Detox d’autunno

da | 12 Nov, 2022 | Lifestyle, Salute e Benessere

Fermati. Respira. Riparti. Per stare meglio, facciamo piccole prove di detox: dal troppo cibo, da troppi schermi, da troppe cose, da troppa famiglia. E vediamo come va

La dieta detox

Novembre è un buon mese per rendere più semplice e austera la nostra alimentazione, con un vero e proprio detox, che poi ci penserà dicembre a darci tanta felicità formato pandoro.

Le detox alimentari vanno di moda e ce ne sono di tutti i tipi, da quelle fatte di soli liquidi, ai polveroni proteici ai centrifugati. Le più soft, che paiono anche più ragionevoli, partono dall’eliminazione di tutti quei cibi che possono causare infiammazione, come latticini, glutine, zucchero, alcool, caffeina.

Per qualche settimana, si sperimenta un’alimentazione più semplice, con tanti ortaggi, che dopo qualche giorno lo sentiamo che ci fanno star meglio. In questa stagione non è necessario soffrire e mortificarci con insalatine scondite, le vellutate tutta verdura sono un comfort food a prova di detox. Affondarle nella panna, però, non vale!

Detox digitale

Negli ultimi anni gli schermi si sonno davvero presi uno spazio sempre più grande nelle nostre vite, lavoro, fitness, riunioni, tutto è finito lì. E se in settimana è difficile farne a meno, un buon proposito per il mese di sana sobrietà è quello spegnerli tutti, proprio tutti, nel fine settimana. Inizialmente il vuoto cosmico che proveremo sarà intenso, e la tentazione di pigiare quel bottoncino quasi irresistibile.

Ma proviamo a resistere: facciamo lunghe passeggiate, leggiamo libri e riviste, di carta si intende. E la sera? Una partita a briscola, un gioco da tavolo, un racconto animato da tutti. Prolunghiamo questa piacevole sensazione di libertà e tempo ritrovato, mantenendo i weekend no-tech durante tutto l’anno.

Detox domestica

Le porte degli armadi faticano a chiudersi perché troppo pieni? È ora di un decluttering casalingo: meno è meglio. Per eliminare tutto il superfluo e ritrovarsi con una casa semplice e minimalista, il metodo classico è quello di Marie Kondo, che pone come obiettivo la gioia: un oggetto che preso in mano non suscita alcuna emozione positiva va buttato.

Al termine del processo, che è molto sistematico e va applicato in ogni camera, ci si ritrova in una casa finalmente libera dal superfluo, più bella, ordinatissima e che, idealmente, sprizza gioia da ogni angolo!

Detox familiare

Ci illudiamo di essere il pilastro saldo e indispensabile del nostro nido: per questo staccarci è difficile. Ma, incredibile!, pare che non crolli proprio nulla se ci allontaniamo per qualche tempo dalla famiglia.

Così è cosa buona creare una piccola rete di amici o vicini con cui si possano scambiare ore di babysitteraggio, per trovare il tempo di fare dello sport o rilassarsi.

O, per raggiungere punte di benessere pazzesche, partire per un paio di giorni. Come si sta bene da soli, come si dilatano i tempi, come si ritrova energia, ma anche, come sarà bello ritrovarsi dopo la separazione!

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista