I cinque parchi in Europa che ti faranno sognare

Quali sono i parchi a tema più affascinanti? Ci sono luoghi magici in cui è possibile salire su un elefante meccanico, ascoltare un albero parlante, volare con il Piccolo Principe o entrare in una miniera di sale.

Les Machines de l’île – Francia

Molti credono che Les Machines de l’Île sia un parco di divertimenti. Altri lo ritengono un museo. La verità è che non è né l’uno né l’altro: è semplicemente un progetto artistico assolutamente inedito e unico. Nato dall’immaginazione di François Delaroziere e Pierre Orefice, questa “fabbrica di macchine fantastiche” ha ridato vita agli antichi cantieri navali di Nantes, che occupavano un’intera isola in mezzo alla Loira.

L’idea ha messo insieme gli esseri quasi mitologici dell’universo fantastico di Jules Verne, la meccanica di Leonardo Da Vinci e la storia industriale di Nantes. Les Machines, che sembrano uscite dalle pagine di un libro illustrato, sono reali ed enormi. Si muovono, camminano, volano e possono trasportare bambini e adulti. Il complesso è diviso in tre attrazioni principali. Gli orari di apertura variano a seconda dei mesi dell’anno. 

La Gallerie des Machines.  Nell’immenso padiglione industriale dove vengono costruite le macchine si scoprono disegni e progetti, mentre gli operatori mettono in moto i prototipi delle Machines e permettono alle persone di salire, a turno. Troverete una formica gigante, un ragno alto tre metri, un airone che simula il volo e molto altro. Spiate dalle terrazze dell’Atelier per assistere alle nuove costruzioni. Imperdibile è il giro sui “rami prototipo” dell’Arbre aux Hérons (l’Albero degli Aironi) che sarà terminato nel 2022: si tratta di un vero e proprio giardino sospeso, un esperimento artistico e architettonico con enormi rami, piante e passerelle accessibili al pubblico.

Il Carosello delle Creature Marine.  Tre piani, 25 metri di altezza, una platea a 360 gradi. Il Carrousel des Mondes Marins è un teatro con macchine ispirate agli esseri viventi dell’acqua e dell’aria. Il primo livello è dedicato alle creature degli abissi, il secondo a quelle che popolano i fondali e il terzo – che gode di un bellissimo panorama sulla città di Nantes – alla vita in superficie: barche, conchiglie o pesci volanti. Ogni macchina si muove in modo autonomo e unico rispetto alle altre. Perché questa è la vera unicità delle Machines: tutte progettate da artisti e ingegneri, tutte costruite dagli artigiani nel cantiere navale. Non esiste una macchina uguale all’altra!

Il Grande Elefante. Anche se lo avete visto nelle foto, incontrare dal vivo il Grande Elefante vi lascerà a bocca aperta. È alto 12 metri e lungo 22. Costruito interamente in legno e acciaio, è in grado di ospitare una trentina di persone e passeggia lentamente per l’isola, tra il Carosello e la Gallerie des Machines. Emette barriti, ogni tanto fa la pipì (a litri) e dalla sua schiena si gode di una vista panoramica su tutti i cantieri navali. Cammina grazie a un motore ibrido: il primo pachiderma meccanico eco-responsabile!

Parchi tematici Europa

Efteling – Olanda

 

Efteling è il parco a tema più grande e famoso in Olanda. Così famoso da essere ormai storico: ha aperto le porte nel 1952. Entrare a Efteling è come essere proiettati in un sogno popolato da fate, folletti, gnomi, maghi e stregoni. Un mondo dedicato alle favole, dove trascorrere una giornata fuori dall’ordinario e in un’atmosfera davvero suggestiva. Il parco nasce intorno alle fiabe e leggende europee che tutti conosciamo ed è diviso in aree a seconda delle attrazioni che si adattano a età precise.

Ciò che rende Efteling unico è Fairtale Forest, il bosco delle fiabe, un’enorme area immersa nella vegetazione dove sono riprodotti i personaggi e le ambientazioni delle favole più conosciute: dalla Balena di Pinocchio ai tre porcellini, da Biancaneve al Re Nudo, da Raperonzolo a Cappuccetto Rosso.

A farla da protagonista è il grande albero parlante, una vera opera artistica. Parla solo olandese, ma incanta tutti i passanti ed è diventato simbolo del parco. Tra le attrazioni più apprezzate ci sono le pentole che girano, la montagna russa al buio, le macchinine d’epoca e la terrificante giostra della miniera. Non mancano gli spettacoli nell’area nella zona del Palazzo di Aladino ed esiste, come ormai in molti parchi, un’app che permette di conoscere gli orari degli show, orientarsi nella mappa e veri care i tempi di attesa. Efteling è aperto 365 giorni l’anno, dalle 10 alle 19. 

parchi delle fiabe

Salina Turda – Transilvania (Romania)

La Salina Turda è un’antica miniera che si trova in una cittadina a circa 30 chilometri da Cluj. Le grotte scavate dall’uomo a 120 metri di profondità ospitano un museo e un parco di divertimenti assolutamente unico nel suo genere.

Dentro la miniera di sale, oltre a un laghetto salato, c’è un incredibile luna park “old style”. A farla da padrona è un’eccentrica ruota panoramica con le cabine dondolanti aperte, che gira lentissima facendo perdere la nozione del tempo. Dal soffitto penzolano stalattiti di sale: diventa difficile capire cosa sta giù e cosa su, l’orientamento viene confuso dai colori, dai disegni e dagli enormi spazi di questo spettacolo che natura e uomo hanno costruito insieme. Oltre alle balconate dell’eco, assolutamente da provare, si possono vedere alcuni vecchi reperti: rotaie, carrelli, vagoncini e tutti ciò che utilizzavano i minatori.

All’interno delle miniere la temperatura è di 10 gradi tutto l’anno. Mezzo museo e mezzo parco giochi, la Salina Turda è un luogo dove la classica visita turistica si trasforma in una piacevolissima giornata in famiglia. 

Miniere Europa

Giardini Tivoli – Danimarca

Tivoli esiste dal 1843 ed è un luogo unico che unisce magia, nostalgia e un briciolo di romanticismo. Si trova nel centro di Copenaghen ed è uno di quei parchi che restano nella memoria, oltre a essere l’attrazione più visitata della Danimarca.

Uno spettacolo live accoglie i visitatori nella prima piazza. Gli impazienti corrono a scatenare l’adrenalina sul Roller Coaster, una montagna russa in legno datata 1914 (è una delle sette montagne russe al mondo che hanno una persona che frena a bordo di ogni treno). Non mancano i caroselli antichi per i più piccoli, un’area gioco morbida, una ruota panoramica ottocentesca e altre bellissime giostre vintage.

E per cenare? L’offerta è varia ma spicca su tutti il ristorante a bordo della grandissima nave dei pirati che domina il laghetto principale. Tivoli è un luogo magico che vale il viaggio. 

Copenaghen

Il parco del piccolo principe – Francia

“Se avessi 53 minuti a disposizione andrei dolcemente verso una fontana” . Si trova in Alsazia, non lontano da Strasburgo, Le Parc du Petit Prince. Le attrazioni, rigorosamente ispirate alla storia del bambino biondo più famoso al mondo, garantiscono il divertimento a visitatori di tutte le età, disegnate in esclusiva per il parco e senza dubbio originalissime.

C’è l’ottovolante a forma di serpente, il meteorite che arriva dallo spazio, la cittadella di scivoli altissimi e anche il Petit Prince VR, che permette di incontrare i personaggi della storia con la realtà virtuale.

Le creazioni geniali di questo parco sono altre: il Labirinto della fontana è un’esperienza nel verde ispirata alla celebre frase del libro “Io, disse il piccolo principe, se avessi 53 minuti a disposizione andrei dolcemente verso una fontana”. Non da meno è il Pallone del Re, che è simbolo del parco: una mongolfiera ancorata che porta le famiglie in volo verso il cielo. Il pallone ha bellissimi colori e il Piccolo Principe appare qui con il suo abito migliore. Mostre e spettacoli intrattengono il pubblico: le colombe volanti, l’aviatore che racconta la fiaba, il film proiettato in 3D, incontri sull’astronomia. Una grandissima area verde ospita gli animali e le piante descritti da Saint-Exupery: pecore, volpi, rose e farfalle. 

Alsazia

Iscriviti alla newsletter

X