Viva i libri e Nicoletta Costa!

“Le librerie sono il mio posto preferito, io le adoro”. Inizia così la chiacchierata con Nicoletta Costa, la disegnatrice più amata dai bambini.

Mamma di due bimbe ormai cresciute, Nicoletta lo è anche di Giulio Coniglio, Nuvoletta Olga e i tanti suoi personaggi “a tratto morbido”. Nicoletta stupisce per la gentilezza e la semplicità con la quale ci accompagna nel variegato mondo del libro per l’infanzia. “Per dirla con Pennac, credo che esista sempre il libro giusto per il bambino giusto. In “Viva i libri”, per esempio, affido alla maestra Brigitta una quasi mission impossible: trovare un libro che riesca a catturare l’attenzione del suo alunno più scapestratello. Lo troverà, naturalmente, con grande sorpresa del bambino, catapultato in un mondo fantasioso e avvincente, che mai avrebbe immaginato così infinitamente divertente”.

Tuffarsi a capofitto nei libri è un viaggio fatto di capriole, corse, balzi e saltelli. Cominciare dal principio è l’ottimo punto di partenza che ci suggerisce Nicoletta: “Essere ben consigliati è fondamentale. I librai sono persone eccezionali, che sanno guidare nella scelta del libro sempre nel modo giusto. Perché innanzitutto sono ottimi lettori anche loro, persone che conservano quel tocco di bambino per immedesimarsi nel mondo dell’infanzia, risultando affidabili e credibili agli occhi dei piccini”.

E così si finisce per imbattersi – affatto per caso in realtà – nel libro giusto al momento giusto. “Io approfitto sempre di un buon consiglio, lo accolgo come un regalo. Porterà qualità alla visita di una famiglia, di un bambino, dei suoi genitori. Le librerie sono luoghi in cui ci si sente protetti, coccolati, in cui il tempo scorre lento.

L’incontro tra il libro e il bambino, magari tra l’autore – o l’illustratore- e il bambino è un momento particolare, che il bambino ricorderà a lungo. Non commettiamo il grande errore di interromperlo perché scade il parcheggio, si è in ritardo, ci sono altra cose da fare. Vorrei non accadesse mai e invece vi ho assistito più volte, un vero peccato. Gli incontri in libreria sono un concentrato di energia positiva, una parentesi felice da custodire tra i ricordi più belli. Facciamoli godere a pieno ai nostri bambini”.

[Marta Vitale Brovarone]

Iscriviti alla newsletter

X