Arriva la Barbie su sedia a rotelle e con le protesi

La disabilità non imbruttisce. Con una nuova Barbie su sedia a rotelle e una con protesi, Mattel rilancia la linea Fashionista, per promuovere una nuova bellezza, diversa e non tradizionale. Sugli scaffali da giugno 2019

Arrivano a giugno le Barbie meno perfette e più “naturalmente belle”. Con l’edizione 2019 della linea Fashionista, Mattel vuole  parlare di disabilità fisica, così arriva la Barbie in sedia a rotelle o con la protesi alla gamba, con un busto più piccolo, e quella un punto vita meno definito. Così, anche attraverso il gioco, la disabilità diventa una normalità.

Bellezza multidimensionale

“Come marchio possiamo sollevare la conversazione sulle disabilità includendole nella nostra linea di bambole per mostrare una bellezza multidimensionale” afferma Mattel. Così cresce la linea Barbie Fashionistas, nata alcuni anni fa con modelli di bambole acconciate con treccine e diversi colori di pelle e capelli. L’idea è quella di raccontare una bellezza sempre più varia e inclusiva, per allontanarsi dallo stereotipo delle prime Barbie, tutte bionde, magre, perfettamente belle.

Carrozzina e rampa per una casa accessibile

La Barbie in arrivo a giugno avrà un corpo snodabile, che le permetterà di sedersi sulla carrozzina.

La confezione sarà venduta negli Stati Uniti a 19,99 dollari, includerà la Barbie e la sua sedia a rotelle, ma anche una speciale rampa con cui completare la casa della bambola. che così diventa davvero accessibile per tutti.

Leggi anche Bambini e disabilità: i parchi giochi inclusivi, cosa sono e dove trovarli

Iscriviti alla newsletter

X