Amanti dell’arte e del cioccolato

Fuori c’è il gelo, a volte la nebbia e anche solo pronunciare la parola “uscire” fa venire i brividi di freddo. Però mica si può stare in casa tutto il giorno, no? Dai, eccone una che mette tutti abbastanza di buon umore: andiamo al museo! I musei. Quei luoghi magici che magari non bazzichiamo da qualche anno, in cui i grandi possono ritagliarsi un po’ di spazio, condividendo però il piacere con i piccini. Bello visitare una mostra e incrociare gli occhi dei bambini davanti a un quadro, una installazione, con le orecchie attente a quello che provano a spiegare (anche inventando) mamma e papà. Perché al bello, all’arte, alla cultura, alla scienza ci si abitua fin da piccoli e frequentare gallerie e musei dovrebbe essere una cosa naturale, come scegliere di andare al parco quando fuori c’è il sole. Per trasmettere la giusta dose di entusiasmo, per assicurarsi che il museo sia un’esperienza piacevole in tutti i sensi, giochiamoci la carta segreta: dopo la visita, facciamo merenda alla caffetteria! Sempre più i musei sono concepiti come spazi per la famiglia: tra librerie in cui siamo tutti liberi di sfogliare, tra i laboratori da fare soli o con mamma e papà, manca solo il posto dove fermarsi per una pausa golosa. Concediamoci il lusso di una cioccolata calda, un tè, un tramezzino, un’insalata. A volte ci sono persino i menu dedicati (e preparati amorevolmente) per i bambini, i seggioloni, i bagni con il fasciatoio.
Abbiamo selezionato in Piemonte e Lombardia il meglio per i piccoli amanti dell’arte e del cioccolato.

Merenda principesca al Caffè Madama
È forse la più scenografica tra le caffetterie dei musei di Torino, quella di Palazzo Madama, con suggestiva vista sul magnifico scalone di Juvarra e su piazza Castello. Al primo piano del museo, arredato con cura, il Caffè Madama propone con altrettanta cura una piccola ma appetitosa selezione di piatti. Molto graditi all’ora della merenda i panini e le focaccine ripiene, la piccola pasticceria o le torte, da accompagnare a un succo o una cioccolata calda. Lo spuntino very royal style fa impazzire principi e principesse in erba. Poi, già che si è a Palazzo, si può fare un giro tra i suoi maestosi saloni e fermarsi ad ammirare le collezioni in mostra. L’alternativa per i piccoli poco sensibili all’arte è salire fino alla torre panoramica per una vista sulla città, oppure scendere nel giardino medievale con le sue belle piante. Informazioni family: i passeggini possono entrare al museo, il fasciatoio si trova nell’antibagno della toilette femminile al piano terra (vicino alla biglietteria). La caffetteria è aperta negli orari del museo, da lunedì a sabato dalle 10 alle 18, domenica dalle 10 alle 19 e chiusa il martedì. Vi si accede solo con ingresso al museo e se volete andarci low cost ricordate che il primo mercoledì del mese, non festivo, l’ingresso è gratuito.
Palazzo Madama – piazza Castello – Torino
www.palazzomadamatorino.it

Forchetta e pastello al MUBA
Il Museo (per eccellenza) dei Bambini alla Rotonda della Besana di Milano non poteva nascere senza uno spazio in cui rifocillarsi dopo uno dei tanti laboratori creativi che la struttura offre ai piccoli e alle loro famiglie, anche in settimana. Rotonda Bistro è il nome del caffè che accoglie i bimbi di ogni età: vi si trovano seggioloni colorati per i più piccini, una mise en place  “forchetta e pastello” che prevede piatti e bicchieri colorati e una tovaglietta tutta da disegnare, oltre a un menu, ultracurato nelle materie prime, pensato apposta per loro. Lo spazio si presta anche per feste di compleanno. Orari: lunedì: chiuso. martedì, mercoledì, domenica: 9.30 – 20. Giovedì, venerdì, sabato: 9.30 – 23.30.
Rotonda Bistro, c/o MUBA – via Enrico Besana, 12 – Milano
www.rotondabistro.it

Capolavori dolci alla GAM
Dopo un giro tra i capolavori della galleria torinese è piacevole ristorarsi nella sua caffetteria, aperta tutti i giorni dall’ora di colazione a fine pomeriggio (8.30 – 18.30). E se l’arte moderna in famiglia non è gradita, si può accedere direttamente dall’esterno. La caffetteria è gestita dallo storico marchio Gerla, garanzia di qualità e tradizione. Molto ampia, ha un dehor che nel periodo invernale è coperto e riscaldato. Ci si trova una ricca scelta di piatti a ogni ora, accompagnati da servizio veloce e gentile. Da non perdere un giro nel bookshop, che è pure a ingresso libero e propone libri d’arte e non solo, con una bella selezione dedicata a bambini e ragazzi.
Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea – via Magenta, 31 – Torino
www.gamtorino.it

Il grande giardino della Triennale
In estate, diciamo la verità, lo spazio esterno è più fruibile per i bimbi che possono scorrazzare allegramente sul prato, mentre quei “polentoni” dei grandi finiscono di bere e mangiare qualcosa alla caffetteria, dove la domenica si organizza il brunch. È sempre, sempre, sempre meglio prenotare. La Triennale di Milano ha un ristorante sulla terrazza, ma non è consigliabile se siete in compagnia dei marmocchi. Orari: martedì – domenica 10.30 – 20.30.
Triennale di Milano – viale Alemagna, 6 – Milano
www.triennale.org

Suggestivo e sofisticato Caffè Reale
Boiseries e vetrine con ceramiche antiche caratterizzano gli ambienti della caffetteria di Palazzo Reale a Torino, conferendole un aspetto retrò e sofisticato come si conviene. Situata nell’area dell’antico servizio di Frutteria, è, come la caffetteria della GAM, gestita dalla pasticceria Gerla, garanzia di buona qualità solidamente piemontese. Vi si accede liberamente dalla corte ed è una buona destinazione per una merenda suggestiva sia dopo la visita a Palazzo sia dopo un giretto in centro. Come il Palazzo, anche la caffetteria è chiusa il lunedì.
Palazzo Reale – piazzetta Reale, 1 – Torino
www.ilpalazzorealeditorino.it

Il Bar Luce, un salto nel tempo
Fondazione Prada Milano, polo d’arte internazionale, è la riconversione di una distilleria degli anni Dieci del Novecento. Tra gli spazi spicca la palazzina con Biblioteca, l’Accademia dei bambini dedicata ai laboratori kids e il Bar Luce, rivisitazione di un caffè della vecchia Milano su design del regista Wes Anderson. Al Bar Luce si ammirano arredi, mobili di formica, colori, pannelli alle pareti e una riproduzione del soffitto in vetro della Galleria Vittorio Emanuele che ricordano l’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta. Il tocco in più lo danno i flipper e il juke-box, le vetrine con alcolici e scatole d’epoca à la Warhol, i panini e i dolcetti buoni buoni: una pausa merenda da far scoprire ai bimbi! No a passeggini, sì a fasce portabebè. Aperto lunedì, mercoledì, giovedì ore 9 – 21, da venerdì a domenica ore 9 – 22.
Fondazione Prada – largo Isarco, 2 – Milano
www.fondazioneprada.org

Patatine al Caffè Egizio
Niente addobbi in stile mummie né geroglifici alla caffetteria del Museo Egizio di Torino, nei cui arredi la praticità vince sull’atmosfera: spazi ampi, tavoli e sedie comode e grandi vetrate che garantiscono luminosità e vista. Per raggiungerla si attraversa il bel cortile interno del museo e si sale al secondo piano con l’ascensore, perfetto dunque per chi arriva con passeggino. Scuole e famiglie sono i visitatori principali del museo e la caffetteria pensa a loro nell’offerta: panini e piatti veloci, tranci di pizza e bibite, ma anche patatine in pacchetto, caramelle e cioccolati vari. Accesso libero, ma il museo nella sua nuova veste merita una e più visite.
Museo Egizio di Torino – via Accademia delle Scienze, 6 – Torino
www.museoegizio.it

Brunch al Dopolavoro Bicocca
Arte, design e cucina trovano un ideale punto di congiunzione nel Dopolavoro, lo spazio luminoso e accogliente attiguo all’HangarBicocca, perfetto per una sosta golosa dopo una visita alle mostre o un lab creativo. Propone una selezione di piatti street food che possono essere consumati al ristorante o come take away: burger e hot-dog, tacos e panini, polpette, arancini di riso, fritti vegetariani e di pesce. Nel menu ci sono primi tradizionali e piatti a base di carne, come il roast beef di Black Angus e la tagliata di Fassone. Per i vegetariani zuppe con cereali e legumi, insalatine a germogli misti e tutte da creare. Il Dopolavoro è frequentatissimo dalle famiglie: a merenda si trovano succhi di frutta e bibite, cioccolata calda, muffin e dolci fatti in casa come crostate di marmellata fresca, apple pie, torte soffici di mele o cioccolato e pere. Sfizioso il brunch della domenica con buffet dolce e salato, un piatto a scelta direttamente dalla carta, acqua, succhi e caffè americano (25 euro per gli adulti, 10 per i bambini con buffet oppure piatto unico). Il Dopolavoro è inoltre uno spazio ideale per compleanni e feste private (comunioni, cresime, compleanni). Aperto mercoledì a pranzo e dal giovedì alla domenica non stop dalle 11 alle 24.
Dopolavoro Bicocca – via Chiese, 2 – Milano
www.hangarbicocca.org

Eataly al Museo del Cinema
Da qualche tempo ci pensa Eataly a sfamare i visitatori della Mole torinese. E le famiglie golose apprezzano. Dall’immancabile cruda della Granda ai saporiti primi, dalle polpette alle bruschette, l’offerta è varia e soddisfa il palato. Alle famiglie mancano un po’, va detto, i divanetti rossi collocati nelle nicchie del museo o i tavoli con lo schermo interattivo, in compenso la proposta di caffetteria e ristorazione è senza dubbio appagante. E per i bimbi piccini c’è un bel seggiolone rosso. L’ingresso è libero, ma per le famiglie è sempre bello fare un giro nello spettacolare museo o salire in cima alla Mole con l’ascensore panoramico. La caffetteria è aperta dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 20 (sabato fino alle 23). Chiusa il martedì.
Museo Nazionale del Cinema – via Montebello, 20 – Torino
www.museocinema.it

Là dove il bookshop è fantastico
Il Toti ha appena compiuto 10 anni! Il sottomarino più amato di Milano aspetta la vostra visita. E che dire della collezione di treni a vapore, delle sale dedicate allo spazio, dei tanti lab interessanti, dalle bolle alla preparazione di piatti che mangeremo nel futuro? Al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia quando la curiosità è sazia si può fare uno spuntino: non c’è una vera e propria caffetteria, ma un’area attrezzata con tavoli, sedie e distributori automatici di snack e bevande. Per i piccolissimi c’è un’Area Bebè destinata al cambio e all’allattamento, dove si possono anche lasciare i passeggini. Il must del divertimento è però la visita al Museo MUSTSHOP, il bookstore interno con i suoi originalissimi prodotti: giochi e idee esclusive realizzate per il museo e ispirate alle sue attività. Così si torna a casa con un pizzico di conoscenza, la pancia piena e un pezzetto di luna, un’ala di sottomarino o una tazza/lavagna, con gessetto incluso, che useremo domattina a colazione.
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – via Olona, 6 – Milano
www.museoscienza.org

Il Bar Caffetteria del MAUTO
Uno spazio ampio, luminoso ed elegante, dove concedersi una pausa prima o dopo la visita al MAUTO di torino, che non è solo un museo, ma un involucro moderno pieno di vita, di iniziative e di bellezza. La caffetteria ha divanetti, poltrone e tavolini bassi, grandi alberi in vaso per creare “un bosco” che tenta di invadere la zona del bookshop, confondendosi con la vista sulla collina e con l’ampio dehor accessibile nella bella stagione. La pasticceria è preparata dal rinomato laboratorio De Filippis. Si possono organizzare compleanni e feste con deliziosi buffet e merende speciali. Imperdibile il brunch della domenica, a prezzo speciale, abbinato alla proiezione su maxischermo del Gran Premio di Formula 1 o del MotoGP.
Museo Nazionale dell’Automobile Agnelli – corso Unità d’Italia, 40 – Torino
www.museoauto.it

Tutto argento alla Venaria
La Reggia di Venaria è il parco giochi della bellezza: storia e magnificenza della dinastia sabauda da vivere in prima persona. Dalla Galleria di Diana ai magici giardini dove si incontrano gondole, giochi, spettacoli teatrali e fontane a pelo d’acqua, dalle rappresentazioni multimediali di Corte alle mostre tematiche, dall’esposizione del Bucintoro ai giochi di luce della Fontana del Cervo, ogni visita è una gioia e una scoperta. Merita più e più ritorni, magari utilizzando l’Abbonamento Musei che consente un passaggio veloce senza sensi di colpa. Dulcis in fundo, la tessera offre un menu scontato al Caffè degli Argenti, la lussuosa caffetteria interna alla Reggia, dove si fa pranzo o merenda con piattini, panini e cioccolate, al chiuso o all’aperto. Nella bella stagione apre il Patio dei Giardini, la seconda caffetteria particolarmente gradita ai bambini perché vicina ai grandi prati e ai corsi d’acqua.
La Venaria Reale – piazza della Repubblica, 4 – Venaria Reale (TO)
www.lavenaria.it

Una Merenda da Re nei musei di Torino
Non c’è esperienza che riesca a unire il fascino del passato con il sempreverde piacere del gusto come la Merenda Reale: cioccolata calda o bicerin (caffè, latte e cioccolata) accompagnati dai biscotti della tradizione, da gustare in alcune caffetterie dei musei e negli storici caffè torinesi. Il rito amato dalla corte dei Savoia rivive a Torino tutti giorni fino a domenica 10 gennaio 2016 e poi tutti i fine settimana dell’anno. Cornice della merenda in stile settecentesco sono il Caffè Reale a Palazzo Reale, la Caffetteria del Castello di Rivoli, la Caffetteria degli Argenti nella Reggia di Venaria, il Caffè Madama di Palazzo Madama, mentre la Merenda Reale dell’Ottocento si può assaporare presso il Caffè Elena, la Gelateria Pepino 1884, il Neuv Caval’d Brons, il Caffè San Carlo, la Torrefazione Moderna. Per informazioni consultare il sito www.turismotorino.org.

Irridenti pasticcini contemporanei
Sempre seguendo le orme dei Savoia, che ne direbbero i bambini di far colazione, pranzo o aperitivo al Castello di Rivoli? Tra i mattoni rossi e il panorama che va dalle colline delle Langhe fino alle montagne delle Valli di Lanzo, è bello fermarsi a giocare sulla terrazza che si affaccia nel giardino interno della Manica Lunga. Al piano alto ci si rincorre tra i riflessi delle grandi finestre, sotto ci si sgranchisce le gambe in un contesto da fiaba senza paura di disturbare. La visita al Museo è un leggero divertissement, una irridente passeggiata nell’arte contemporanea mescolata all’antico castello mai finito. Il menu della Caffetteria (aperta al pubblico interno ed esterno, da martedì a venerdì ore 10 – 17 e sabato e domenica ore 10 – 19) è un susseguirsi goloso di gelati mignon, pasticcini e cioccolate d’autore. Disponibile anche per festeggiare il compleanno.
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea – piazza Mafalda di Savoia – Rivoli (TO)
www.castellodirivoli.org

[Luisa Tatoni, Elena Brosio, Tea Terzo]

Iscriviti alla newsletter

X