La Cina dice STOP alla legge del figlio unico

Svolta storica in Cina, abbandonata dopo oltre trent’anni la politica del figlio unico.
Da oggi in Cina sarà possibile avere 2 figli a famiglia, dal 1979 era infatti in vigore la politica di controllo delle nascite che vincolava ogni nucleo famigliare a fermarsi al primo erede. La notizia, che è appena stata riportata dall’agenzia di stato Xinhua, cita un documento del quinto plenum del Comitato Centrale del Partito Comunista, che si è concluso oggi.

La decisione a cui si è giunti è dovuta principalmente a tre motivi: l’eccessivo invecchiamento della popolazione, lo scarso ricambio di mano d’opera e uno squilibrio tra maschi e femmine. Per questo motivo nelle campagna, già da tempo era concesso alle famiglie di avere due figli, proprio per garantire un ricambio generazionale nei campi, da oggi dunque questo permesso è allargato anche agli abitanti delle grandi città. Con la politica del figlio unico, in Cina dal 1979, si sono evitate 400 milioni di nascite.

Iscriviti alla newsletter

X