia, la Destra Po, che permette, in totale sicurezza, di godere dei paesaggi, degli habitat naturali, del volo dei fenicotteri e, per i più attenti e fortunati, dell’avvistamento dei cervi.

La Riserva Naturale orientata di Onferno è un altro luogo di incredibile bellezza. 274 ettari con grotte estese per oltre 850 metri che ospitano colonie di pipistrelli.

Il territorio può essere scoperto con escursioni a piedi, in bici e anche a cavallo lungo diversi sentieri segnalati. Il Parco delle Saline di Cervia può essere esplorato solo se accompagnati da una guida ambientale a piedi, in bici e in barca, ma ne vale assolutamente la pena.

Tante le proposte didattiche, visite guidate ed educational per scoprire i segreti legati al sale e alla storia di Cervia, e per identificare le diverse specie di uccelli che popolano questo luogo.

Più in generale, il Parco Naturale di Cervia si estende per 27 ettari di terreno tra Milano Marittima e Cervia. Qui i bambini possono partecipare alle attività nell’orto, conoscere da vicino gli animali della fattoria e quelli del parco.

Di grande fascino, la Diga di Ridracoli è un esempio di equilibrio tra ingegneria e ambiente naturale. Le visite guidate sono proposte a piedi, in battello, in canoa, e ai bambini è dedicato uno spazio con il cinema in 3D, un museo molto curioso e interattivo.

emilia romagna

Il turismo slow

Una tendenza che l’Emilia Romagna ha saputo accogliere: rallentare, ritornare all’essenza, guardarsi attorno per godere della bellezza.

Tante le proposte di turismo slow, come i cammini e sentieri ben segnalati per assaporare in tutta calma e in famiglia lo spettacolo della natura. O le ciclovie e i chilometri di piste ciclabili da percorrere in totale sicurezza per i bimbi e con tranquillità per i genitori.

Ne è un esempio virtuoso e apprezzatissimo la pista ciclabile del Parco Marecchia, che dal mare di Rimini porta all’entroterra.

Per chi cerca un tuffo nel passato e un’esperienza curiosa e affascinante, il treno di Dante è il viaggio a bordo del famoso e storico Centoporte, che porta alla scoperta delle terre che Dante Alighieri visitò nel suo cammino tra Firenze e Ravenna. 

emilia romagna

Oltre il mare, con consapevolezza

Nonostante il richiamo della costa, sono molte le attrattive della regione che soddisfano la curiosità e il desiderio di esperienze consapevoli. Qualche esempio?

La Casa delle farfalle a Milano Marittima lascia a bocca aperta i visitatori di ogni età. Si tratta di una serra di 500 mq, l’habitat di farfalle coloratissime, insetti, invertebrati con intorno un grande giardino botanico.

Per chi ama gli animali e l’ambiente, un riferimento è sicuramente la Fondazione Cetacea che gestisce a Riccione un centro di recupero delle Tartarughe marine fra i più importanti e attivi.

Ancora a contatto con le tartarughe, a Marina di Ravenna, dove ogni sabato è proposta una visita guidata speciale all’interno del Centro Ricerche Cestha per assistere, accompagnati da una guida biologa, al pasto serale di alcune specie animali protette.

Rispettare il mare e i suoi abitanti è il messaggio dell’attività Diventa Biologo per un giorno, una gita fuori porta per partecipare a interessanti laboratori didattici di biologia marina.

Una bella giornata al largo in cui si scoprono storie e segreti del mare Adriatico. Ma anche la cultura emiliana si fa a portata di bambini e ne sono esempio evidente i laboratori di mosaico per bambini organizzati da Ravenna Incoming, per provare a crearne con le proprie mani dopo la visita ai principali monumenti della città.

Un appuntamento leggero e giocoso è quello che richiama bambini e bambine tutti i giovedì sera di luglio e agosto in Piazzetta delle Conserve a Cesenatico per vendere e comprare giocattoli usati al Mercatino dei Puffi.

Sempre a Cesenatico, la parte alta del porto ospita la sezione galleggiante del Museo della Marineria, composta da una decina di imbarcazioni storiche che galleggiano con le loro vele dai colori vivaci.

Le barche tradizionali, utilizzate tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento, sembrano antichi velieri abitati dai pirati, e in estate è possibile salire a bordo per esplorare la stiva e le cabine. 

Museo Marineria

I parchi divertimento

Ma l’Emilia Romagna è anche divertimento spassoso, da sempre. I parchi Costa Edutainment garantiscono divertimento e cultura, anche per i più piccoli.

Chi non conosce l’Italia in Miniatura a Viserba di Rimini? Per bambini ma non solo, il parco ricostruisce la penisola con tutti i suoi riferimenti e monumenti, dalle Alpi alla Sardegna. 300 miniature del patrimonio architettonico italiano ed europeo, riprodotte in ogni dettaglio e ambientate fra mari, laghi, fiumi e 5.000 veri alberi in miniatura.

L’Acquario di Cattolica è il secondo più grande d’Italia e ospita 3.000 esemplari di 400 specie diverse, fra i quali gli squali toro più grandi d’Italia, pinguini, lontre, razze, meduse, serpenti, caimani.

Dal 2022 all’Acquario c’è anche Il mondo dei dinosauri, un percorso attraverso una pianura preistorica dove i rettili che dominavano la terra 65 milioni di anni fa sono tornati a vivere.

L’Aquafan di Riccione è il parco acquatico più famoso in Europa, grazie ai suoi spettacolari giochi d’acqua e ai 3 chilometri di scivoli.

Uno su tutti: l’M280, lo scivolo più alto e lungo della storia di Aquafan, con i suoi 280 metri di scivoli, maxi gommoni, spirali e discese mozzafiato.

Per i più piccoli ci sono scivoli e piscine a misura di bimbo. Altro parco rinomato è Mirabilandia, il parco divertimenti più famoso della Riviera Romagnola, con giostre per tutte le età e per tutti i gusti.

Mirabilandia ospita anche un parco acquatico, il Mirabeach. Oltremare Family Experience Park, a Riccione, è un parco in cui si possono vedere da vicino delfini, rapaci e animali della fattoria.

Cervia Avventura è il percorso avventura attrezzato all’interno del Parco Naturale di Cervia, aperto da marzo a ottobre, che propone itinerari sospesi tra gli alberi, sempre in sicurezza.

Ancora, ci si sposta a Cesenatico per una giornata all’Atlantica Park, il grande parco acquatico pensato per il divertimento di tutta la famiglia, con scivoli dalle diverse velocità e pendenze in modo da permettere l’accesso anche ai più piccoli.

Fiabilandia è il parco divertimenti a Rivazzurra, tra Rimini e Riccione, con giostre, il borgo magico, la valle degli gnomi e un cinema 4D.

emilia romagna bambini

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista