La manovra per le famiglie: arriva la Carta bimbi

La manovra Conti bis prevede sei pagine di proposte, ma una nello specifico riguarda le famiglie e accorpa tutti gli attuali bonus nella “carta bimbi” da 400 euro al mese

Dal 2020 tutte le risorse degli attuali bonus a sostegno delle famiglie (nascita, bebè, voucher asili nido) vengono accorpate e riordinate in un’unico fondo, a cui sono destinati 2 miliardi di euro per il prossimo triennio.

Carta bimbi

Facilitata la gestione anche per le famiglie che avranno a disposizione un’apposita “carta bimbi”, dalla nascita fino al terzo anno di età, del valore di 400 euro al mese per coprire le rette degli asili nido o il costo della baby sitter. La “carta bimbi” parte con un fondo di 500milioni di euro, e non sono ancora precisati i criteri di assegnazione e il tetto reddituale per poterne beneficiare.
Le risorse messe a disposizione per le politiche per la famiglia serviranno anche ad aumentare l’offerta di posti per gli asili nido che al momento coprono solo il 24% della domanda per i bimbi tra 0 e 3 anni.

Le tre misure per le famiglie

“Nella manovra 2020 – ha spiegato la Ministra Bonetti nei giorni scorsi – ci sono prime misure importanti a sostegno della natalità e della prima infanzia”. La prima è l’assegno mensile, universale, per tutti i nuovi nati già nel 2020, di 80, 120 o 160 euro a seconda del reddito. Ci sarà una misura sugli asili nido, per cui “le famiglie avranno un contributo per iscrivere e portare all’asilo nido i bambini, fino ad arrivare a 250 euro mensili, che significa 3000 euro annui. Questo non solo per i nuovi nati, ma per la fascia da 0 a 3 anni. La terza misura è il congedo di paternità esteso a 7 giorni”.

Iscriviti alla newsletter

X