Il bambino richiedente

Un bimbo richiedente è un bambino che adora le coccole e ne ha bisogno ancora più degli altri bambini. Un bambino richiedente è un bambino che preferisce dormire sulla pancia di mamma o papà, che vuole mangiare in braccio, che cerca altra pelle a contatto con la sua. Sempre o quasi sempre.

Un bambino richiedente adora essere portato -davanti, dietro, sul fianco- e vuole scoprire il mondo insieme ai suoi riferimenti affettivi.

Un bambino richiedente cerca la manina della sorellina o del fratellino, ed è un grande fan dell’alto contatto e del co-sleeping perché non ama affatto dormire da solo.

Il bambino richiedente non ti molla: ti segue in bagno, ti aspetta davanti alla doccia, vuole curiosare mentre cucini, quando ti fai la ceretta, mentre ti cambi.

Se hai un figlio richiedente potresti avere pochissimo tempo da sola, perché lui cerca te e ha bisogno di starti vicino vicino praticamente addosso.

Avere un figlio richiedente può essere un pochino più stancante, e ci va più forza anche a tenere sempre tra le braccia quel bambino che cresce bisognoso di coccole e fisicità. Avere un figlio richiedente può essere estenuante quando si desidera un minuti di silenzio con il proprio corpo.

Il bambino richiedente non è un bambino viziato.

Il bambino richiedente cerca nel contatto con la mamma e con il papà la sicurezza; quella sicurezza che un giorno gli permetterà di salutare quella mamma e quel papà per andare avanti, alla scoperta del suo mondo. E se lo avrà avuto il contatto che cercava, allora sarà davvero sereno nel salutare per prendere la sua strada.

Iscriviti alla newsletter

X