Si può fare una festa di compleanno in cortile? La risposta dell’avvocato

Il cortile rientra tra le parti comuni del condominio e tutti i vicini possono usufruirne in egual misura. Ma è possibile organizzarci una festa di compleanno?

Due genitori vorrebbero organizzare una festa di compleanno in cortile, ma non sono sicuri di poterlo fare. Abbiamo chiesto un parere all’avvocato Francesca Galdini.  

Vorremmo organizzare per la nostra bambina una festa di compleanno nel cortile condominiale. Non potendo avvertire tutti gli appartamenti che affacciano sul cortile (sono tantissimi), non sappiamo bene come comportarci. Cosa dice la legge in merito? 

“A norma dell’articolo 1117 del Codice Civile – risponde l’avvocato Francesca Galdini – il cortile rientra tra le parti comuni dell’edificio condominiale, anche per gli appartamenti che non vi si affacciano, secondo quanto ha affermato la Cassazione nel 2000. Questo significa che tutti i condomini ne possono usufruire in ugual misura, senza pregiudicarne il pari uso da parte degli altri”.

Quando e come si può usare il cortile 

Il cortile può quindi essere utilizzato come parcheggio, per installare delle tubature e anche per aprire una porta o una finestra, poiché per cortile non si intende solo l’area calpestabile, ma anche la colonna d’aria sovrastante. 

“Il cortile può anche essere utilizzato per organizzare una festa di compleanno per i bambini o per gli adulti – continua l’avvocato Galdini -. Si badi bene però: a patto che il regolamento condominiale non lo vieti espressamente. Consiglio, prima di tutto, di andare a rileggere il regolamento o di chiedere un parere all’amministratore di condominio”.

Quando il compleanno in cortile si può fare

Partendo dal presupposto che sia consentito, per organizzare una festa di compleanno in cortile bisogna aver cura di non deteriorare gli spazi comuni e la loro funzione (compresa quella, peraltro, di luogo di festeggiamenti anche per gli altri condomini).

Bisogna, altresì, avere cura che i bambini non rechino disturbo a chi non vuole o non può partecipare alla festa. Sarebbe quindi opportuno che l’orario non si collochi a ridosso del pranzo, in modo da evitare che i loro schiamazzi disturbino chi magari si concede un riposino. E ovviamente non va fatto di sera.

Non dimenticare di avvisare

Sarebbe naturalmente opportuno avvisare l’intero condominio che “nel tal giorno alla tal ora avrà luogo una festa di compleanno in cortile”.

Se i rapporti con i condomini sono buoni, si può fare in maniera informale, con un piccolo e gentile avviso lasciato nelle buche delle lettere, invitando eventualmente i bambini dei vicini.   

In alternativa, si può avvertire l’amministratore che, col suo benestare, potrà occuparsi di affiggere un avviso formale nella bacheca condominiale. E se vi servono delle idee per animare una festa, ecco una rassegna dei giochi da cortile più belli. Buon compleanno!

Iscriviti alla newsletter

X