Modificare le condizioni di separazione: si può!

5Le condizioni che regolamentano la vita degli ex coniugi dopo la separazione vanno seguite alla lettera. Se però ci sono imprevisti o cambiamenti, si possono modificare

Mi scrive una lettrice:

“Gentile avvocato, sono una mamma separata da tre anni. Il mio ex marito mi passa ogni mese una somma concordata in fase di separazione. Ultimamente però la sua azienda ha aperto una sede negli Stati Uniti e lui è spesso via per lavoro. Non rispetta quindi i giorni in cui dovrebbe tenere i figli e me li lascia, a volte, per settimane intere.

Io sono anche felice di stare di più con i bambini, ma penso che dovrebbe aumentare la somma che mi passa, visto che le spese in quei periodi sono tutte accollate a me. Ma lui ripete di non essere troppo precisina, che è una cosa temporanea. Cosa mi consiglia di fare?”

Le condizioni di separazione vanno seguite alla lettera

Le condizioni che regolamentano la vita dei coniugi sono scritte nell’omologa (o sentenza di separazione, se la procedura non è stata consensuale). Qui è stabilito, tra gli altri, anche il diritto di visita ai figli da parte del genitore non affidatario.

Entrambi i genitori ed ex-coniugi dovrebbero seguire le regole alla lettera: più che altro per non ledere maggiormente la serenità dei figli e dare loro un senso di stabilità e continuità.

Cosa fare se avviene un cambiamento temporaneo 

Può capitare, tuttavia, che la normale routine venga scalfita da qualche imprevisto. Se l’imprevisto è occasionale e passeggero, sta alla saggezza dei due coniugi evitare un possibile conflittoe cercare di venirsi incontro, magari facendo recuperare all’altro i giorni persi con i figli.

Un coniuge può decidere di contribuire economicamente là dove è stato incolpevolmente latitante, magari accollandosi momentaneamente alcune spese che non sono di sua normale competenza, ma che certamente vanno a compensare gli esborsi sostenuti dall’altro genitore a causa della sua assenza.

Cosa fare se il cambiamento è permanente

Quando gli imprevisti diventano un’abitudine, bisogna capire se il regime studiato in sede di separazione possa ancora avere un senso o sia meglio. piuttosto, modificarlo.

La legge consente di cambiare le condizioni sottoscritte a suo tempo se ci si rende conto che non sono più applicabili. Può essere perché l’altro genitore è sempre via per lavoro, oppure per qualsivoglia altro motivo che le renda, di fatto, inservibili.

La procedura per modificare le condizioni di separazione può essere attivata congiuntamente dalle parti, o meno. Può portare alla revisione del regime di visita e, se necessario, delle condizioni economiche.

Iscriviti alla newsletter

X