Strabismo e correzioni

Buongiorno gentilissimo dottore, ho una bimba di quasi tre anni alla quale già all’età di un anno, io e pochi altri, notavamo un leggero strabismo. I controlli fatti a quel tempo diagnosticarono soltanto la “plica di epicanto” quale responsabile del “falso strabismo”. Recentemente ho riportato la bimba a una seconda visita, insistendo maggiormente sullo strabismo ed è risultato che ha l’occhio pigro e deviato, con una ipermetropia di una diottria. Abbiamo iniziato subito con la terapia occlusiva, ma mi chiedo: quando verrà ripristinata la funzionalità dell’occhio pigro, guarirà anche il lieve strabismo? Il dottore mi ha parlato di eventuale intervento chirurgico, da farsi in futuro o da non farsi proprio, come se lo strabismo fosse solo un fatto estetico. Ma non sarebbe meglio correggerlo subito? Perché mia figlia deve crescere così? A che eeventualmente si interviene? La ringrazio.

Jessica

 

Cara Jessica, è difficile risponderti perché le questioni che sollevi richiedono una visita diretta. È bene osservare i bimbi fin dai primi mesi di vita tenendo presente che il sistema visivo si sta ancora completando. Sullo strabismo si fanno normalmente tre considerazioni. Prima di tutto si osserva la causa. L’ipermetropia è bene che sia presente nei bimbi (anche in quantità molto maggiori) e deve essere trattata solo se ha complicanze, come appunto lo strabismo. Curando l’ipermetropia si evita il rischio di strabismo o di ambliopia (occhio pigro). Per questo motivo si procede prima alla cura e poi in ultima ratio si pensa all’operazione.

Si valuta in secondo luogo l’impatto funzionale dello strabismo: uno strabismo “importante” deve essere corretto, ma non mi sembra che sia il vostro caso. Infine, si valuta l’impatto estetico dello strabismo. Esistono forme molto lievi, prive di impatto funzionale e non sgradevoli. In questi casi l’intervento non è assolutamente da prendere in considerazione. Anche qui, il fatto che solo tu e pochi altri abbiate notato lo strabismo, mi autorizza a scrivere di fidarti degli esperti a cui ti sei rivolta. Ti consiglio un monitoraggio annuale dall’optometrista o dall’ortottista, per assicurare che il bimbo sviluppi il senso stereoscopico, massima espressione della salute dei due occhi.

FOLLOW US ON
Giovani Genitori

è la rivista dedicata alle famiglie eco e slow. Informazione fresca e il giusto sorriso per riportare notizie ed eventi utili, dedicati a entrambi i genitori e ai bambini dai primi anni di vita fino all'adolescenza.

Espressione Srl - P.iva 09319220019

Iscriviti alla newsletter

X