Cosa visitare a Torino: organizziamo un viaggio con tutta la famiglia

Torino è una tra le metropoli più family e baby friendly d’Italia. Il centro storico, con le molte vie pedonali, i lunghi tratti di portici e le grandi aree verdi pubbliche consentono passeggiate serene. Appena fuori dalla città, la grande pianura Padana, le verdissime colline e le montagne olimpiche offrono mille possibilità di vacanza a misura di bambino.

Duemila anni di storia

La storia qui si tocca con mano con il Parco Archeologico con le torri della Porta Palatina, il Museo di Antichità, il Museo Egizio. E ancora Susa romana, i centri storici medievali di Ivrea e Pinerolo, la Fortezza di Fenestrelle e la Sacra di San Michele sono solo alcuni spunti per visitare quello che i bimbi studiano a scuola.

Le residenze reali, patrimonio Unesco, i Musei Reali di Torino, la Reggia della Venaria Reale e la Basilica di Superga permettono di conoscere la dinastia di Casa Savoia. I protagonisti del Risorgimento si incontrano nei caffè storici del centro. Palazzo Carignano, inoltre, ospita un rinnovato e attualissimo museo dedicato a questa epoca storica.

GG cosa visitare a torino4

Egizio, Cinema e Automobile: il grande tris

L’architettura e l’arte spaziano da fine ‘800 al contemporaneo. La Mole Antonelliana, la Fetta di Polenta, l’Orto Botanico, il Borgo Medievale, Torino Esposizioni, la Torre Littoria, lo Stadio Olimpico, l’Arco Olimpico e il Lingotto sono tesori architettonici. La Fondazione Merz, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, la GAM, il Castello di Rivoli, il Parco d’Arte Vivente sono luoghi d’arte privilegiati. Sono famosi per l’ospitalità family e per la proposta di attività per i bambini o per le guide a misura di piccoli visitatori.

Il più acclamato museo torinese è lo storico Museo Egizio, completamente rinnovato, che programma attività per bambini, visite notturne e un bellissimo Family Tour.

GG cosa visitare a torino5

Il Museo Nazionale del Cinema, imperdibile, è scenograficamente ospitato nella Mole Antonelliana, il MAUTO – Museo dell’Automobile è strategicamente situato su una lunga passeggiata (anche ciclabile) lungo le sponde del fiume Po.

Una soluzione pratica per visitare i musei è la Torino+Piemonte Card, che si acquista nelle versioni 2, 3 e 5 giorni. È vantaggiosa per le famiglie perché ogni card riconosce a un adulto e a un minore di 12 anni l’ingresso gratuito nei più importanti musei e mostre di Torino, nei castelli, nelle fortezze e nelle residenze reali. In più ci sono altre riduzioni sui principali servizi turistici. Con una piccola integrazione si acquistano anche i biglietti dei trasporti pubblici a tariffa promozionale.

Cosa visitare a Torino da altri punti di vista

Ci sono modi alternativi di vedere Torino. Il City Sightseeing ha un commento parlato specifico per bambini (in italiano e in inglese) e attraversa la città passando per le principali attrazioni fino a Eataly e all’Allianz Stadium, La Venaria Reale e il Castello de La Mandria.

Ma cosa penseranno i bambini che salgono su un museo in movimento? La Linea 7 è un tram storico, in circolazione il sabato e i festivi, che porta sulle rotaie attraverso le più belle strade cittadine.

E se vi piacciono i mezzi alternativi, ci sono la tranvia a dentiera Sassi-Superga, l’Ascensore Panoramico della Mole Antonelliana e la Mongolfiera Turin Eye.

Per scoprire Torino e le Residenze Reali, i Royal E-Bike Tour (bici a pedalata assistita) conducono senza sforzo lungo le ciclabili della città, attraversando luoghi incantevoli con accompagnatori cicloturistici che conoscono mille aneddoti e curiosità. L’età minima per l’utilizzo delle e-bike è di 14 anni, ma i bambini possono usare le biciclette tradizionali o trovare supporti trasportati da mamma e papà.

GG cosa visitare a torino1

Torino: tutti a tavola!

Cioccolato, gelato, pasticceria e caramelle hanno una lunga tradizione artigianale a Torino. Le strade offrono infinite occasioni di degustazione. La più particolare? Il Pinguino, lo storico gelato ricoperto di cioccolato inventato a Torino nel 1939.

L’ora della merenda si trasforma in un piccolo viaggio nel tempo: una fumante cioccolata calda o un Bicerin, offerti insieme agli irresistibili “bagnati” e altre specialità al cioccolato sono alla base della “Merenda Reale” gustabile nei caffè storici e nelle caffetterie delle residenze reali.

Se si desidera provare la cucina tipica piemontese, Torino è una capitale del gusto con molti locali family friendly. E siccome l’enogastronomia è importante, si può entrare in contatto con le realtà produttive del territorio attraverso le attività delle Fattorie Didattiche.

GG cosa visitare a torino7

Outdoor e montagna estiva

Tante le proposte di escursione per baby trekker. In città si va dal Parco del Valentino al Monte dei Cappuccini e a poca distanza ci sono laghi, boschi, colline, fate, orchi e draghi. Davvero. Li trovate nei parchi emozionali “Il Bosco delle Meraviglie” o “Fiabosco”.

Il Parco Nazionale Gran Paradiso, che è il più antico parco naturale d’Italia, ha un gioiello tutto suo: Ceresole Reale, un’Alpine Pearl che garantisce vacanze green all’insegna della mobilità dolce.
E come dimenticare i parchi avventura, i ponti tibetani e, primo in Italia, il bioparco Zoom? Qui gli animali vivono immersi in scenografie realistiche e letteralmente mozzafiato.

GG cosa visitare a torino6

Torino non sta mai ferma

Nelle grandi aree ex industriali delle OGR – Officine Grandi Riparazioni è arrivato il primo spazio europeo permanente dedicato a una elettrizzante esperienza artistica. A proporlo è teamLab, un collettivo giapponese che sviluppa un connubio di arte e tecnologia. LEARN & PLAY! Future Park è un’esperienza immersiva a misura di bambino: proiezioni interattive e sensibili al movimento e al tocco trasformano i visitatori in creatori di scenari e di storie.

GG cosa visitare a torino2

A Grugliasco è stata costruita GruCity, la prima vera città a misura di bambino. Al coperto, con strade, palazzi, uffici, caserme, negozi e giardini, è un luogo unico in cui entrare nel mondo dei grandi, sperimentando dodici veri mestieri, con vestiti, attrezzini baby e insegne. Persino i marchi sono veri! Un team leader guida i bimbi nelle attività che sono commisurate alle loro età e attitudini.

GG cosa visitare a torino3

Articolo in collaborazione con Turismo Torino e Provincia

Iscriviti alla newsletter

X