Visitare Expo con i bambini

Parola d’ordine, “organizzazione”! Punto fondamentale per ottimizzare la visita è pianificare in anticipo cosa vedere e come spostarsi. Si incomincia con la Family Map, un supporto fondamentale che può essere ritirato in loco o stampato a casa. Sulla mappa sono segnalati tutti i percorsi, le attività e gli spazi dedicati ai più piccoli. Se si sceglie di ritirarla direttamente a Expo, è possibile riceverla con un pratico welcome kit che viene rilasciato all’ingresso assieme a qualche utile gadget. È possibile anche richiedere un braccialetto identificativo per tutti i bambini. Lo spirito baby friendly e i servizi per famiglie hanno il supporto di Chicco, official sponsor per la Children Hospitality, che mette a disposizione una flotta di passeggini di cortesia. Tante le nursery attrezzate per il cambio e l’allattamento. Presso tutte le aree di servizio e i punti di ristoro Eataly, Tracce, Chiccotosto, Viavai, Let’s toast e Aroma ci sono seggioloni, alzasedie, scaldabiberon e scaldapappa. Un altro servizio che facilita la visita delle famiglie è la navetta People Mover. Estendendosi su oltre un milione di metri quadri, Expo è pressoché impossibile da visitare a piedi. Meglio usare la navetta gratuita che compie un giro circolare e permette di raggiungere ogni angolo e padiglione. I passaggi sono ogni 5 – 7 minuti, dalle 9 alle 24 (un’ora prima dell’apertura e una dopo la chiusura). Orari e fermate sono consultabili su www.arriva.it/people-mover.

Ci vediamo a Expo
Il fulcro delle attività per i più piccoli continua a essere il Children’s Park. Al suo interno otto attività imperdibili per scoprire dal micro al macrocosmo, l’acqua, i profumi e le campane aromatiche, il pulsare della vita, la pesca di messaggi planetari, l’orto gigante e l’energia (a pedali). Tutti i giorni, alle 11.30 e alle 16, imperdibile la parata di Foody – mascotte di Expo 2015 – con tutti i suoi amici. Le installazioni sono adatte anche per i bambini sotto i 3 anni e, per facilitare lo spirito di scambio e di internazionalità, sono pensate per essere comprensibili senza linguaggio. Così bambini di ogni parte del mondo possono comunicare nel modo che per loro è da sempre più immediato, il gioco.

Non è solo il Children’s Park a organizzare attività per i più piccoli. All’interno di Expo molti sono i luoghi adatti a bambini e genitori. Al Padiglione Zero, un racconto ci porta dagli albori dell’umanità sino a oggi, per capire come nei millenni sia cambiato il rapporto con il cibo e il nutrimento. Interessanti per i bambini sono gli animali riprodotti a grandezza naturale, realistici e avvincenti.

Al Biodiversity Park, l’area dedicata alla biodiversità del territorio italiano, è presente una fattoria biologica, dove i bambini possono mettere le mani nella terra. Qui il 28 giugno Alce Nero, presso il padiglione del Biologico e Naturale (dalle 15 alle 18), organizza un laboratorio (dai 6 ai 12 anni) sui temi del cibo e della corretta alimentazione (www.alcenero.it).

Sempre a cura di Alce Nero, in collaborazione con Miele, un appuntamento per il 12 luglio al Forno Pubblico, dove si terrà un workshop sul tema “Panini colorati con estratti naturali di frutta, verdura e spezie + Mini Pizzette”. Tutte le informazioni su questo evento e sui futuri incontri si trovano all’indirizzo www.fornopubblico.com.

Al Biodiversity Park anche Slow Food, con la sua chiocciolina, guida i bambini in una mostra interattiva. Tutti i giorni (weekend inclusi) ci sono laboratori presso lo Slow Food Theater alle 11. Per informazioni e prenotazioni scrivere a expo@slowfood.com.

Un altro punto di attrazione è il Future Food District realizzato in collaborazione con Coop, con nuove tecnologie per rimettere l’uomo al centro del processo di consumo. I bambini fanno la spesa ideale nel supermercato del futuro guidati da IUNI, un robottino che interagisce con i “clienti”.

A Cascina Triulza, sede della Società Civile, a due passi dal Children’s Park, ci si rilassa in un ambiente calmo e sereno. A disposizione delle famiglie due aree, una pensata per i più piccoli con spazio per il cambio e l’allattamento e l’altra per i più grandicelli. Qui periodicamente, per tutta la durata di Expo, ci sono eventi, workshop e spettacoli.

Molti gli enti internazionali presenti a Expo. L’ONU offre speciale attenzione ai bambini con il cartone animato Leonardo proposto in collaborazione con l’UNESCO.

Nello spazio di Save The Children c’è un villaggio esperienziale per raccontare ai bambini l’importanza della nutrizione e il suo impatto sulla società, per capire cosa fare per migliorare il nostro futuro.

L’Unione Europea accoglie i piccoli visitatori con il film ”Alex & Sylvia” e un percorso fra agricoltura e scienza con il pane come filo conduttore.

Al Padiglione Italia i bambini sono accolti dalla mostra “FAB FOOD la fabbrica del gusto italiano”, divertente, con la giostra Nutrire il pianeta e un jukebox dei desideri.

Laboratori a gogo
Anche le aziende hanno padiglioni e spazi in cui i bambini possono divertirsi e sperimentare. L’area Kinder + Sport promuove uno stile di vita sano e l’importanza dello sport come mezzo per crescere. Ci sono macchine motorie, un’active arena per i giochi di squadra e tante altre iniziative.

Imperdibili gli eventi di Alce Nero per i bambini, con al centro il tema della Biodiversità attraverso la scoperta di alimenti fondamentali per la nostra dieta: miele, frutta, grano, pomodoro e riso. I prodotti di Alce Nero sono le materie prime del ristorante del Berberè nel Parco della Biodiversità – Padiglione del Biologico.

Nel loro spazio Alitalia ed Etihad Airways, proprio accanto a Palazzo Italia, hanno strutturato un Social Hub con all’interno un’area dedicata ai più piccolini, la Kids Area, in cui le due mascotte Edi e Ali giocano con i baby visitatori e li guidano in un gioco interattivo su maxischermo. Per i più temerari c’è l’esperienza della realtà aumentata, con poltrone in movimento e occhiali che proiettano video girati a 360°!

Tante le iniziative organizzate da San Pellegrino: il gruppo che si occupa di acqua segue questo filo conduttore nei workshop. Dal 1° al 7 giugno il workshop “La corretta idratazione”, per capire come, quanto e quando idratarci e scoprire le diverse quantità di acqua presenti negli animali e nei vegetali.

Ricco il calendario di Intesa Sanpaolo, in collaborazione col Piccolo Teatro di Milano, il Teatro dei Ragazzi di Torino e il Museo del Risparmio. Per il mese di giugno nello spazio Waterstone in programma “Pinksie The Whale” (14 giugno, ore 15.30 e 18.30) un momento di intrattenimento per i bambini con attività di disegno libero e costruzione di kit didattici ispirati alla balena. Il 28 giugno alle 11, 12, 15 e 16 lo spettacolo-laboratorio “Il Principe ranocchio”, a cura del Piccolo Teatro, ispirato alla favola dei fratelli Grimm.

Al padiglione che ospita il Pastificio Rana, tanti laboratori per le scuole nell’ambito del grande progetto Buon appetito Mondo.

Un mondo di eventi anche in città
Cosa succede fuori dal perimetro dell’Esposizione? Strettamente in contatto con il Children’s Park lavora il MUBA, il Museo dei Bambini di Milano, che ha dato vita all’imponente progetto Childrenshare. Qui si sviluppa il tema portante di Expo in una miriade di sfaccettature. Molti gli eventi in programma presso la sede alla Rotonda di via Besana: fino al 5 giugno il laboratorio “Una mela al giorno”, per bambini dai 4 anni in su, in cui si gioca e si impara tutto sulle mele. Dal 3 al 9 giugno c’è il workshop “La tavola ingegnosa”, per bambini dagli 8 anni. L’obiettivo è trovare soluzioni furbe, quelle che solo i bambini sanno scovare, per risolvere i piccoli e grandi problemi in cucina, per esempio come non piangere tagliando le cipolle, a cura di Ryan Sims, artista multidisciplinare australiano. Il 13 e 14 giugno si terrà “Fa-voliamo… a tavola nel mondo” per bambini dai 5 anni, un laboratorio che, grazie alla favola, insegna ai bambini cosa, come e dove si mangia nel mondo. Dal 16 al 28 giugno è invece il turno della mostra-gioco “Nutri il corpo per far crescere la mente”, per bambini dai 4 anni. Tutti gli eventi di giugno rispettano questi orari: da martedì a venerdì 17 – 18.30, sabato, domenica e festivi: 10, 11.30, 14, 15.45, 17.30 e 19. Per informazioni www.muba.it.

Musei, biblioteche e altri spazi pubblici sono da tenere d’occhio: www.ilmioamicomuseo.it riporta tutte le attività delle strutture a misura di bambino. Il Museo Civico di Storia Naturale in corso Venezia 55 a Milano propone, nell’ambito della mostra “Food – la scienza dai semi al piatto”, due interessanti appuntamenti: “Dal tubero al piatto”, per conoscere ogni segreto su uno degli alimenti principali della tavola, la patata (fino al 28 giugno, per bambini da 3 a 6 anni, sabato alle 16.15 e per bambini dai 7 a 11 anni sabato alle 15) e “Cibo a 5 sensi”, una speciale visita con semplici materiali di supporto per insegnare a grandi e piccoli come utilizzare tutti e cinque i sensi, e non solo il gusto, quando ci si trova davanti al cibo. Le visite sono previste ogni sabato e domenica mattina alle 10, per informazioni e prenotazioni www.mostrafood.it.

Nel Temporary Eat Store di Grano Armando in corso Garibaldi 117, aperto fino a fine giugno, c’è un ambiente piacevole per i grandi e attività e giochi per i più piccoli.

L’Italian Makers Village di Confartigianato, nello spazio in via Tortona 32, durante i weekend organizza un gustoso brunch totalmente family friendly.

Il 7 giugno presso Cascina Battivacco (via Barona 111) c’è il laboratorio “Il senso del cibo”, una lezione sull’educazione alimentare per imparare come mangiare bene e in maniera responsabile (dalle 10 alle 12.30 per bambini dai 6 ai 13 anni. Informazioni e prenotazioni: fattoria.didattica@cascinabattivacco.it).

Prosegue poi fino al 26 luglio, presso Villa Mirabello nel Parco di Monza, una mostra tutta da gustare sui segreti dell’alimentazione: “Gnam! L’Arte e la Scienza di trasformare gli alimenti”, per scoprire mille curiosità sulla storia, l’arte e la geografia dell’alimentazione e non avere più dubbi sulla trasformazione e la conservazione dei cibi. Il venerdì dalle 15 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Biglietti a 8 euro (intero), 6 euro i ridotti (www.gnamexpo.com).

Imperdibile anche il sito www.expoincitta.it, una guida con tutto ciò che accadrà a Milano nel periodo dell’Expo. Tra i tanti eventi segnalati per il mese di giugno, uno dei più divertenti è lo spettacolo “Willy mangiatutto” presso il Teatro Scala della Vita (via Giuseppe Piolti De’ Bianchi 47), il 7 giugno alle 16.30. Protagonista è un bimbo molto pigro e gran mangione di schifezze, salvato dai paladini del buon cibo Carotina e Bistecchino! Dai 5 anni in su.

Proseguono gli incontri presso la Maison Mustela, un luogo speciale per nutrire il corpo e lo spirito delle future mamme e di chi è mamma da poco. Nello spazio in corso Magenta 12, tanti gli incontri organizzati: si va dalla Cena con l’ostetrica (4 giugno 18.30 – 23) agli incontri sulla corretta idratazione e protezione solare (20 giugno alle 16 e alle 18), fino al corso sul massaggio neonatale (24 giugno alle 10 e alle 14). Questi e gli eventi futuri sono consultabili e prenotabili sul sito www.club.mustela.it.

Iscriviti alla newsletter

X