Detersivi fatti in casa. Perché no? Anche con l’aiuto dei bambini

I detersivi fatti in casa sono ecologici e puliscono senza inquinare. Bastano pochi ingredienti facili da trovare, economici e a bassissimo impatto ambientale

Ridurre l’inquinamento dell’acqua significa anche usare quantità inferiori di detersivi e detergenti. E, se possibile, ricorrere a prodotti ecologici.

Molti di questi si possono produrre in casa con ingredienti facili da trovare, economici e sicuramente a bassissimo impatto ambientale.

Oltretutto, si tratta di forme di autoproduzione molto semplici, che permettono la collaborazione dei bambini. Magari la prima volta i risultati non saranno brillanti, ma sbagliando si impara. E se si impara insieme, meglio ancora. Ecco alcune semplici ricette.

I resti delle saponette

Invece di buttare via i resti delle saponette, grattugiamole e mettiamole in un pentolino insieme a poca acqua (se necessario va aggiunta mano a mano). Facciamo sciogliere a bagnomaria mescolando con una frusta.

Se si desidera ottenere sapone liquido, si aggiunge un po’ di acqua e si mette il composto in un flacone con erogatore.

Per ottenere delle saponette, occorre che il composto abbia una consistenza cremosa e densa, da versare poi in stampini ricavati da vasetti di yogurt e bottigliette di plastica. Devono essere tagliate a metà e vanno riempite all’altezza di un paio di centimetri.

All’impasto si possono aggiungere fiori, qualche goccia di succo di limone o di arancia, un olio essenziale a piacere. Lasciamo rassodare qualche giorno in ambiente fresco e asciutto.

GG detersivi ecologici ed economici1

I detersivi ecologici per i piatti

Ottimi detersivi fatti in casa si preparano anche per lavare i piatti. Tagliamo a pezzi tre limoni, senza buttare nulla. Aggiungiamo un bicchiere d’aceto, mezzo bicchiere circa di sale grosso e un bicchiere d’acqua e frulliamo il tutto.

Mettiamo il composto a cuocere su fuoco basso in un pentolino e mescoliamo finché assume una consistenza cremosa. Occorrono circa dieci minuti.

Si mette il preparato in vasetti di vetro. Serve per il lavaggio a mano, ma si può usare anche in lavastoviglie.

Le pastiglie per la lavastoviglie

Aggiungere due cucchiai di sapone liquido di Marsiglia, due cucchiai di acqua demineralizzata e venti gocce di olio essenziale di limone o rosmarino a 250 grammi di bicarbonato di sodio. Mescolare bene il tutto.

La crema che risulta va messa in uno stampino da ghiaccio in silicone e lasciata mezza giornata ad asciugare. Poi si sforma e si conserva in un contenitore ben chiuso.

Sempre per lavastoviglie, ma liquido

Per in detersivo fatto in casa adatto alla lavastoviglie, mettiamo a bollire quattro litri d’acqua e nel frattempo grattugiamo 300 grammi di sapone di Marsiglia.

Aggiungere le scaglie nell’acqua bollente a fuoco spento assieme a quattro cucchiai di bicarbonato di sodio. Mescolare facendo sciogliere bene.

Lasciare riposare una giornata. Attenzione a imbottigliare quando il liquido è tiepido, perché può rimanere troppo denso e risultare inutilizzabile.

Il giorno dopo la preparazione, se il detersivo è solido, mixare bene con un frullatore a immersione e poi imbottigliare, dopo aver aggiunto un olio essenziale a piacere (quello di limone, chiaramente, è il più indicato).

GG detersivi ecologici ed economici2

Iscriviti alla newsletter

X