Bonus vacanze: un aiuto alle famiglie per le ferie

Il bonus vacanze dà diritto a uno sconto sui soggiorni in strutture turistiche italiane. Si richiede con un’app e si usa con un procedimento un tantino complicato

Il Bonus vacanze fa parte delle iniziative previste dal Decreto Rilancio del 19 maggio 2020. Offre un contributo fino a 500 euro, da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia.

Può essere richiesto e speso nell’arco di tempo dall’1 luglio fino al 31 dicembre 2020.

Chi può richiederlo

Il Bonus vacanze può essere richiesto dai nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. L’importo del bonus è calcolato sul numero di componenti della famiglia: 500 euro per nuclei composto da tre o più persone, 300 euro da due persone, 150 euro da una persona.

Lo possono usare anche persone diverse, purché facciano parte dello stesso nucleo familiare.

Come ottenerlo

Il bonus può essere richiesto esclusivamente in forma digitale. È necessaria l’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identita Elettonica) e la dichiarazione ISEE. Per farne richiesta, probabilmente sarà necessario scaricare l’app Per la domanda, bisogna scaricare l’app “IO” del servizio della Pubblica amministrazione (PagoPa)

L’app IO sarà utile anche in altri momenti, perché permette di pagare con maggior semplicità i servizi scolastici (anche la mensa) e presentare le domande per l’iscrizione all’asilo. 

Le strutture turistiche

E’ importante controllare che l’albergatore aderisca all’iniziativa. Chi aderisce fa uno sconto dell’80% sulla tariffa al possessore del Bonus Vacanze. Il possessore è tenuto, a sua volta, a comunicare la struttura scelta. L’albergatore utilizzerà poi il bonus come credito d’imposta in compensazione, senza limiti di importo, mediante il modello F24, cedibile anche a istituti di credito.

La guida d’uso al Bonus Vacanze non è ancora disponibile, sarà pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come utilizzare il bonus

Il bonus viene caricato sull’app IO e può essere speso presso alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast del territorio italiano. Non vale per prenotazioni attraverso piattaforme come Airbnb o Boooking, ma può essere utilizzato per pagare le agenzie di viaggio o i tour operator.

Lo sconto immediato che si riceve è dell’80%. Il restante 20% va scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno: per questo è necessario che sia rilasciata la fattura elettronica o il documento commerciale.

Iscriviti alla newsletter

X