Vaccino antinfluenzale per bambini: che novità?

L’emergenza Covid-19 ha cambiato i parametri del vaccino antinfluenzale per bambini nella prossima stagione invernale

Con una circolare, il Ministero della Salute raccomanda il vaccino antinfluenzale per bambini in previsione dell’autunno 2020. Il vaccino sarà offerto gratuitamente a tutti i bambini da 6 mesi a 6 anni e alle persone che hanno compiuto 60 anni di età (per gli anziani, in passato il consiglio era 65 anni).

Il vaccino antinfluenzale non va somministrato nei bambini di età inferiore a 6 mesi. Una alternativa per proteggerli, in maniera indiretta, è la vaccinazione della mamma e degli altri familiari che vivono a diretto contatto.

Aiutare la diagnosi per il Covid-19

L’estensione della raccomandazione è prevista a causa dell’emergenza Covid-19, “al fine di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggiore rischio di malattia grave”.

Nella prossima stagione influenzale non è escluso che torni in circolazione il virus SarCov2, che ha sintomi simili all’influenza.

Il vaccino è di aiuto per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, ma anche per ridurre gli accessi al pronto soccorso e per evitare le complicanze causate dalla semplice influenza.

Vaccino consigliato, non obbligatorio

Da sottolineare che la vaccinazione antinfluenzale per i bambini non è obbligatoria, ma solo consigliata. Il Ministero si aspetta che rispondano positivamente il 75% dei genitori, con il raggiungimento della misura ottimale al 95%. 

I dati dei sistemi di sorveglianza epidemiologici mostrano che ogni anno circa il 30 – 40% dei bambini ha l’influenza. L’efficacia della vaccinazione è buona: in Canada, dove l’83% di bambini e ragazzi al di sotto del 15 anni è vaccinato, i contagi di influenza sono ridotti del 63%.

Per i bambini al di sopra dei 6 anni

Per le altre fasce di età, il vaccino antinfluenzale potrebbe essere raccomandato e offerto gratuitamente, ma solo al termine della campagna di vaccinazione di bambini e anziani, se ci sono scorte eccedenti di vaccino.

Diverse regioni offrono già da tempo, gratuitamente e su richiesta, la vaccinazione ai bambini e adolescenti sani, in collaborazione con i medici e i pediatri.

 

Iscriviti alla newsletter

X