Una casa sull’albero: dove si fa questa vacanza speciale?

Chi non ha mai sognato di trascorrere una notte in una casa sull’albero? Di restare sospesi tra cielo e terra, di salire tra i rami per cena, di correre su ponti sospesi?  Una vacanza così è certo un’esperienza indimenticabile.

La casa sull’albero è un sogno che fa ritornare bambini: lassù, dove le fronde sono fresche e ombrose, si tocca il cielo con un dito. I migliori hotel sull’albero sono questi. 

1 – La casa sull’albero de “Il Giardino dei Semplici”

A Manta in Piemonte, nella regione del Cuneese, dolce e stellata è la notte tra gli alberi. Dalle case sull’albero del Giardino dei Semplici si domina la pianura e nelle giornate più limpide le Langhe sembrano a portata di mano. Un luogo magico, dove cartelli in ferro battuto e animaletti in legno sbucano tra i sentieri e le macchie boscose.

Tutto è comincia nel 2001, in un casale di fine Settecento. “Il nome Il Giardino dei Semplici – racconta la proprietaria, Maria Cherasco Dematteis – è stato ispirato dalla tenerezza e dalla semplicità dei nostri sei figli, allora giovanissimi, che allegramente scorrazzavano in giardino, regalandoci momenti di pura gioia e assoluta semplicità. Negli anni a seguire non ci siamo fermati e abbiamo realizzato i nostri sogni, a partire dalla Casa sull’albero Quercia”.

Una casetta a sei metri da terra, coccolata dal grande albero, protetta dai rami e celata dalle foglie: qui si possono ascoltare i grilli e i suoni del bosco, in un ambiente semplice ma curato in ogni minimo dettaglio. L’arredo profuma di legno di cedro e morbido cotone: ci si ritrova così sospesi, immersi in una realtà “a media quota” che regala emozioni da custodire nel cuore.

Le case sull’albero sono due: la seconda si trova su uno splendido Albero dei Tulipani, in mezzo al bosco. “Dal 2013, grazie a nostra figlia Beatrice, ha preso vita una nuova avventura: abbiamo individuato una piccola radura nel cuore del boschetto cercando l’ispirazione nella fantasia dei bambini e nelle fiabe del boschi. Così il soffitto è stato dipinto d’azzurro, un grande albero sagomato è stato messo come testata al letto e una grande vetrata posizionata nel timpano del tetto”.

Le case sull’albero de Il Giardino dei Semplici sono molto famose e apprezzate: vanno prenotate con mesi di anticipo. pensateci per tempo se volete vivere questa esperienza bellissima.

CASA SULL'ALBERO IL GIARDINO DEI SEMPLICI

2 – Un vero villaggio sugli alberi nelle Dolomiti  

Il primo villaggio sugli alberi d’Italia si trova sulle Dolomiti, a Claut, in Valcellina. Si Chiama Tree Village e sta tra boschi di pini, abeti, larici e faggi.

All’interno del Parco delle Dolomiti friulane, ogni casetta può ospitare fino a un massimo di due adulti con due bambini. Si dorme con il sacco a pelo e al risveglio si va alla scoperta dell’Orto Biologico, del Museo all’aria aperta del Boscaiolo e del Sentiero Botanico.

L’altezza non è vertiginosa (dai 2 ai 4 metri al massimo) ma il sistema costruttivo è pensato per non dare fastidio all’albero in alcun modo.

La colazione è inclusa ed è un buffet all’aria aperta, a base di torte di mele e crostate fatte in casa.

casa sull'albero - friuli

3 – La casetta sull’albero vicino alla Certosa di Pavia

A due chilometri dalla Certosa di Pavia, a ridosso del Parco del Ticino (in Lombardia), c’è un luogo senza tempo dove ancora si seguono i ritmi contadini di una volta. E’ la Fattoria Oasi L’ambientazione è quella di un’antica stalla riadattata: di giorno si va alla scoperta del grande orto e del laghetto con anatre, pavoni e caprette che zampettano intorno. E di notte? Si sale fra le fronde!

Lassù, su un pioppo secolare, è stata realizzata da due anni una casetta in legno annidata tra il fogliame dell’albero e attraversata da un ramo. Tutto è a misura di famiglia, con camera matrimoniale, cameretta con lettini a castello e lettino per l’eventuale piccino di famiglia.

“Anche il risveglio è dolcissimo – racconta il proprietario, Davide – con pane casalingo e crostate realizzate con la frutta che coltiviamo in azienda”. Una colazione a super Km 0, servita a cinque metri di altezza.

casa sull'albero fattoria oasi

 

4 – In Francia, tra cabane e asinelli. Nani e hobbit inclusi

In Provenza, incastonata tra mare e monti, c’è una perla family friendly tutta da scoprire. Si trova all’interno di un’asineria che alleva asini in miniatura americani (già loro sono una meraviglia: “i grandi” sono alti appena 80 cm!). 

Nel folto di un castagneto attorniato da conifere profumate si trovano ben sei Cabanes dai nomi provenzali ed evocativi: possono accogliere da 2 a 6 persone e sono perfette anche a livello di sicurezza per i più piccoli.

casa sull'albero - les-cabanes-du-varon

Se siete appassionati di fantasy e di Hobbit dovete venire proprio qui: i proprietari lo sono e hanno deciso di realizzare la prima Casa Hobbit in cui è possibile anche pernottare.

casa sull'albero - les-cabanes-du-varon hobbit

La nostra passione ci ha spinto a creare la prima tana degli Hobbit, nel folto della foresta. Ma non ci siamo fermati: abbiamo seguito la nostra fantasia e abbiamo nascosto anche un cofano del tesoro. Cosa contiene non lo diciamo. Non vi resta che trovarlo: sta a voi!”. 

5 – Hotel sull’albero in Francia: a Bordeaux

La Nuova Acquitania, in Francia, offre un paio di altre possibilità per realizzare il sogno di vivere qualche giorno su un albero… o anche solo passarci una notte. Tra Tolosa e Bordeaux, nella cittadina di Clairac, si trova il Logis “Domaine de Pech et Lafon”, struttura ricettiva completamente immersa nel bosco che offre ai propri ospiti cinque diverse case sull’albero, ognuna con una diversa ambientazione: Toscana, Dolce Vita, Vintage, Africa e Venezia.

Ogni ambientazione offre qualcosa di particolare, dalla più essenziale Africa alla sofisticata Venezia. Alcune dimore sono dotate anche di vasca idromassaggio sulla veranda!

Le case sono adatte alle famiglie, ma sono pensate naturalmente più per le coppie che vogliono coccolarsi, festeggiare un anniversario o un momento importante.

case sull'albero - logis hotel

6 – Un hotel sull’albero ai piedi dei Pirenei

Nel sud della Francia, quasi ai piedi dei Pirenei, sorge invece il Logis Hotel Andreinia. Esterençuby è la cittadina di riferimento. Qui – su una palafitta alta cinque metri – si trova una capanna destinata ai clienti più avventurosi.

La struttura è dotata di alcune comodità, dal wi-fi al bagno in camera. Anche in questa casa, la terrazza ha un ruolo dominante, per godere appieno l’aria aperta e la vista del paesaggio. Unico neo, è vietato portare animali.

7 – Siete pronti a toccare il cielo con un dito?

Saltando di albero in albero si può visitare tutta l’Europa! Sempre rimanendo in Francia, Châteaux dans les Arbres è uno di quei luoghi da sogno in cui le sistemazioni sono davvero da fiaba: veri castelli di legno che si specchiano nell’acqua e si arrampicano tra le querce. Ma dimenticatevi il ponte levatoio: i castelli si raggiungono con passerelle e scale sospese. Molto chic, non proprio adattissimi a compagnie di bambini rumorosi. 

Casa_sull'albero-chateaux dans les arbres

In Svezia, a soli 60 chilometri dal circolo polare artico, nel villaggio di Harads ci sono i Treehotel, non casette di legno, ma eco-loft sugli alberi, dotati di ogni comfort, sauna tra gli alberi.

Qui ci si mimetizza perfettamente nella foresta, si mangia nel ristorante tra le sequoie raggiungibile attraverso le passerelle, si vive una settimana Barone Rampante 

casa-sull'albero-Treehotel-svezia-7th room

Un mondo di nidi: hotel sugli alberi nel mondo

E nel resto del mondo? Si può dormire sotto le stelle nel Kruger National Park del Sudafrica e assaporare l’atmosfera magica e selvaggia della Lion Sands Game Reserve. Si arriva alla Chalkey Treehouse al tramonto, per una cena e una notte, con il ruggito dei leoni in sottofondo.

Nel bel mezzo delle foreste canadesi, dodici strutture sospese formano un vero hotel ecofriendly realizzato in totale armonia con la natura. Le cucine servono alimenti biologici, di stagione e locali e ogni casetta è indipendente e ad alta efficienza energetica. Per rispettare al meglio la foresta, le strutture sono state montate nei mesi invernali, in modo da creare il minimo disturbo alle piante.

Negli USA c’è Treesort, il villaggio in stile Ewok con la più alta concentrazione di case sugli alberi del mondo. A realizzarlo non poteva che essere Michael Garnier, falegname dell’Oregon che a propria volta vive in una grande casa sospesa. Sistemazioni adatte anche alle famiglie e formula di ospitalità stile Bed & Breakfast.

Iscriviti alla newsletter

X