Digital detox, come disintossicarsi da Internet

Ci raccontava un’amica della mutazione singolare che è avvenuta in casa sua quando per una settimana sono rimasti senza Internet.

In particolare del comportamento del figlio undicenne, la cui routine post scuola consisteva normalmente in maratone ai videogiochi. Che erano interrotte solo da pausa cena, un ruttino e via, di nuovo sullo schermo.

La prima sera abbiamo giocato a Monopoli, la seconda sera è andato in crisi e ha ciondolato per la casa infelice, la terza ha deciso di cucinare lui la cena.

La quarta ha chiesto di invitare un amico a dormire. Non ci eravamo resi conto di quanto la sua dipendenza dai videogame fosse impattante!”.

E cosa succede a casa nostra? Abbiamo raggiunto un buon equilibrio digitali?

L’unico modo per scoprirlo è testarlo con tentativi di dieta o digiuno digitale.

La dieta consiste in piccole accortezze quotidiane per limitare l’uso dei vari dispositivi.

Tra i consigli più in voga in questo periodo: spegnere le notifiche, utilizzare il bianco e nero per renderli meno attraenti.

E ancora bandire i telefoni da tavola, scaricare quelle app che limitano le distrazioni su cellulare.

Può servire anche stabilire che la propria camera da letto è zona tech free: è il regno dei sogni, non è un cinema, un centro commerciale o una sala giochi!

Per un approccio digitale più strong si può provare il digiuno: si inizia con una mattina o un pomeriggio e poi si azzarda la giornata intera.

Stacchiamo il wi-fi e la connessione dati sui cellulari, riponiamo ogni device in un cassetto: quanto dura la nostra resistenza?

Tra le strategie di sopravvivenza: passeggiate nella natura ad ammirare il foliage, seguite da merenda in pasticceria con dolcetti e cioccolata calda.

Maratone di giochi in scatola, con ricchi premi e cotillons. Uscite al cinema o in libreria, a sfogliare un libro, una rivista.

Ogni volta che sentiamo una fitta di nostalgia per il mondo digitale ripensiamo alla molestia di certe chat, di certi personaggi sui social.

E quando i bambini si lamentano perché rivogliono il tablet, rammentiamo i benefici di una giornata lontani dagli schermi e teniamo duro!

Infine, ce l’abbiamo fatta, la giornata volge al termine e allo scoccare della mezzanotte riattiviamo tutte le connessioni: cosa ci siamo persi oggi?

Iscriviti alla newsletter

X