La borraccia anche per i bambini. Come sceglierla

Basta bottigliette, diamo ai bambini la loro borraccia. Ecco come scegliere quella giusta.

Che il green facesse anche moda lo avevamo capito. E la borraccia è stata uno degli accessori che più ha preso piede. Comoda, amica dell’ambiente e anche stilosa: lasciamo perdere le bottigliette d’acqua e diamo anche ai nostri figli la loro borraccia da mettere nello zainetto; ma che sia quella giusta. In molte scuole d’Italia hanno chiesto alle famiglie di procurarsene una da portare a scuola: sicura, facile da maneggiare in modo autonomo e che non perda. rigorosamente personale e da non condividere. Sono tantissimi i modelli della water bottle, dall’alluminio, alla plastica o all’acciaio inox, di diversa capienza e con beccucci a seconda dell’età, da indossare come un accessorio. Ecco come scegliere quella giusta.

Come scegliere la borraccia per i bambini

La borraccia va scelta accuratamente perché deve essere innanzitutto sicura, soprattutto per i bambini, e facile da utilizzare autonomamente per evitare di dover sempre chiedere aiuto per bere. Oltretutto è un acquisto da fare relativamente a lungo termine, che si utilizza tanto e quotidianamente, quindi è bene trovare una buona soluzione qualità/prezzo. Il materiale di cui è fatta la bottiglia deve essere certificato e non deve rilasciare sostanze a contatto con i liquidi caldi. Tra le varie caratteristiche, deve essere pratica, leggera, facile da portare, resistente ai colpi e alle cadute e con un tappo a buona tenuta.

Che sia lavabile

La borraccia si utilizza tanto, quindi deve essere facilmente smontabile e lavabile, sia a mano che in lavastoviglie. Le borracce tutte sagomate sono più difficili da pulire, si accumulano residui di sporcizia difficili da raggiungere; meglio una superficia liscia. Quelle coloratissime sono molto belle, ma non ci si vede dentro. Se la borraccia è trasparente, invece, è più facile accorgersi della presenza di macchie o depositi, di calcare o muffe. O per lo meno scegliamo una borraccia con un buco largo per vederci dentro e passare lo spazzolino. Per la pulizia ordinaria, si può lavare con acqua calda, un cucchiaio di sale grosso e uno di bicarbonato, da versare direttamente nella borraccia e agitare per qualche minuto. Per un lavaggio più approfondito e in caso di muffe, si può versare un mezzo bicchiere di acqua ossigenata, mezzo di acqua calda e lasciare agire per 15 minuti a tappo aperto.

Occhio alla capienza

Nella scelta di una borraccia per bambini è bene prestare attenzione anche alla capienza, da scegliere e valutare in base all’età e all’utilizzo. Per un bambino piuttosto piccolo, dell’età della scuola dell’infanzia, non serve prendere una borraccia molto grande, ma quelle da 300 ml possono essere più che sufficiente. Per la primaria, valutiamo pro e contro: la borraccia più grande può coprire tutta la giornata, ma fa pesare di più lo zaino. Se sono autonomi e riescono a maneggiare bene la loro bottiglia, forse è sufficiente una più piccola da riempire quando necessario. Per i più grandi e per gli adulti ovviamente il discorso cambia e quelle da 500-600 ml vanno benissimo.

Il beccuccio e il tappo

Alcune scuole primarie e d’infanzia hanno quasi vietato – o comunque fortemente sconsigliato- i tappi a vite, perché un po’ più difficili da aprire e soprattutto richiudere, rischiando le perdite e l’allagamento nello zaino. Fortemente consigliate per i più piccoli le borracce con beccuccio salvagoccia, per evitare di farsi il bagno non calibrando bene i movimenti e i rovesciamenti. Di beccucci per la bevuta ce ne sono di tantissimi tipi: verifichiamo che siano facilmente lavabili e che il meccanismo di apertura sia sicuro, ma anche adeguato all’età del bambino.

Le borracce per bambini e ragazzi

Andata a ruba durante le prime settimane di ripresa della scuola, la borraccia Quechua di Dechatlon in alluminio è un ottimo compromesso di qualità/prezzo. Leggera per il materiale, da 600ml (quindi piuttosto capiente), con pipetta integrata nel tappo, la borraccia si apre all’istante con una sola mano e ha una maniglietta per la presa. Non è isotermica, ma decisamente robusta: se cade si ammacca ma non si rompe. Con la cannuccia si beve per aspirazione, tenendola in verticale e a testa dritta; diventa una borraccia classica se si toglie la cannuccia. In blu e rosa. Prezzo: 8.99 euro.

 

La borraccia ecologica Officina dell’Acqua è una bottiglia made in Italy, realizzata in uno speciale copolimero che non contiene Bisfenolo A (BPA) e non rilascia ftalati, quindi sicura. Il materiale ha una grande resistenza agli impatti, al calore e agli agenti chimici, può contenere liquidi caldi, fino a 80 °C, ed è lavabile in lavastoviglie. È leggera, pratica e dispone di una cinghietta che consente di agganciarla allo zaino. La bottiglia è trasparente ma personalizzabile. Nella versione da 550 ml (a 5,90 euro) ha il tappo a vite, non ha beccuccio, ma ha la cinghietta per il trasporto. Nella versione più grande, da 750 ml (6,50 euro) ha il tappo e beccuccio da ciclista per vitare allagamenti, ma non ha la cinghietta.

 

La Junior Cup della NUK può essere la primissima borraccia, a metà tra una borraccia “da grandi” e un biberon. Intanto la dimensione: si tratta di una bottiglietta piccola e maneggevole. Creata in Polipropilene (PP) ultra-leggero e infrangibile, senza BPA, ha una capacità di 300 ml, quindi leggera anche da piena. Il beccuccio è morbido, in silicone, Push-Pull (tipo da ciclista) anti rovesciamento. Ha un tappo che rimane attaccato alla bottiglietta. Consigliata già dai 36 mesi, è una borraccia davvero sicura anche per i più piccoli e molto solida. Bellissime le fantasie. Prezzo: 10,99 euro

 

La lattina termica di Petit-Fernand è un’ottima alternativa, molto divertente per i più piccoli. Termica (mantiene le bevande calde per 5 ore e fredde per 10), in acciaio inox, con tappo anti perdita e beccuccio a scomaparsa facile da estrarre. La lattina è piccola, leggera, comoda per lo zainetto e le passeggiate: misura 13,5 cm X 6,9 cm e ha una capienza di 280 ml. Personalizzabile come tutti i prodotti Petit-Fernand, si può scegliere tra 12 diverse grafiche e inserire testi personalizzati. Prezzo: 19 euro

 

SIGG propone moltissime borracce per bambini, in alluminio senza BPA e sostanze nocive. Leggere, hanno una capienza di 400 ml, una giusta via di mezzo per i più piccoli. La borraccia è 100% ermetica, grazie al tappo sicuro e al beccuccio da ciclista. Si smonta completamente e questa la rende particolarmente comoda da lavare. Bellissime le fantasie, per ogni gusto e piacere.
Prezzo: 18,07 euro

 

PURA propone una serie di bottiglie dal design elegante e raffinato pronte a conquistare adulti e bambini. Sono borracce senza plastica al 100% e ha ottenuto il titolo No Toxic Certified che certifica l’assenza totale da BPA / BPS-l, ftalati, petrolio e PVC. Disponibili sia nella versione tradizionale da 550 ml e 850 ml che in quella termica da 650 ml e 475 ml, le bottiglie PURA hanno il tappo in silicone e un anello per la presa o per agganciarla. Tutte le bottiglie sono senza vernici ma colorate dalla custodia in silicone che le avvolge. Della stessa marca e linea anche i nuovissimi biberon.

 

Le Crocodile Creek sono borracce in acciaio inox, più sicure di quelle in alluminio e completamente esenti dal pericolo bisfenolo A, non contengono piombo, ftalati e BPA e sono riciclabili al 100%. Anche le stampe con le quali vengono decorate sono atossiche. Possono contenere fino a 400ml e si trovano in 12 fantasie con ballerine, robot e alieni per i più piccoli, e più neutre con farfalle, bolle o cavalieri per i ragazzini più grandi.

 

Leggi anche

La merendina di metà mattinata: cosa mettiamo negli zaini dei nostri figli?

Iscriviti alla newsletter

X