Come si organizza la pizzata di fine anno

Il verde del basilico, il bianco della mozzarella e il rosso del pomodoro: più che alla bandiera italiana, questi ingredienti fanno pensare all’imminente pizzata di fine anno scolastico, un evento immancabile nella vita del genitore, che chiama a raccolta intere classi due volte nell’arco dei 360 giorni: a giugno, in prossimità della fine della scuola e, in misura minore, a dicembre, poco prima di Natale.

Dieci punti per organizzare la perfetta pizzata di fine anno 

La pizzeria è il locale baby friendly per eccellenza, quindi se avete deciso di festeggiare la fine dell’anno scolastico al ristorante, optate senza indugio per una pizzeria a partire dall’asilo nido fino alla fine della scuola superiore (comprese feste post-saggio di danza, corsi di judo ed altri sport di squadra).

Se tocca a voi organizzare la pizzata di fine anno, ecco alcuni consigli che vi aiuteranno. 

  1. Scegliete la pizzeria con un mese di anticipo. Le prenotazioni sono numerose e riempiono i locali in fretta, per cui chi si muove per ultimo rischia di non trovare posto. Vanno benissimo le pizzerie vicino alla scuola. Se hanno un angolo giochi è meglio, ma non è strettamente necessario perché i bambini insieme si divertono molto. 
  2. A meno che i bambini non siano molto piccoli, organizzate due tavolate distinte: una per i bambini e una per gli adulti. Chiedete che il tavolo dei bambini sia messo in modo da lasciare ai piccoli la possibilità di scatenarsi un po’, senza ovviamente disturbare gli altri tavoli. Non fatevi problemi a lasciare i bambini mangiare da soli e tranquillizzate gli altri genitori: seduti tutti insieme i bambini si divertono di più, si sentono più grandi e fanno meno capricci.
  3. Stabilite con la pizzeria tre menu per i bambini che comprendano una scelta fra due o tre pizze, bevanda e dolce. In questo modo si facilita il lavoro della pizzeria e tutto fila più liscio.
  4. Stilate un elenco preciso del numero dei partecipanti, compresi eventuali fratellini. Aggiungete due posti a ogjni tavolo per quelli che si decidono a partecipare all’ultimo minuto.
  5. Comunicate il menu dei bambini e fate scegliere tra l’opzione uno, due o tre. Comunicate una data in cui raccoglierete i soldi e chiedete di portare la cifra esatta, per quanto possibile.
  6. Comunicate alla pizzeria in anticipo le scelte dei bambini ed eventuali richieste particolari, come le pizze senza glutine e l’intolleranza ai latticini.
  7. Raccogliete i soldi in anticipo. E’ la cosa più importante da fare.
  8. I genitori seduti al tavolo possono ovviamente scegliere la pizza e la bevanda che preferiscono. Normalmente si paga alla romana, perché i conti separati sono detestati da tutti i ristoratori. E poi i conti non tornano mai.
  9. La pizzata di fine anno è un momento felice, in cui si conoscono i genitori dei compagni di scuola. Spesso tra famiglie nascono belle amicizie che durano anni.  Andateci di buon umore e cogliete l’occasione di una cena comoda e divertente in cui non dovete cucinare voi.
  10. Il risultato? Una serata grandiosa in compagnia del nostro cibo preferito. Buon divertimento!

pizzata di fine anno

Iscriviti alla newsletter

X