“Indifesa”: una campagna contro le discriminazioni e le violenze di genere

L’11 ottobre si festeggia la Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze. Per promuovere unacultura del rispetto e della prevenzione delle violenze e delle discriminazioni di genere, la Fondazione Terre des Hommes fa partire la settima edizione della campagna che porta il suggestivo nome di “Indifesa”. 

“In occasione della giornata, invitiamo tutti i Comuni ad aderire alla nostra campagna organizzando azioni concrete sul territorio – dice Paolo Ferrara, Responsabile Comunicazione di Terre des Hommes Italia. L’anno scorso sono stati circa un centinaio ad aderire. Ci auguriamo che quest’anno siano ancora più numerosi, per rendere l’azione partecipata sempre più incisiva”.

Sono varie le iniziative già avviate e quelle che stanno partendo, a partire dalla diffusione nelle scuole di materiale informativo sugli stereotipi e la violenza di genere.

“Stiamo cercando di creare un osservatorio permanente, utile sia a guidare interventi mirati sul territorio sia influire sul policy making. I Comuni, da parte loro, possono aiutarci a monitorare quel che succede nelle scuole e suggerire possibili azioni”.

La parità di genere passa per la #OrangeRevolution 

“L’11 ottobre presenteremo inoltre la nostra rete Indifesa, che ambisce a rendere i ragazzi protagonisti di questa #OrangeRevolution che ha l’obiettivo di raggiungere la parità di genere.

Tra i vari appuntamenti della giornata, che si possono scoprire sul nostro sito, c’è una conferenza ‘Stand up for girls’, sul modello dei TED talks. Si svolgerà alla Fondazione Feltrinelli di Milano e darà voce a ragazzi e ragazze che raccontano le loro esperienze nella navigazione nel mondo degli stereotipi di genere (ingresso gratuito)”.

Gli osservatori sulla condizione di bambine e ragazze ci confermano che sono ancora e sempre loro le maggiori vittime di discriminazioni, abusi, violenze. Per fortuna emergono negli ultimi anni alcuni dati positivi. C’è sicuramente una maggiore partecipazione delle bambine e delle ragazze al mondo dell’istruzione a livello mondiale. Anche se il gap nelle materie scientifiche è sempre grande.

Ci sono anche indici positivi per quanto riguarda le gravidanze precoci, che sono in diminuzione – purtroppo in aumento invece nelle zone di guerra o politicamente instabili.

In Italia ultimamente abbiamo osservato un aumento delle violenze di genere, difficili comunque da monitorare con precisione. C’è infatti la presenza di un sommerso di non denuncia che è difficile far emergere.

Per ottenere miglioramenti concreti è fondamentale sensibilizzare i territori, coinvolgere in prima persona i ragazzi e le istituzioni.

Anche le famiglie sono invitate a partecipare per combattere tutti insieme le violenze e le discriminazioni di genere.

Venite a lanciare con noi bombe di gentilezza e bellezza!”.

Per informazioni: terredeshommes.it e www.indifesa.org.

Indirizzo

Italia

Iscriviti alla newsletter

X