In vacanza con i bambini gratis? Approfittiamone finché sono piccoli!

Per andare in vacanza basta scegliere la meta, decidere la data e preparare i bagagli. Ah, già. E il bambino? Tranquilli: il bambino è gratis. Un’utopia per chi ha aggiunto i figli alla consueta vita di coppia? Forse no, forse i figli sono una fortuna! Anzi, sì, proprio sì, perché l’offerta di riduzioni per i più piccini è una strategia di marketing diffusa e gli sconti si moltiplicano su treni e aerei, alberghi e ristoranti, anche nelle strutture ricettive più ricercate. Ora che le vacanze estive sono a una manciata di settimane, scatta il momento dell’organizzazione.

Per chi viaggia “da tre in su”, è fondamentale muoversi per tempo e avere le idee chiare. Un giro d’orizzonte completo serve a capire non solo dove e quando andare, ma anche come definire il budget. Ben venga dunque il “bimbo gratis” in una società che fa sempre meno figli, come l’Istat ci ricorda puntualmente, ma che continua ad avere nelle famiglie una delle maggiori fonti di consumo. Meglio sfruttare l’occasione, finché si è in tempo, anche perché non tutte le formule prevedono gli stessi limiti di età per i bambini.

 

Ali e rotaie amano i bimbi

Parte integrante della vacanza è il viaggio. Le famiglie numerose possono risparmiare qualche euro anche se scelgono di muoversi in aereo. Alitalia, per esempio, propone offerte sui voli nazionali “2 adulti + un under 14”, per l’Italia e l’estero, a prezzo “tutto in uno” (249 euro per i viaggi in Italia e Europa, andata e ritorno). Carinissima l’iniziativa del “Battesimo dell’aria”, un attestato per festeggiare la prima esperienza di volo del piccolo passeggero. Si stampa un certificato dal sito Alitalia.it, si compila e si consegna alla hostess. Sarà il comandante in persona a firmarlo per renderlo “ufficiale”. Tariffe scontate anche su Ryanair: la formula si chiama “Family extra” e permette ai bambini di età compresa tra i 2 anni compiuti e i 12 anni di ottenere uno sconto del 50% sul prezzo di partenza, con un massimo di due bambini per ogni adulto pagante. Poteva mancare l’offerta famiglia di AirFrance? Sconti per il bambino che viaggia insieme a un adulto: 15% sui voli a breve raggio, 33% su tratte lunghe. Se il bimbo ha meno di 2 anni, il volo è gratis, purché viaggi sulle ginocchia dell’accompagnatore (per i voli interni). Attenzione a prenotare da soli: le agenzie conoscono le offerte famiglia assai meglio dei siti per viaggiatori solitari e avventurosi.

Se invece dell’aereo si sceglie di partire in treno, Trenitalia con l’offerta “Bimbi Gratis” non fa pagare chi ha meno di 15 anni, all’interno di gruppi familiari che vadano dai 2 ai 5 elementi, con almeno un maggiorenne. Anche “Italo Famiglia” fa viaggiare i bimbi gratis: gli Infant, fino a 30 mesi, sempre; i grandicelli, fino a 14 anni, non pagano il biglietto sulle carrozze Smart, a patto che siano accompagnati da un adulto pagante.

 

Mare, sole e relax (anche per il portafogli)

Che estate è senza mare? Se la bussola punta verso Sud-Est, il Salento è il posto che fa al caso delle famiglie. Non mancano le occasioni: bimbo gratis, per esempio, a Torre dell’Orso. La proposta arriva dal Brunese Club Village, che oltre ad avere rimesso a nuovo un’antica masseria nel bel mezzo della macchia mediterranea e a pochi passi dal mare, si apre alle famiglie permettendo di portare con sé i ragazzi gratuitamente. Attenzione: ragazzi, non bambini. Perché qui i figli sono gratis fino alla soglia della maggiore età. A qualche chilometro di distanza, nelle “Maldive italiane”, sorge il Ticho’s Hotel Resort di Castellaneta Marina: spiagge di sabbia, mare trasparente e fondale digradante sono ancora più belli visto che i cuccioli al seguito non costano nulla fino a 13 anni.

E dalla Puglia alla Puglia, non può mancare il Gargano. Lo sperone d’Italia amico delle famiglie punta sul Green Park Village di Vieste, sulla litoranea che porta verso Peschici, che offre le bellezze naturali della zona e anche la possibilità, per ogni coppia di adulti, di portare senza aggiungere un euro un bambino fino ai 13 anni non compiuti.

Ma il mare meraviglioso si può trovare anche in Sardegna. E le famiglie con figli alla ricerca di un’occasione possono puntare su Stintino, in provincia di Sassari, uno sperone di macchia mediterranea piantato in mezzo al mare turchese. Lì, al club hotel Cala Rosa, c’è la formula magica che offre diverse modalità di risparmio. Alla presenza di due adulti (due quote intere paganti), i bimbi da 2 a 6 anni possono godere dello sconto del 50% in tutti i periodi dell’anno. Se la famiglia è più numerosa, il terzo (e addirittura il quarto) letto per bimbi dai 6 ai 12 anni vengono scontati del 30%. Ancora Sardegna, provincia di Sassari, con La Plata Beach Resort di Marina di Sorso. Tante le formule possibili: ci sono sette notti, traghetto da e per Livorno, spiaggia e tessera club, papà e mamma pagano il prezzo pieno insieme alla pensione completa e il bimbo si gode la vacanza completamente gratis.

E se si parla di vita da spiaggia, di estate, di mare, di bagni e di divertimento, non può mancare la riviera romagnola, che storicamente ha un occhio di riguardo per le famiglie numerose. Un nome? Gatteo Mare: al Village Camping Delle Rose il soggiorno settimanale per due persone prevede un bambino fino ai 10 anni. Non basta? C’è anche l’ingresso gratuito al parco divertimenti di Mirabilandia. Si resta in Emilia Romagna con l’Hotel Internazionale di Igea Marina, dove due adulti possono portare gratuitamente due figli in camera. Animazione, servizi a misura di famiglia, ma anche un bel risparmio, da giugno a settembre, per chi vuole abbinare il divertimento alla convenienza.

Bimbi gratis fino ai 12 anni a Marotta di Mondolfo, nella provincia di Pesaro e Urbino: basta scampanellare al Family Beach Resort Il Girasole, che garantisce un trattamento ad hoc per adulti e piccoli già a partire dal nome.

Occasioni simili si trovano anche in Toscana, per esempio al Poggio dell’Agnello: il Country & Beach Resort Costa degli Etruschi, a Piombino, nei suoi monolocali (o bi o trilocali) mette un letto aggiuntivo per 10 euro a notte e, se il bimbo ha meno di 8 anni, non paga nulla. A poca distanza, sempre nella Costa degli Etruschi, il Tombolo Talasso Resort di Marina di Castagneto Carducci offre pernottamento gratuito per bimbi fino a 13 anni non compiuti.

Preferite la Liguria? L’Hotel Casella di Pietra Ligure accetta bimbi gratis fino ai 15 anni di età se si soggiorna per almeno 5 notti (fino al 17 giugno o dal 10 al 24 settembre). A Cavi di Lavagna, l’Hotel Doria offre soggiorno gratuito fino a 2 anni, riduzioni e sconti fino a 12 anni.

 

Convenienza senza confini

Le opportunità da non perdere, finché si hanno i piccoli nell’età adatta, non riguardano soltanto l’Italia. Oltre confine c’è l’imbarazzo della scelta, anche per mete molto battute come quelle legate alla sponda opposta del mar Mediterraneo. Per esempio, al SeaClub Nubian Resort Royal Island & Village di Sharm El Sheikh, il prezzo richiesto per sette notti e trattamento tutto incluso per due adulti non varia se con loro c’è un bambino. Gratis funziona anche nel resto dell’Egitto: l’Alpiclub Dream Lagoon offre sette notti con trattamento all-inclusive con bimbo gratis. La stessa formulaofferta in numerosi altri villaggi della catena: tra le destinazioni ci sono Minorca e Maiorca, Ibiza, Tenerife, Formentera, Creta, Kos, Rodi e, in Italia, Sicilia e Calabria! Quasi tutti i tour operator offrono pacchetti famiglia: Valtur ospita gratis due bambini fino a 14 anni in camera con due adulti: dalla Croazia alla Toscana, dalla Sardegna al Sud Italia, passando per il Trentino, senza dimenticare Grecia e Spagna.

Anche le grandi navi da crociera sono family friendly: su Costa Crociere i minori di 18 anni pagano solo le tasse portuali, se dormono con i genitori, proprio come in MSC Crociere. Insomma: è proprio il caso di approfittarne. Meglio viaggiare finché son piccoli e, per fortuna, non pagano!

[Massimiliano Sciullo ed Elena Visconti]

Iscriviti alla newsletter

X