Il “collo da sms”, il nuovo rischio per i bambini

Sempre più bambini usano smartphone e tablet, si è già parlato spesso dei danni che questi strumenti possono comportare, ora sembra che possano determinare anche problemi a livello strutturale, si parla infatti del “collo da sms“.

Collo e schiena a rischio
Il problema principale, stando a studi che hanno comparato numerose radiografie di bambini e adolescenti, sta nell’incurvatura anomala che il collo e la parte alta della colonna vertebrale assumono quando si passa troppo tempo con la testa china sullo schermo. Il rischio è quello di contratture che possono essere anche parecchio fastidiose e lunghe da curare, con dolori che partono dal collo per irradiarsi poi alle spalle e nelle situazioni peggiori sino alle braccia e alle mani.

Cellulare sì, ma con moderazione!
Come arginare questo problema? Innanzitutto limitando l’uso di cellulari e tablet ai bambini, quando questo non è possibile, assicurarsi almeno che lo schermo sia ad altezza occhi, così da non costringere il bambino a tenere il collo eccessivamente piegato. Stesso discorso quando si utilizza un normale pc o si guarda la tv, tenere la testa quanto più possibile dritta. Infine abolire una bruttissima abitudine, quella di tenere il telefono bloccato tra orecchio e spalla; questa posizione che ci permette di telefonare mantenendo libere le mani è da abbandonare immediatamente, meglio utilzzare l’auricolare.

FOLLOW US ON
Giovani Genitori

è la rivista dedicata alle famiglie eco e slow. Informazione fresca e il giusto sorriso per riportare notizie ed eventi utili, dedicati a entrambi i genitori e ai bambini dai primi anni di vita fino all'adolescenza.

Espressione Srl - P.iva 09319220019

Iscriviti alla newsletter

X