Arriva Expo 2015

La prima volta di un’esposizione universale “baby e family friendly” è un bel giorno. Nei prossimi mesi Milano sarà invasa da turisti, espositori e cittadini che oltre a scoprire tutto sul cibo vedranno anche una città a misura di bambino, ricca di eventi e attività dedicate. Il tema portante è “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” e nessuno meglio dei bambini, il nostro futuro, è in grado di interpretarlo. Gli eventi in programma si concentreranno dentro e fuori Expo 2015, estendendosi a macchia d’olio in tutta la città.

Il Children’s Park
Il punto centrale all’interno di Expo è il Children’s Park, una grandissima area per i bambini dedicata al gioco e alla scoperta, sviluppata in partnership con il team di Reggio Children. È un luogo per stimolare esperienze educative, ma anche un’area di relax e svago per le famiglie.

Il progetto “Ring around the planet, Ring around the future”, (Girotondo intorno al pianeta, Girotondo intorno al futuro), propone dieci attrazioni interattive che rendono i piccoli attori e non spettatori. Ci sono le “Campane profumate” per far vivere un’esperienza olfattiva mai provata, un percorso in bicicletta che ha come tema il mare. La frutta è protagonista di un labirinto, gli ortaggi sono così grandi da essere cavalcati e, grazie a speciali bilance, i bambini si pesano non in chili ma in chicchi di riso. Nell’installazione “La Pioggia di radici” si scopre cosa succede quando i semi vanno sottoterra e alla “Fabbrica del Gelato” tutti gli alimenti si trasformano in prelibati dessert. Il Children’s Park è pensato anche per le scolaresche. In un momento speciale, la pausa del pranzo, si interagisce con ragazzi di altre culture e nazioni in un incontro virtuale che costruisce una sorta di mensa scolastica globale.

Al MUBA
In stretta collaborazione con il Children’s Park lavora il MUBA, il Museo dei Bambini di Milano (www.muba.it). MUBA ha dato vita al progetto Childrenshare, che fa dei temi dell’inclusione e della condivisione i punti cardine. Il tutto è iniziato a novembre con l’installazione “Prepariamo la tavola”, in cui bambini e genitori hanno potuto giocare con le tavole di tutto il mondo. Per le famiglie sono previsti incontri tutti i giorni (da martedì a venerdì alle 17; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 17.30). Ogni laboratorio dura 75 minuti e l’ingresso costa 6 euro per i bambini, 8 euro per gli adulti. Da mettere in agenda il laboratorio Remida che insegna a utilizzare in maniera creativa i materiali di scarto (dai 2 anni in su). Il 10 maggio giornata speciale dedicata alla festa della mamma.

I musei di Milano
Tutti i musei offrono appuntamenti per bambini e famiglie. Su www.ilmioamicomuseo.it si trovano date e orari di tutti gli eventi. Eccone alcuni: il 16 e 17 maggio (ore 11) al Museo degli Strumenti Musicali presso il Castello Sforzesco c’è l’incontro “Alla scoperta del museo…”. Sempre il 16 maggio alle 11, presso la Pinacoteca di Brera, si tiene il laboratorio “Attenti al quadro! Indagine a squadre per famiglie intraprendenti”. Ancora il 16 maggio (ore 14.30) al Museo di Storia Naturale c’è “Caccia al fossile”. Nella stessa giornata alle 15 il Museo Diocesano di Milano organizza “Giochiamo al Medioevo in inglese”. Dalle 15.30 presso Gallerie d’Italia c’è “Tutti a tavola – in inglese”, per bambini dai 3 agli 8 anni. Il 17 maggio all’Acquario Civico c’è “Nutrire il pianeta, l’officina Green – in inglese”. Alle 15.30 alla Triennale Design Museum: “Bamboo building”. Alle 16 a Villa Necchi Campiglio arriva l’incontro “Il gioco del gatto Guglielmo”.

Il Museo della Scienza
Anche al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia il calendario a misura di famiglia è fitto. Prosegue la mostra #FoodPeople, dedicata alla complessità e ai cambiamenti del sistema alimentare. Tutti i weekend di maggio arrivano lab interattivi sul cibo, la genetica e le biotecnologie. Ricco il programma nella Thinkering Zone, con attività dagli 8 anni in su: 1, 2 e 3 maggio “Piste per biglie acrobatiche”; 9 e 10 maggio “Sculture in equilibrio”; 16 e 17 maggio “Disegni di luce”; 23 e 24 maggio “Automata – Giocattoli meccanici”; 30 e 31 maggio “Veicoli animati e gara di robotica”, infine 1° – 2 giugno “Orchestra e musica fai da te”. www.museoscienza.org

Cascina Triulza
Cascina Triulza, il padiglione sede della Società Civile, dove trovano posto le associazioni, si trova a pochi passi dal Children’s Park cui è direttamente collegata da un bosco di gelsi. È una zona completamente dedicata ai bambini e alle loro famiglie. Due aree: la Biberoneria, per bambini da 0 a 4 anni, dove i genitori possono accudire i piccoli e per i più grandi, Children Lab, che accoglie bambini dai 4 ai 10 anni tutti i giorni con laboratori che ruotano intorno a tre parole chiave: acqua (declinata in tutte le sue forme), mangiare sano e sostenibilità ambientale. A gestire le attività a Cascina Triulza sono 18 organizzazioni. Per esempio a maggio (dal 26 al 30) l’associazione Amici della Casa della Carità organizza “Pentole e Pirati”. I laboratori durano un’ora e si tengono alle 11, alle 15 e alle 17.

Baby Land a Cascina Cuccagna
Altra cascina e luogo nevralgico per le attività dedicate ai bambini è Cascina Cuccagna. Il 23 e 24 maggio, dalle 10 alle 19, torna a Milano Baby Land, la terza edizione del mini festival per famiglie, di cui Giovani Genitori è Media Partner, organizzato dall’asilo nido e scuola dell’infanzia bilingue Hello Baby, promosso da BambiniaMilano.it. È l’occasione, a pochi giorni dall’inaugurazione di Expo, per vivere insieme la città in modo differente, più vicino ai piccoli, con un weekend di giochi, attività e show legati alla cultura del cibo. In un unico momento di incontro si trovano le migliori proposte baby e family friendly di Milano e dintorni. Baby Land sposa la filosofia di Cascina Cuccagna. “La richiesta è nata dai genitori dell’asilo – dice Sara Pedetta, amministratrice di Hello Baby -. Abbiamo creato un luogo di scambio dove le famiglie possono, in un fine settimana di festa e attività, conoscere le numerose realtà milanesi che offrono meravigliose proposte per i bambini da 0 a 12 anni. Una piccola rivoluzione che trasforma il territorio in un laboratorio a cielo aperto. Uno strumento per la crescita delle creatività e una vetrina per le eccellenze culturali”. Il programma è fitto di eventi e incontri. L’ingresso è gratuito ed è garantito un servizio di baby caring per l’intera giornata. Le attività, anch’esse gratuite, sono molteplici: laboratori di arte, musica, inglese, capoeira, yoga per adulti e piccini, showcooking, photobooth, esibizioni di magia per adulti e bambini e un concerto di violini eseguito da piccoli musicisti. Baby Land continua nella Festa Hello Baby Land mercoledì 27 maggio, dalle 16.30 alle 18.30, presso la scuola Hello Baby in via Giulio Romano 11.

Slow Food, Eataly e Vinitaly
Ricco di eventi a misura di bambino è il programma di Slow Food, in spazi pensati per essere fruibili anche dai più piccoli. Baby friendly sarà la mostra sulle biodiversità e gli spettacoli del Teatro Slow Food su temi universali come lo spreco alimentare, l’apicoltura e la tutela delle risorse idriche. Tutti gli eventi possono essere prenotati dal sito www.slowfood.com.

Con i suoi ristoranti da sempre baby friendly e la cura per le materie prime, Eataly è protagonista, dentro e fuori Expo. Sabato 16 maggio alle 16 presso Eataly Smeraldo (piazza XXV Aprile 10) ci sarà “Colorati di Natura”, un corso per imparare a estrarre a freddo i colori dai vegetali, per bambini dai 5 anni in su. Il 23 maggio alle 15.30 “Pigiama party? Festina?”, un laboratorio per imparare a cucinare, con mamma e papà, gustosi piatti per una festa con gli amici. Il 28 maggio alle 17 si tiene il corso “Cucinare in musica”, lezione pratica di cucina per bimbi. Informazioni e prenotazioni su www.eataly.it.

Baby friendly persino il padiglione del vino, che per la prima volta apre non solo agli adulti. Far conoscere ai bambini il mondo dell’enologia è un modo per tramandare tradizioni che rappresentano uno dei punti cardine dell’identità culturale italiana. Tutto il programma su www.vinitaly.com.

Pasta, riso, gelati e artigiani
Tra le parole “cibo” e “bambini” può mancare “gelato”? Gelateria ufficiale di Expo 2015 è la Gelateria Rigoletto che, col progetto “Il Gelato delle Regioni”, si è conquistata la gestione dell’area Gelato e Cioccolato nel Padiglione Italia. Molte iniziative, tra cui l’assaggio di gusti preparati con eccellenze agroalimentari italiane (per i temerari c’è quello al gorgonzola di Abbiategrasso con lo zenzero). Grande spazio ai bambini, con lab per imparare come si fa il gelato, tutti i sabati mattina nel laboratorio di via San Marco 14 a Milano (dai 5 ai 9 anni). Per prenotare inviare una mail a corsi@gelateriarigoletto.it.

Il Grano Armando, con il suo Temporary Eat Store “La pasta di Armando” aperto dal 1° maggio al 30 giugno in corso Garibaldi 117, presenta un ambiente colorato e menu a misura di famiglia con momenti di gioco dedicati ai più piccoli. Dal 6 all’8 maggio e dal 28 al 29 maggio c’è la “Caccia alla pasta” davanti allo store. Chi troverà il maccherone nascosto dentro un cesto di grano?

Riso Acquerello, sulla Terrazza del Pistoletto in via Tortona 27 (trasformata in una vera e propria risaia nel cuore della città) organizza momenti ludici il 6, 13 e 27 maggio (dalle 10.30 alle 13.20) durante gli incontri “Mercoledì Riso”.

Sempre in zona Tortona (via Tortona 32), Confartigianato organizza un brunch totalmente family friendly nello spazio fuori Expo chiamato “Italian makers village”, tra presentazioni di start-up ed eccellenze nostrane.

Nutrire col contatto e la conoscenza
Il concetto alla base di Expo 2015 viene declinato da Mustela in maniera più ampia. Nutrimento non solo come cibo, ma anche come contatto, con una serie di incontri per neo mamme e neo papà, durante il mese di maggio, presso la Maison Mustela, per vivere con serenità la gravidanza, il parto e il puerperio. Si parla di contatto tra mamma e bebè all’incontro del 9 maggio “Le mani che nutrono”, il 13 e 17 maggio “L’avventura della nascita”, sempre in queste date “Parole per nascere”. Il 16 maggio “Un buon inizio per crescere”, il 20 maggio “Mamme stasera si cena con… l’ostetrica”, il 23 maggio “Ricette per l’estate: protezione solare e idratazione” e infine il 28 maggio “Genitori crescono”. Il calendario prosegue per tutto giugno. Si prenota su www.mustela.it.

Molti anche gli eventi fuori Milano, uno su tutti la mostra Il giro del mondo in 129 valigie, dal 24 maggio al 7 giugno, a Villa Ida Lampugnani di Parabiago (MI), organizzata dall’Istituto comprensivo A. Manzoni e dallo studio di architettura Foro Studio. La mostra espone 129 valigie, al cui interno i ragazzi hanno creato una tavola apparecchiata secondo la tradizione di ogni singolo paese partecipante a Expo. All’interno anche le ricette dei piatti tipici. Informazioni e orari su www.forostudio.com.

Programmare la visita
Dal 1° maggio al 31 ottobre Expo 2015 sarà aperta ininterrottamente dalle 10 alle 23.

I biglietti si acquistano sul sito ufficiale www.expo2015.org o dai rivenditori qui segnalati (diffidate di quelli che non compaiono in elenco). I biglietti sono per data aperta (validi dal 1° maggio al 31 ottobre) o per data fissa.

I padiglioni dei paesi ospiti chiudono alle 21.30, i ristoranti alle 22.30. I bambini tra 0 e 3 anni non pagano, dai 4 ai 13 hanno biglietto ridotto. Sconti per studenti da 14 a 25 anni e per i senior. Previsti interessanti pacchetti-famiglia. I soci Coop pagano meno (info su www.e-coop.it).

Prima di partire programmate la visita: Expo è grande e bisogna sapere cosa si vuole vedere. Sul sito si trova una mappa sempre aggiornata dedicata ai percorsi per le famiglie, con informazioni su lab, appuntamenti, nursery, aree relax e prestito passeggini.

Iscriviti alla newsletter

X