Vestirsi da soli: aiutiamo i bambini a conquistare l’autonomia

Mamma, mi vesto da solo! Nessuna fretta, un po’ di aiuto, vestiti accessibili e… chiudiamo un occhio sugli abbinamenti. Così si aiutano i bambini a conquistare l’autonomia

Magliette al rovescio, scarpe invertite, cappelli che cascano sul naso: è tutto normale, il vostro bambino vuole vestirsi da solo e voi non potete che esserne felicissimi.

Certo, ci vuole un approccio Zen per accogliere al meglio il loro modo di diventare grandi e indipendenti.

I primi tentativi di autonomia

Non esiste un’età prestabilita per imparare a vestirsi da soli. Dai 18 mesi i bambini iniziano a voler fare da soli e normalmente iniziano con la svestizione più che con l’indossare.

A due anni sono in grado di togliersi i vestiti e le scarpe. Intorno ai tre anni, con l’inizio della scuola dell’infanzia, a livello psico-motorio sono maturi per prepararsi da soli.

Lasciateli fare, ma senza stimolarli troppo o bruciare le tappe. Pretendere comportamenti autonomi troppo presto può scoraggiare e creare frustrazione.

Incoraggiarli sempre

I genitori possono accompagnare le prime ricerche di autonomia invitando i bambini a spogliarsi prima di andare a dormire o prima del bagnetto, quando si è certi di avere un po’ di tempo a disposizione.

Al momento della vestizione, già intorno all’anno si può cercare la loro collaborazione, magari porgendo la scarpa e aspettando che sia lui a infilare il piede. Oppure preparando la manica della maglia e invitando il bambino ad allungare il braccio.

È importante fin da subito dare il buon esempio con gesti lenti e chiari. I bambini imitano quello che vedono e se ci si fa vedere bene si facilita il loro lavoro, oltre a stimolare i neuroni specchio.

Lasciar fare

Anche per vestirsi i bimbi hanno bisogno di fare pratica e prendere sicurezza. Come per ogni altra cosa, lasciateli fare. Lasciateli sbagliare.

È bene evitare di metter loro fretta se stanno cercando di tirare su una zip o infilare un calzino. Ancora peggio intervenire e fare al loro posto: è un gesto di grande sfiducia nei loro confronti.

Un ultimo consiglio: chiudete un occhio e accettate i loro gusti. Si affineranno col tempo!

Vestiti facili e a portata di manina

Ci sono alcuni trucchi per agevolare la loro autonomia nell’abbigliamento, a partire dalla scelta dei vestiti.

Meglio scarpe con il velcro e senza lacci, abiti con bottoni grandi e pantaloni o gonne con l’elastico.

Le maglie sono più facili da indossare se sono abbondanti e fanno passare comodamente testa e braccia.

Bandite le allacciature complicate e quelle sulla schiena che prevedono un aiuto anche se a indossare quel vestito fosse un adulto.

Potete fare shopping insieme ai figli e poi prendervi un paio d’ore, insieme, per preparare gli indumenti. Mettete delle etichette grandi e divertenti per riconoscere il retro, individuate bene i disegni che vanno davanti.

Fate dei disegni sulla suola per riconoscere quale scarpa va a destra e quale a sinistra.

Ultimo sforzo: selezionate i vestiti più comodi e adeguati alla stagione e metteteli a posto pronti per l’uso, ovviamente in un luogo accessibile ai piccoli. L’ideale è il ripiano basso dell’armadio, l’ultimo cassetto o un attaccapanni baby.

vestirsi da soli bambini

Iscriviti alla newsletter

X