Valsesia summer

Monterosa: tutto il bello della montagna in Valsesia per una frizzante estate in quota che piace a grandi e piccini

Panorami mozzafiato, sport e avventure: cresce la passione delle famiglie per la montagna in estate. E cresce la proposta della Valsesia, ai piedi del Monte Rosa, che offre a grandi e piccini un’esperienza piacevole e coinvolgente, per una vacanza indimenticabile.

Il Monterosa e le sue valli da scoprire

Spartiacque tra Italia, al confine tra Valle d’Aosta, Piemonte, e Svizzera, le Alpi del Monte Rosa hanno tra i propri punti di forza l’accessibilità. Sono infatti facilmente raggiungibili in circa due ore di macchina dai principali centri urbani del Nord Italia.

Dal Monte Rosa nascono sette valli (cinque sul versante italiano, due su quello svizzero), incantevoli e portatrici di cultura. Tipica della Valsesia è la cultura walser, nata dalla migrazione di popolazioni dalla Germania che, nel tredicesimo secolo, colonizzarono l’area dando vita a nuovi villaggi e tradizioni, tuttora celebrate durante le sagre.

In Val d’Ayas, sul lato valdostano, sono sicuramente da scoprire Antagnod, località ricca di charme e antichità, Brusson (con il suo laghetto con spiaggetta, giochi e area verde), e il centro principale Champoluc, che coniuga ristoranti gourmet a un’anima più rustica fatta di sentieri percorribili a piedi o in mountain bike.

Sempre in Valle d’Aosta, Gressoney-La-Trinité e Gressoney-Saint-Jean sono mete ideali per una villeggiatura, con attrattive differenti. La prima vanta una forte tradizione turistica legata all’alpinismo. L’elegante Saint-Jean, con una lunga passeggiata pedonale, è ottima per chi ama godersi un po’ di “bella vita” e relax sulle rive del lago Gover (c’è una bella area gioco per bimbi con uno scivolone gonfiabile e tappeti elastici).

La tranquilla Valle di Champorcher, oltre a essere una via d’accesso al Parco Naturale del Mont Avic, annovera tra le sue attrattive diverse proposte attive. Trekking, mountain bike, sport d’acqua, alpinismo, equitazione e arrampicata.

Ritmi rilassati e splendide cornici naturali

Sul versante piemontese, ai piedi della parete sud del Monte Rosa, si trova Alagna Valsesia. Formata da decine di caratteristiche frazioni, è un’amena località dai ritmi rilassati. Impreziosita dalla presenza di tipiche abitazioni e mulini ad acqua tradizionali della cultura walser, offre ai suoi visitatori diversi percorsi di visita tra alpeggi storici e incantevoli parchi naturali.

Oltre agli sport d’acqua, la zona ha interessanti sentieri ciclopedonali, fruibili anche parzialmente scegliendo il tratto più adatto alle esigenze di tutta la famiglia. In zona si trovano noleggi specializzati con mountain bike ed e-bike di tutte le misure. Lungo i percorsi sono installate colonnine di ricarica per e-bike. Tra i sentieri più belli: i 29 chilometri che, tra Balmuccia e Alagna, permettono di percorrere l’intera vallata.

Il panoramico tracciato Scopello-Mera-Meggiana- Rassa-Piode offre pendenze importanti lungo i suoi 37 chilometri. Il percorso Scopello-Bielmonte che, dopo 29 chilometri, termina nel Biellese. Ricco è anche il cartellone alagnese di attività estive rivolte ai piccoli villeggianti con, in particolare, una serie di eventi kids con speciali giochi, lab e spettacoli (www.baitadeibimbi.it) in programma ai primi di luglio.

Alpe di Mera, grazie all’assenza di traffico e alla splendida cornice naturale, è la meta ideale per chi cerca la tranquillità. Le famiglie coi bimbi possono svagarsi nella nuova area giochi (ad accesso gratuito) oppure dedicarsi al trekking, alla mountain bike o e-bike…  E un brivido, in ogni caso, i più coraggiosi possono saggiarlo con un volo in parapendio.

Esperienze per bambini e ragazzi

Trail, bike, sport d’acqua, parapendio, alpinismo… Tante, e per tutti gusti e abilità, le esperienze dedicate ai visitatori in Valsesia.

Il titolo di esperienza più adrenalinica delle Alpi in Valsesia tocca senza dubbio al Pend’Olen. Ovvero come arrivare a 2.300 metri di quota e diventare un pendolo umano, sperimentando un volo che toglie il fiato. La base di partenza è una pedana fissata al centro dell’imponente parete rocciosa di Cimalegna, raggiungibile con la cabina del funifor in partenza da Pianalunga. L’emozionante attività prevede che gli avventurosi “pendoli umani” vengano saldamente ancorati alla cabina della funivia, assistiti da due Guide Alpine. Dopodiché ci si distacca dalla pedana lasciandosi accompagnare dal brivido e dalla sensazione di libertà ispirati da questo volo mozzafiato sulla vallata dell’Olen. In attesa di provare, vedere per credere su www.pendolen.it.

I visitatori più piccini hanno poi la possibilità di scoprire i tesori della montagna, in maniera divertente e istruttiva, grazie al percorso ludico-didattico (ad accesso gratuito) di Pianalunga, raggiungibile con un breve tratto in telecabina da Alagna.

I bimbi, accompagnati dal piccolo elfo dispettoso Tokji, si cimentano in nuove avventure, sorprese e giochi lungo un tragitto di un chilometro e mezzo da percorrere a piedi o in bicicletta. Qui non mancano i punti tematici per approfondire la conoscenza della natura circostante e le zone di ristoro… la montagna, si sa, mette appetito! Non dimentichiamo il divertente scivolo “tutto matto”, grazie al quale è possibile slittare da soli o in coppia (in tutta sicurezza) sopra una ciambella gonfiabile, immersi nel verde dei pascoli di Pianalunga.

Presso il Col d’Olen, al Passo dei Salati, a quasi 3.000 metri di quota, l’Istituto Angelo Mosso, è un centro scientifico internazionale capace di affascinare piccoli e grandi. Propone visite guidate e laboratori didattici tutti i giorni di luglio e agosto, alla scoperta delle ricerche condotte nel corso dei secoli ai piedi del Monte Rosa.

Attorno al centro, sull’Altopiano di Cimalegna, tutti i lunedì vengono proposti due percorsi con una Guida, per ammirare e conoscere le Alpi in profondità.

Quando l’estate è by lift

Valido appoggio per gli alpinisti che vogliono raggiungere il ghiacciaio e i rifugi ma pure un comodo mezzo di trasporto per tutte le famiglie che vogliono visitare le valli e ridurre il dislivello delle proprie escursioni (anche per i biker), gli impianti del comprensorio Monterosa Ski sono in buona parte aperti anche durante la stagione estiva. Ci sono pass per singole tratte oppure biglietti cumulativi disponibili e tariffe agevolate per bambini e over. Le tratte (tra cui la new entry dell’Alpe di Mera, dal paese di Scopello) e le relative aperture per l’estate sono consultabili su www.visitmonterosa.com.

Iscriviti alla newsletter

X