Circuiti verdi tra abbazie

La cosa bella della campagna intorno a Milano è che quando finalmente ci arrivi, appare in tutta la sua tranquillità sospesa nel tempo: gli specchi d’acqua delle risaie, il verde acceso dei campi, i lunghi filari dei pioppi, gli aironi lungo gli argini. Un territorio connotato dalla cultura contadina e dalla matrice ecclesiastica che tanto l’aveva condizionato e in cui si ritrova per un momento il sapore dei secoli passati.

La strada delle abbazie

Un bel percorso che si può intraprendere in famiglia, tra verde e memorie storiche, è lungo la Strada delle Abbazie, un circuito che si snoda nelle campagne a sud di Milano, attraverso il Parco del Ticino e il Parco Agricolo Sud. E così una bella giornata di sole di inizio estate, con bici e bambini al seguito, può trasformarsi in una piacevole occasione per conoscere il nostro territorio e la sua storia. Il tragitto si snoda in circa cento chilometri, tra sette abbazie – Abbazia di Chiaravalle, Abbazia di San Lorenzo in Monluè, Abbazia di Viboldone, Abbazia di Morimondo, Abbazia di Mirasole, Chiesa di Santa Maria in Calvenzano e a Milano San Pietro in Gessate. Cinque i circuiti che vi proponiamo, da percorrere in bicicletta e in parte anche a piedi. Si possono ovviamente affrontare in più tappe e in più giornate, o prediligere un solo percorso. E per i più stanchi rimane sempre la macchina! Tra un’abbazia e l’altra si incontrano aziende agricole e cascine. Mercatini, rievocazioni storiche, sagre ed eventi culturali animano la Strada in tutte le stagioni, in particolare quella estiva. Prima della partenza, se si va in bici, è indispensabile scaricare la mappa redatta dal Touring Club di Milano in cui sono indicate le piste ciclabili di collegamento tra le varie abbazie: si trova sul sito www.stradadelleabbazie.it.

Primo circuito

Dalla Chiesa di San Lorenzo in Monluè all’Abbazia di Chiaravalle all’Abbazia di Viboldone. Prima tappa del circuito è la Chiesa di San Lorenzo in Monluè, alle porte di Milano e raggiungibile con la ciclabile da via Mecenate e poi da via Fantoli. L’impianto è quello tipico dei monasteri degli Umiliati (che qui coltivavano i campi e la lana) con una piccola chiesa a un’unica navata e la cascina attigua con grande corte centrale. Attualmente fa parte di un piano di recupero in vista di Expo 2015 per cui verrà vissuta al meglio dal prossimo anno come spazio polifunzionale destinato anche ai più piccoli. Vale comunque da sola una piccola gita: la corte è un luogo piacevole in cui far scorrazzare un po’ i bambini, nel rispetto del luogo, ovviamente. Dietro al complesso c’è un ampio parco sempre accessibile con sentieri percorribili a piedi o in bicicletta. Durante l’estate sono previsti concerti: per informazioni sul calendario della programmazione si consulti il sito della Strada delle Abbazie oppure www.canoneinverso.it. L’Abbazia di Chiaravalle dista circa 15 chilometri da Monluè: il complesso fu fondato dal beato Bernardo di Clairvaux nel XII secolo ed è un magnifico esempio di gotico cistercense. L’Abbazia è il cuore di un borgo che si è sviluppato intorno a essa. Facilmente raggiungibile, è un luogo molto caro ai milanesi e adatto alle famiglie con bambini. Le visite all’abbazia e al suo bel chiostro si svolgono dal martedì al sabato dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30, la domenica solo il pomeriggio. La domenica alle 16 è prevista anche una visita guidata gratuita, mentre negli altri giorni va concordata. Nella bottega dei monaci all’interno del complesso si trovano in vendita prodotti in gran parte biologici, uova e pollame, miele e pasta. C’è anche un piacevole bar con giardino aperto dalle 9 alle 19 – su prenotazione organizza rinfreschi, aperitivi e pranzi. Consigliatissima una visita all’antico mulino attiguo all’abbazia, recentemente restaurato e piantumato con un orto ricco di piante officinali. Il mulino è dotato di un forno a legna e propone laboratori di panificazione per i bambini. La Cooperativa Koiné vi organizza feste di compleanno a richiesta e, in questa stagione, campus estivi settimanali (per il dettaglio delle attività consultare il sito www.koinecoopsociale.it. Per maggiori informazioni: www.borgodichiaravalle.it). Ultima tappa del circuito è l’Abbazia di Viboldone che dista circa 10 chilometri da Chiaravalle, ma può essere raggiunta direttamente da Milano con il treno o l’autobus. L’abbazia fu fondata nel XII secolo dall’ordine degli Umiliati che bonificò tutto il territorio circostante. Pregevoli gli affreschi dell’interno. Il sito è molto curato (meno il borgo che lo circonda che è completamente abbandonato) ed è sede di un monastero femminile. La visita guidata si svolge il sabato pomeriggio alle 15.30. Sul sito dell’abbazia si trova inoltre una guida artistica interessante per chi volesse saperne di più, scaricabile in formato pdf: www.viboldone.it.

Secondo e terzo circuito

Il secondo circuito collega l’Abbazia di Viboldone alla Chiesa di Santa Maria in Calvenzano, che distano tra loro circa 11 chilometri. La Chiesa di Santa Maria in Calvenzano venne costruita intorno al X secolo su fortificazione romana; successivamente venne fondata una cappella devozionale e in seguito fu donata alla comunità cluniacense che la trasformò in complesso monastico. L’associazione InAgroCalventiano (info@inagrocalventiano.it) organizza visite guidate tra le 15.30 e le 17 e può fornire il calendario di concerti e altri eventi che si svolgono in loco. Il terzo percorso collega la Chiesa di Santa Maria in Calvenzano all’Abbazia di Mirasole. Circa 25 chilometri di strada in parte ciclabile separano i due centri monastici. L’Abbazia di Mirasole fu costruita nel XII secolo dall’ordine degli Umiliati ed è uno dei complessi di edifici medievali a corte tra i meglio conservati in Lombardia. È sede di cicli di concerti di musica sacra ed eventi culturali legati spesso alla visita guidata dell’abbazia e del chiostro (la programmazione si trova su www.stradadelleabbazie.it). Il complesso è aperto al pubblico e visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 13 alle 17. Il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 17. Giorno di chiusura il martedì.

Quarto e quinto circuito

Il quarto percorso si dipana tra l’Abbazia di Mirasole e l’Abbazia di Morimondo. È forse il circuito più impegnativo, dato che le due abbazie distano tra loro circa 40 chilometri. Tutte le indicazioni stradali sono sempre ben segnalate nel sito www.stradadelleabbazie.it. Decisamente più consigliato il quinto circuito, tra San Pietro in Gessate e l’Abbazia di Morimondo. San Pietro in Gessate si trova nel centro di Milano: edificata nel Quattrocento da Guiniforte Solari su committenza dei fratelli Portinari sorge nei pressi nell’antico convento dove officiavano gli Umiliati. A poco meno di 30 chilometri da Milano e da questa chiesa, l’Abbazia di Morimondo è facilmente raggiungibile lungo la ciclabile che costeggia il Naviglio Grande. Fondata nel XII secolo dai monaci cistercensi divenne ben presto centro promotore della bonifica del territorio circostante. Il borgo che si sviluppa intorno all’abbazia è molto ben conservato e si presta molto bene per una piacevole giornata con la famiglia. Nelle belle giornate di sole il prato ai piedi dell’abbazia è una deliziosa meta per un picnic. Ma se non ci si è portati il cestino con le vivande dietro, a Morimondo ci sono tanti ristoranti, trattorie e gelaterie tra cui scegliere. In particolare, degna di nota la trattoria “Il Chiosco”. L’abbazia di Morimondo è facilmente raggiungibile con la ciclabile che costeggia il Naviglio grande che si trova subito prima dell’ingresso al borgo: si possono mangiare ancora le rane e i pesciolini fritti, ci sono uno spazio all’aperto, un menù bambini e anche un menù per gli amici a quattro zampe! Inoltre a ridosso dell’Abbazia si trova l’Agribirrificio “La Morosina” che produce birre con materie prime della Valle del Ticino, molto gradevoli per gli over 18 nelle giornate più calde. Tante le attività per famiglie nel borgo: corsi, visite guidate all’abbazia e al chiostro, eventi – splendida la Trecentesca dove tutto il borgo è coinvolto in una festa di ispirazione medievale. Morimondo si trova nel pieno del Parco del Ticino: la campagna qui è davvero rigogliosa, perfetta per belle passeggiate a piedi e in bicicletta, www.abbaziamorimondo.it.

[Barbara Ponzoni]

Iscriviti alla newsletter

X