Halloween, a caccia del mostro

Travestirsi non basta: festeggiamo la notte delle streghe andando alla ricerca di fantasmi, zombie, vampiri e altre creature da paura. Ecco alcuni luoghi insoliti per un Halloween elettrizzante

Per questo Halloween, se siete coraggiosi, vi proponiamo una serie di esperienze da veri appassionati del brivido. Per festeggiare come si deve la notte delle streghe non basta travestirsi, bisogna andare a caccia di fantasmi, mostri e vampiri, trasformandosi in veri Ghostbuster. Le occasioni sono tante: castelli abitati da fanciulle fantasma, manieri infestati, leggende inquietanti, musei spaventosi. 

La fanciulla celeste

Nel Castello di Montebello, nei pressi di Torriana, vicino a Rimini, si registra un’attività paranormale piuttosto movimentata.

Si dice che lo abitino spiriti inquieti e in particolare, nei giorni di temporale, c’è chi giura di avvertire la presenza della piccola Guendalina Malatesta. Soprannominata “Azzurrina”, Guendalina era una bambina albina che si integrava con difficoltà con i suoi coetanei. Per rallegrarla la mamma era solita tingerle i capelli di celeste. Il 21 giugno 1375, mentre fuori pioveva a dirotto, Guendalina scomparve misteriosamente nei sotterranei del maniero.

Da allora si dice che nelle notti di pioggia la si senta piangere, come raccontava già un manoscritto seicentesco: “si narra che, allo scadere del solstizio estivo di ogni lustro, un suono proveniente da quel sotterraneo cunicolo si faccia ancora sentire”.

Il castello di Montebello è visitabile di giorno oppure di notte, anche se quest’ultima visita è sconsigliata ai bambini piccoli.

Aperto il sabato, la domenica e i giorni festivi dalle 14.30 alle 18. Il sabato sera ci sono due visite guidate, alle 22.30 e alle 23. Il biglietto costa 8 euro (4 da 6 a 10 anni, gratis fino a cinque anni).

Il fantasma pellegrino

È un fantasma pellegrino, quello di Lucida Mansi, che infesta diverse zone del centro storico di Lucca, dall’orto botanico alla villa che porta il nome della sua famiglia, una delle più celebri lucchesi. Nel laghetto dell’Orto Botanico, tra le centinaia di specie vegetali del giardino, la leggenda vuole che talvolta si tuffi lo spirito della giovane e bellissima nobildonna, che fece un patto con il diavolo per rimanere giovane in eterno.

Forse non riuscirete a vederne il fantasma, ma almeno potete approfittarne per fare una gita nei due ettari del giardino più prezioso della città. L’ingresso costa 5 euro. 

La nobildonna murata viva

Il Castello di Gropparello, rocca fortificata di origine medievale in provincia di Piacenza, è perfetto per una visita in famiglia: qui ogni domenica del mese si tengono laboratori, feste, rievocazioni animate di diverso genere.

Nel parco tutto intorno alla roccaforte, inoltre, è stato aperto un “parco emotivo” dove i bambini possono andare alla scoperta delle fiabe e degli esseri del bosco accompagnati da animatori vestiti da antichi guerrieri.

Ma il motivo per visitarlo ad Halloween è un altro: si narra che tra queste mura viva ancora lo spirito di Rossania Fuglosio, dama del 1200 murata viva in una cella sotterranea dal marito geloso. Nelle notti ventose c’è chi giura di sentirne il pianto, e più di uno afferma di aver assistito a fenomeni inconsueti durante la visita al castello. 

Scheletri e mummie

Dove cerchiamo delle mummie? Al Museo Egizio di Torino, è ovvio. Ce ne sono di ogni genere e tipo, perfino quelle di animali (coccodrilli, gatti, mucche).

Le potete ammirare sia nella collezione permanente che nella bella mostra temporanea “Archeologia invisibile”, che fino al 6 gennaio 2020 racconta i segreti del mestiere dei cercatori di tesori antichi.

L’ingresso al museo e alla mostra costa 15 euro, ma dai 6 ai 14 anni il biglietto è a 1 euro soltanto. C’è anche la possibilità, per i più piccoli, di giocare un paio d’ore nello spazio ZeroSei, magari mentre mamma e papà approfondiscono la visita al museo (5 euro escluso il biglietto d’ingresso al museo). 

Se siete a spasso per Torino, è sempre interessante una visita al Museo di Antropologia Criminale intitolato a Cesare Lombroso. Il fondatore dell’antropologia criminale sosteneva la possibilità di riconoscere le tendenze criminali dall’aspetto fisico e dalla forma del cranio.

Per dimostrare questa tesi (ovviamente, senza riuscirci) studiò scheletri, teste e crani umani, tutti reperti conservati oggi nelle sale del Museo. Il biglietto d’ingresso costa 5 euro (ridotto 3 euro). 

Macabri cimiteri

Può essere davvero inquietante scendere nelle Catacombe dei Cappuccini a Palermo, passeggiando nei corridoi circondati da centinaia di scheletri con lo sguardo abbassato su di voi e corpi imbalsamati che sembrano dormire.

Un tour davvero da brivido, da fare però senza mai dimenticare il rispetto per un luogo consacrato. Il biglietto d’ingresso costa 3 euro e, francamente, è consigliato solo alle persone poco impressionabili.

Passando da Palermo a Roma, teschi ovunque, a formare macabri mosaici sulle pareti, si trovano nella chiesa di Santa Maria della Concezione in via Veneto a Roma. Si tratta dei resti di oltre 4.000 frati vissuti nel convento che vi era annesso.

Alcuni scheletri indossano ancora il saio e sono posizionati, insieme alle decorazioni realizzate con le ossa, in modo da costruire una sorta di coreografia.
L’ingresso alla Cripta dei Cappuccini costa 8,50 euro (ridotto 5 euro).

Luoghi Halloween

I luoghi delle streghe

Poco distante da Avigliano Umbro, in provincia di Terni, si trova la Foresta fossile di Dunarobba, un boschetto di circa cinquanta tronchi fossili, resti di gigantesche conifere risalenti a circa due milioni di anni fa. Un sito paleontologico unico al mondo, dove i tronchi si sono conservati per le particolari caratteristiche del terreno. O, dice qualcuno, grazie agli incantesimi di una certa donna Ursina, strega del luogo che preparava pozioni medicinali per gli abitanti di Dunarobba nel 1600. 

Il vero paese delle streghe è però Triora, in provincia di Imperia, strettamente legato alla storia della stregoneria in Italia. Tutto cominciò con il processo alle streghe che si tenne qui a fine del Cinquecento: tantissime furono le giovani coinvolte e accusate, in quello che è noto per essere uno dei più grandi processi per stregoneria della storia.

Da allora, Triora è soprannominata la Salem italiana. In estate vi si tiene anche una rievocazione popolare che ricorda quei giorni. Tutta la storia del processo alle streghe è disseminata nel borgo (che tra l’altro è uno dei più belli d’Italia) e raccontata nel Museo Etnografico e della Stregoneria. L’ingresso costa 2 euro, 1 euro per i bambini.  

Halloween al parco

Decisamente meno spaventosi i parchi a tema, che per Halloween restano aperti e si riempiono di spiritelli scherzosi. Grazie alla collaborazione con la Notte delle Streghe di San Giovanni in Marignano, evento che a giugno festeggia il solstizio d’estate con spettacoli e animazioni a tema, l’Acquario di Cattolica si trasforma nel regno della magia, con un allestimento a tema e una speciale visita guidata. 

Halloween a misura di bambino, senza troppi spaventi, è la festa organizzata da Leolandia, che propone una serie di attrazioni a tema, come la “pozione del divertimento”. Dedicata alle streghe la celebrazione più originale di quest’anno: il Festival delle Scope Magiche, il raduno di scope incantate. 

Parchi Halloween

Zombie e pirati

Gli zombie più spaventosi che abbiate mai visto (davvero, siamo pronti ad assicurarvelo) si riuniscono dal 5 ottobre a Mirabilandia. Le tre Horror Zone allestite nel parco (Zombieville, Steampunk Revolution e Scary Movies) sono talmente spaventose da essere sconsigliate ai bambini troppo piccoli e, in generale, a chi è facilmente impressionabile. Tutti gli altri sufficientemente coraggiosi potranno affrontare una passeggiata in mezzo a zombie di ogni genere ed età, o in mezzo ai personaggi più spaventosi dei film di paura. 

Altro parco, altro tema: una nave dei corsari fantasma, piena di spettri che un tempo furono pirati, soggiogati con la stregoneria dal loro capitano e pronti a tutto pur di portare a termine la missione per cui sono tornati dal regno dei morti.

È lo spettacolo “Il teschio maledetto”, una delle tante attrazioni di Halloween organizzate da Gardaland, con terrificanti coreografie, act acrobatici ed effetti magici. 

A casa di Dracula

Se siete dei veri appassionati di storie dell’orrore, allora il Castello di Dracula – conosciuto come The Bran Castle – in Transilvania vale davvero una gita fuori dai confini nazionali.

La fortezza dove visse il più celebre vampiro di tutti i tempi esiste davvero ed è talmente bella e maestosa da essere monumento nazionale della Romania.

Si trova in Transilvania, ovviamente, ed è stata a lungo residenza dei sovrani del Regno di Romania. Oggi è un museo che deve parte della sua fortuna alla leggenda legata allo spaventoso Conte. Si visita tutti i giorni, 8,5 euro il biglietto intero.

Luoghi Halloween

Leggi anche –> Halloween a Sleepy Hallow, viaggio in USA

[codepeople-post-map id="93804"]

Iscriviti alla newsletter

X